Anno 5°

sabato, 21 ottobre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

"I giovani? Poca voglia di lavorare e troppo coccolati da mamma e papà"

sabato, 12 agosto 2017, 23:34

Non è mai stata un'esperta di nuove tecnologie, cellulari compresi. Ma Barbara Madrigali, titolare del ristorante La Locanda di Bacco in via San Giorgio, non è una che ha peli sulla lingua, tutt'altro. Così, di fronte alle frequenti denunce di scarsa possibilità di occupazione, di mancanza di lavoro, di giovani a spasso, ha deciso di togliersi qualche sassolino dalle scarpe in base alla propria esperienza. Il ristorante dove lavora e dove il cuoco è Mario Mazzaro, chef specializzato nella cucina trasteverina e non solo, è nel cuore del centro storico e da diversi mesi sta cercando due camerieri affidabili, possibilmente giovani, con voglia di lavorare e guadagnare.

"Pensavamo che con questa cronica assenza di posti di lavoro - dice Barbara Madrigali - la nostra richiesta di due camerieri a tempo determinato fino ai Comics, ma con tutte le garanzie possibili e immaginabili, non avremmo fatto fatica a trovarli. Invece siamo qui che ci stiamo domandando perché la gioventù lucchese non ha voglia di lavorare. Sì, perché a questo punto non possiamo che pensare a una generazione che ha tutto pronto a casa con mamma e papà e che quando viene a lavorare non ha voglia di faticare. Alle nostre richieste chi ha risposto che non voleva lavorare i giorni festivi, chi non voleva lavorare la sera, chi, addirittura, non voleva un lavoro fisso perché non voleva sentirsi troppo impegnato. Quelli che abbiamo preso provano qualche giorno, magari un mese, poi dicono che è troppo faticoso, che l'estate vogliono godersi le vacanze e la bella stagione, che non possono lavorare e basta. Sarà che io sono cresciuta sin da piccola aiutando in casa, ma con questi giovani non mi ci riconosco più".

"Per non parlare - prosegue Madrigali - del fatto che noi ristoratori, per provare un giovane che vuole fare il cameriere, dobbiamo spendere 30 euro per farlo iniziare e altrettanti anche se, a fine giornata, decide di non continuare e, in più, la paga, 12 euro l'ora. In sostanza per tre ore di prova spendiamo 96 euro e se quello decide che non vuole continuare il giorno dopo, siamo da capo a dodici e dobbiamo prenderne un altro spendendo la stessa cifra. Ecco perché mi arrabbio quando sento dire che non c'è lavoro. Può anche essere vero, ma a me sembra che ci sia anche poca voglia di lavorare con i giovani che hanno, in fondo, mamma e papà a casa che gli danno il bancomat o la carta di credito e fanno quel che vogliono e che possono. Lavorare è fatica, chi vuole vivere fino a tarda notte per divertirsi non ha grandi scelte. Il lavoro è un impegno e è anche una grande scuola di vita. Così almeno mi hanno insegnato".

La Locanda di Bacco è un ristorante che si trova proprio accanto e sopra la Domus Aurea, in via San Giorgio, cuore del centro storico. Mario e Barbara stanno cercando camerieri per la stagione estiva e fino ai Comics, ma potrebbe essere un lavoro anche duraturo. "Ci piacerebbe gente che avesse voglia di imparare un lavoro e che ci mettesse il cuore - continua la titolare del locale - invece ci accorgiamo che, spesso, è solo un modo per tirare su qualche soldo e non c'è voglia, non c'è passione, non c'è spirito di iniziativa".

Chiunque fosse interessato ad un lavoro come cameriere può chiamare direttamente il ristorante allo 0583/492012 oppure il cellulare 327/8944595

 

Nelle foto: alcune immagini dell'area all'aperto del ristorante La Locanda di Bacco e alcuni piatti serviti nel menu.


Questo articolo è stato letto volte.


lattanzi classico


carismi san miniato



panda 2016


il casone


bonito400


panda 2016


Marco Catelli affitti


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


top speed autolavaggio


venerdì, 20 ottobre 2017, 20:02

Degrado e bivacchi molesti al parco sopra il parcheggio interrato della ex caserma Mazzini

Sono giunte diverse segnalazioni alla redazione da parte di mamme preoccupate di quanto avviene, quotidianamente, nel parco sopra il parcheggio interrato della ex caserma Mazzini: degrado, sporcizia, rifiuti abbandonati, gang di ragazzini e bivacchi di extracomunitari intenti a... degustare birre e vino


giovedì, 19 ottobre 2017, 20:29

L’associazione cuochi lucchesi consegna più di 7 mila euro a Ridolina

Il reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale S. Chiara di Pisa è addobbato con disegni, colori, cartoncini: tutto per rendere l’ambiente meno pesante e per donare speranza. Perché i bambini che si trovano in quel reparto purtroppo soffrono davvero. Ma oggi è stato un giorno speciale, di festa


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 19 ottobre 2017, 19:55

Gesam, lavoratori insoddisfatti: la resa dei conti in consiglio

Domani sera i lavoratori del Gruppo Gesam saranno presenti in consiglio comunale, per assistere alla votazione della delibera che prevede la scissione di Gesam Spa e la vendita di Gesam Gas & Luce, confidando nella possibilità estrema di vedere approvati positivi emendamenti e/o mozioni alla delibera stessa, e per ribadire...


giovedì, 19 ottobre 2017, 19:21

Il prefetto Simonetti incontra Benjamin V. Wohlauer, console generale degli Usa a Firenze

Nel pomeriggio di oggi il prefetto di Lucca, Maria Laura Simonetti, ha ricevuto a Palazzo Ducale Benjamin V. Wohlauer, dal 7 luglio console generale degli Stati Uniti d’America a Firenze


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 19 ottobre 2017, 14:14

Sudano a un controllo della Polstrada: arrestati per spaccio di droga

La Polizia Stradale di Lucca ha arrestato due stranieri con circa mezzo chilo di hashish. Gli spacciatori, nemmeno trentenni, residenti a Capannori, ma di origine marocchina, venivano dalla Versilia


giovedì, 19 ottobre 2017, 13:20

San Vito preso di mira dai ladri: le volanti arrestano un albanese dopo l'inseguimento

L’arrestato è un ragazzo albanese, Dashnor Lika, 34 anni, senza precedenti, proveniente da Altopascio ma, da ultimo, senza fissa dimora. Il ladro aveva indosso dei guanti e, nascosto nei jeans, un cacciavite di grosse dimensioni. Consistente la refurtiva ritrovata riconducibile con certezza ad almeno tre furti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px