Anno 5°

mercoledì, 22 novembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

I guardiani del Web

lunedì, 13 novembre 2017, 21:03

di cinzia guidetti

Sui giornali tutti i giorni si leggono notizie di cronaca: il risultato, soprattutto alla luce degli ultimi fatti, come ad esempio gli attentati rivendicati dall’Islam, è che la sicurezza sta venendo a mancare. Le persone si sentono spesso spaesate e insicure. Ma il problema è che tutti i giorni, più volte al giorno, anche se non ce ne rendiamo conto, abbiamo a che fare con la sicurezza, soprattutto in ambiti che spesso tendiamo a sottovalutare come quello di Internet.

Per questo è nata a Lucca (con sede in piazza San Giusto, 19) CyberObserva che offre una consulenza sui temi della ricerca e analisi di informazioni da fonti aperte, allo scopo di implementare la sicurezza, la competitività e la conoscenza del mercato delle imprese.

Osservando il web, garantisce tutta una serie di servizi ad appannaggio della piccola e media impresa, insomma per tutti quegli imprenditori e professionisti che, giustamente, vogliono proteggere i propri dati.

“Si rivolgono a noi – racconta il fondatore Andrea Lombardi - tutti coloro che hanno a cuore i loro dati e tutti quelli che vogliono sapere come funzionano i loro competitor o come funziona il mercato. Infatti raccogliamo e analizziamo le informazioni da fonti aperte provenienti da tutto il mondo, rendendole un asset per i nostri clienti; e inoltre siamo in grado di verificare e implementare le politiche di sicurezza dei loro sistemi informatici”.

CyberObserva adotta un rigido codice etico nel rispetto della convenzione europea dei diritti dell’uomo, la direttiva europea sulla protezione dei dati, 95/46/CE, il codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196), nonché il codice etico della Strategic Competitive Intelligence Professional Organisation di cui Andrea Lombardi fa parte.

Come vengono sviluppate le vostre analisi?

“Lavoriamo sul web per individuarne le vulnerabilità – spiega Lombardi – e questo può essere fatto su tutti i livelli. Per quello che riguarda le informazioni a fonti aperte, quando sappiamo qual è l’obiettivo raccogliamo informazioni legalmente, le organizziamo, le analizziamo e diamo il prodotto finito all’azienda che ci ha contattato che, con i dati in mano, saprà quali politiche intraprendere, che settore del mercato aggredire oppure come cambiare il prodotto”.

Come iniziate il vostro lavoro?

“Il cliente viene da noi e ci firma una delibera che ci permette di lavorare sulla sua struttura, poi ci mettiamo d’accordo sul grado di penetrazione che il cliente vuole e noi lavoriamo per identificare le vulnerabilità.

Quello che voglio puntualizzare – precisa Lombardi - è che noi non ci sostituiamo ad altri, come chi gestisce o mette in piedi il server, noi verifichiamo il livello di sicurezza. È una cosa normalissima trovare le vulnerabilità, perché internet nasce non sicuro, e chi fa la programmazione o chi si occupa della rete magari sa poco di sicurezza. Allora il nostro lavoro è necessario per trovare le vulnerabilità, in modo che poi chi si occupa del server possa agire per rinforzare il sistema”.

“L’idea – spiega Daniele Bernasconi, che viene dal mondo informatico della programmazione e dell’hardware – è quella di aiutare le aziende a completare la loro parte di sicurezza informatica perché spesso hanno grandi lacune che neanche sanno di avere”

“Da un punto di vista localizzante – precisa Ilaria Marullo, che fa parte del mondo delle relazioni internazioni e si occupa di terrorismo informatico e antiriciclaggio – l’analisi a porte aperte permette di vedere anche un tipo di situazione politica e internazionale”.

Completa il team multidisciplinare Edoardo Lombardi che si occupa dei social network e della grafica del sito.

Quali sono i trucchi per iniziare a proteggerci?

“Sicuramente un buon antivirus sempre aggiornato perché ogni giorno nascono sempre nuovi virus– risponde Andrea Lombardi -, una buona password, possibilmente lunga perché per decriptare una password lunga ci vuole più tempo. Tutti i codici criptografici sono decriptabili, il problema è quanto tempo ci vuole per decriptare qualcosa, quindi per questo la password deve essere cambiata periodicamente (circa 90 gg); poi spegnere il router quando usciamo dall’ufficio anche perché siamo penalmente responsabili se qualcuno si connette alla nostra rete e fa qualcosa di illecito; fare attenzione se inseriamo una pen drive nel nostro pc, perché la pen drive potrebbe avere un programma che apre delle back door e anche perché alcune sono calibrate per scaricare tutti i nostri dati”.

