Anno 5°

giovedì, 14 dicembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

"I giovani? Poca voglia di lavorare e troppo coccolati da mamma e papà"

sabato, 12 agosto 2017, 23:34

Non è mai stata un'esperta di nuove tecnologie, cellulari compresi. Ma Barbara Madrigali, titolare del ristorante La Locanda di Bacco in via San Giorgio, non è una che ha peli sulla lingua, tutt'altro. Così, di fronte alle frequenti denunce di scarsa possibilità di occupazione, di mancanza di lavoro, di giovani a spasso, ha deciso di togliersi qualche sassolino dalle scarpe in base alla propria esperienza. Il ristorante dove lavora e dove il cuoco è Mario Mazzaro, chef specializzato nella cucina trasteverina e non solo, è nel cuore del centro storico e da diversi mesi sta cercando due camerieri affidabili, possibilmente giovani, con voglia di lavorare e guadagnare.

"Pensavamo che con questa cronica assenza di posti di lavoro - dice Barbara Madrigali - la nostra richiesta di due camerieri a tempo determinato fino ai Comics, ma con tutte le garanzie possibili e immaginabili, non avremmo fatto fatica a trovarli. Invece siamo qui che ci stiamo domandando perché la gioventù lucchese non ha voglia di lavorare. Sì, perché a questo punto non possiamo che pensare a una generazione che ha tutto pronto a casa con mamma e papà e che quando viene a lavorare non ha voglia di faticare. Alle nostre richieste chi ha risposto che non voleva lavorare i giorni festivi, chi non voleva lavorare la sera, chi, addirittura, non voleva un lavoro fisso perché non voleva sentirsi troppo impegnato. Quelli che abbiamo preso provano qualche giorno, magari un mese, poi dicono che è troppo faticoso, che l'estate vogliono godersi le vacanze e la bella stagione, che non possono lavorare e basta. Sarà che io sono cresciuta sin da piccola aiutando in casa, ma con questi giovani non mi ci riconosco più".

"Per non parlare - prosegue Madrigali - del fatto che noi ristoratori, per provare un giovane che vuole fare il cameriere, dobbiamo spendere 30 euro per farlo iniziare e altrettanti anche se, a fine giornata, decide di non continuare e, in più, la paga, 12 euro l'ora. In sostanza per tre ore di prova spendiamo 96 euro e se quello decide che non vuole continuare il giorno dopo, siamo da capo a dodici e dobbiamo prenderne un altro spendendo la stessa cifra. Ecco perché mi arrabbio quando sento dire che non c'è lavoro. Può anche essere vero, ma a me sembra che ci sia anche poca voglia di lavorare con i giovani che hanno, in fondo, mamma e papà a casa che gli danno il bancomat o la carta di credito e fanno quel che vogliono e che possono. Lavorare è fatica, chi vuole vivere fino a tarda notte per divertirsi non ha grandi scelte. Il lavoro è un impegno e è anche una grande scuola di vita. Così almeno mi hanno insegnato".

La Locanda di Bacco è un ristorante che si trova proprio accanto e sopra la Domus Aurea, in via San Giorgio, cuore del centro storico. Mario e Barbara stanno cercando camerieri per la stagione estiva e fino ai Comics, ma potrebbe essere un lavoro anche duraturo. "Ci piacerebbe gente che avesse voglia di imparare un lavoro e che ci mettesse il cuore - continua la titolare del locale - invece ci accorgiamo che, spesso, è solo un modo per tirare su qualche soldo e non c'è voglia, non c'è passione, non c'è spirito di iniziativa".

Chiunque fosse interessato ad un lavoro come cameriere può chiamare direttamente il ristorante allo 0583/492012 oppure il cellulare 327/8944595

 

Nelle foto: alcune immagini dell'area all'aperto del ristorante La Locanda di Bacco e alcuni piatti serviti nel menu.


Questo articolo è stato letto volte.


lattanzi classico


carismi san miniato



il casone


bonito400


Marco Catelli affitti


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 14 dicembre 2017, 16:04

Alla Maternità di Tougourì nel Burkina Faso è nata Florence

Siamo lieti di annunciare la nascita di Florence, avvenuta alle 3.45 dell'1 dicembre 2017, prima nata della Maternità di Tougourì in Burkina Faso


giovedì, 14 dicembre 2017, 14:41

Femia (S.I.A.P.): “E' giusto informare e sensibilizzare i cittadini sulle reali difficoltà che ha il comparto sicurezza”

Roberto Femia, segretario provinciale della S.I.A.P (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia) di Lucca questa mattina in città insieme ad altri componenti del sindacato ha voluto far presente alla cittadinanza, dando dei volantini ed informazioni, la reale situazione in cui si trova il territorio


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 14 dicembre 2017, 14:28

L’ITE “Carrara”: non solo “scuola aperta”, ma comunità che accoglie

Il momento della scelta si avvicina e l’Istituto Tecnico Economico “F. Carrara” intende contribuire affinché sia libera e consapevole. Sabato, dalle ore 16 alle ore 19, chi sia interessato, o semplicemente incuriosito, avrà un’altra occasione per visitare la scuola e viverne l’atmosfera.


giovedì, 14 dicembre 2017, 13:14

Inaugurata la nona edizione del master in infermiere di famiglia e di comunità

Si è svolta ieri (mercoledì 13 dicembre 2017), nell'auditorium del Polo Didattico e Formativo di S. Maria a Colle nel complesso di Maggiano a Lucca, l'inaugurazione della nona edizione del Master in Infermiere di famiglia e di comunità, anno accademico 2017/2018


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 14 dicembre 2017, 13:12

Presentata la donazione dell'associazione "Una carezza per un sorriso" alla pediatria di Lucca

E' stata presentata oggi (giovedì 14 dicembre), all'ospedale "San Luca", la donazione effettuata dall'associazione "Una carezza per un sorriso" alla Pediatria di Lucca. Quinto Bernardi, presidente dell'associazione, ha consegnato al direttore della struttura Raffaele Domenici circa 600 tra libri e giochi educativi


giovedì, 14 dicembre 2017, 12:38

Blitz al campo nomadi, i carabinieri "smascherano" una vergogna

Identificate una cinquantina di persone di nazionalità italiana e rumena dimoranti e non nello stesso e denunciati tre soggetti per ricettazione, maltrattamento di animali e possesso ingiustificato di grimaldelli, poiché trovati in possesso di sei ruote in carbonio per bici da corsa risultati provento di furto commesso alcuni mesi addietro


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px