L’antivirus purtroppo nel caso delle pen drive non sempre serve perché questi software potrebbero non essere riconoscibili.

“Il mondo di internet – precisa Andrea Lombardi - è un mondo che si basa sulla fiducia. Noi ci fidiamo, ad esempio, degli antivirus, ma anche loro potrebbero lasciarci una porta aperta (una back door). Inoltre non dobbiamo mai dimenticarci della sicurezza fisica: ovvero dove viene tenuto il computer, dov’è localizzato il server e soprattutto chi ha l’accesso”.

Il vostro cachet?

“A breve – risponde Andrea Lombardi - metteremo sul sito www.cyberobserva.com il nostro listino prezzi. Comunque il nostro cachet si aggira su 40 euro l’ora (-/+ 10). Ad esempio una nostra rassegna stampa mirata costa sui 400 euro al mese”.

Nell’affollato mercato di oggi sicuramente i dati fanno gola a tutti e vengono raccolti da tutti, l’importante è saperli proteggere nel giusto modo: CyberObserva sa come fare.

CyberObserva
Piazza San Giusto, 19 Lucca

www.cyberobserva.com
info@cyberobserva.com
Skype: andrea.lombardi.63
Tel: +39 333 6162603

 


Questo articolo è stato letto volte.


lattanzi classico


carismi san miniato



il casone


bonito400


Marco Catelli affitti


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Cronaca


top speed autolavaggio


martedì, 21 novembre 2017, 17:02

Comitato genitori libera scelta: “Inaccettabili sanzioni e coercizioni riguardanti i bambini”

Con il presente comunicato il gruppo dei genitori Lucca - Versilia per la libera scelta intende affrontare ancora una volta la problematica inerente l’eventuale esclusione dei bambini dai nidi e dalle scuole materne ventilata dopo la conferenza dei servizi del 16 ottobre fra il Provveditore Donatella Buonriposi, il dirigente Ausl...


martedì, 21 novembre 2017, 16:05

Superato il limite di PM 10 nell'aria: scattano le ordinanze

Da domani, mercoledì 22 novembre e fino a sabato 25 novembre compreso stop alla circolazione dei veicoli più inquinanti e divieto di accendere i caminetti a contrasto dell’inquinamento atmosferico. E’ quanto stabilito dai comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Porcari e Montecarlo che hanno emesso apposite ordinanze a tutela della salute...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 21 novembre 2017, 15:45

Rubano anche le luci di Natale…

E' accaduto durante la notte scorsa approfittando del buio, tra lunedì e martedì, al nuovo negozio Kartè Gross di via di Tiglio 1459 a San Filippo, dove nella mattinata di oggi, in orario di apertura, i dipendenti dell'esercizio commerciale durante il proprio ingresso al lavoro, hanno notato la disarmante e...


martedì, 21 novembre 2017, 13:20

Carabinieri, controlli a tappeto in Lucchesia

Sono stati complessivamente impiegati, dislocati sul territorio, 50 militari, i quali hanno operato lungo le principali vie di comunicazione dei comuni interessati. Sono state controllate 115 autovetture e 180 persone, delle quali 25 sottoposte ad obblighi. Sono stati controllati 10 esercizi pubblici e contestate 10 violazioni di carattere amministrativo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 21 novembre 2017, 13:14

In San Paolino la “Virgo Fidelis” patrona dei carabinieri

L'arcivescovo Italo Castellani, questa mattina (21 novembre) nella chiesa di San Paolino, durante l'omelia tenuta per la ricorrenza della “Virgo Fidelis”, patrona dei carabinieri, ha voluto sottolineare l'impegno e il grande lavoro dell'Arma da sempre a servizio e a protezione della città e del territorio


lunedì, 20 novembre 2017, 08:08

L’urna di San Gabriele in pellegrinaggio a Lucca e Livorno

Singolare incontro tra san Gabriele (il santo dei giovani) e santa Gemma (miss santa). Da martedì 21 a sabato 25 novembre l’urna contenente le spoglie mortali di San Gabriele dell’Addolorata compirà un pellegrinaggio nelle città toscane di Lucca e Livorno


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px