Anno 5°

venerdì, 24 novembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

Si chiama Giovanni da Monreale e si definisce artista urbano... ma il permesso non serve?

mercoledì, 2 luglio 2014, 11:13

Si definisce artista urbano e si firma come Giovanni da Monreale. È l'autore di una scultura raffigurante un bimbo che, zainetto alle spalle ma videogame in mano, se ne sta in solitudine su una panchina di piazza della Concordia a San Marco, nei giardini di fronte alla vecchia entrata del Campo di Marte. Vi si trova, pare, da ieri mattina, inchiavardata alla seduta.

L'opera si chiama Games ed è messa lì, come afferma il suo stesso creatore, senza alcun permesso da parte dell'amministrazione comunale. E, in ogni caso, Francesca Pierotti, l'assessore al decoro urbano, non ne sa nulla. L'obiettivo del progetto, stando a Giovanni da Monreale, è quello di riqualificare le zone abbandonate a se stesse proseguendo il cammino già segnato con Pietrasanta e Torino: "Il progetto – afferma – prevede l'arricchimento delle periferie urbane integrando delle statue raffiguranti scene di vita quotidiana nelle quali la società si riflette e si confronta".

Intanto, però, il primo risultato che Games ha raggiunto è stato quello di spaventare a morte i vicini residenti. In particolare Anna Bianchi, che vive a poche decine di metri dal giardino dove si trova la panchina: "Se ne è accorta ieri mattina la mia nipotina – racconta – e lì per lì ho pensato fosse un ragazzo che aveva sbagliato gli esami. Ma dopo ore era sempre lì e mi sono impaurita. Ho pensato fosse morto o si fosse sentito male. Allora sono scesa e mi sono avvicinata".

Quando, però, ha compreso, pur non capendone il senso, che si trattava di un oggetto, lo spavento è aumentato ancora di più: "Pensavo fosse una bomba, un oggetto pieno di tritolo. Se ne sentono di  tutti i colori negli ultimi tempi. Volevo chiamare la polizia, poi ho preso un bastone e ho cominciato a toccarlo. Se l'opera mi piace? Sì, ma incute troppo timore".

L'autore rivendica la propria azione definendola una donazione al comune e ai cittadini lucchesi: "Sono consapevole che le donazioni vanno concordate con le amministrazioni, allo stesso tempo mi rendo conto della crisi che sta attraversando il nostro paese e dei continui tagli sulla cultura. Ho eseguito Games, un bambino di circa 11 anni che gioca con un videogioco, per criticare l'eccessivo uso dei monitor da parte dei bambini e le gravi conseguenze che esso porta. I bambini sono il nostro futuro e vanno tutelati". 


Questo articolo è stato letto volte.



prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


esedra-liceo-internazionale


Affatato Schirru


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


top speed autolavaggio


giovedì, 23 novembre 2017, 10:30

Al via il convegno “Lucca e Versilia, una viva presenza culturale”

“Lucca e Versilia: una viva presenza culturale” è il convegno a ingresso libero che la Fondazione Mario Tobino organizza venerdì 24 novembre nell’auditorium del Boccherini (piazza del Suffragio) con AML Associazione Musicale Lucchese Onlus, per valorizzare il territorio attraverso la sua cultura e le illustri presenze che ha accolto


mercoledì, 22 novembre 2017, 15:37

Baricco verso il sold out: ancora pochi biglietti al “Giglio”

Pochi infatti ormai i biglietti gratuiti rimasti al Teatro del Giglio per assistere, venerdì 24 novembre alle “Conversazioni su Il Gattopardo” che vedranno protagonista Alessandro Baricco, nell’ambito della rassegna “Mediterraneo – Conversazioni in San Francesco 2017”, ideata e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca


prenota_spazio


mercoledì, 22 novembre 2017, 12:26

Josef Koudelka: Photolux arriva al cinema

Vivere per raccontare la storia. È forse questo il senso più profondo della vita di Josef Koudelka, fotografo cecoslovacco che, giovanissimo, testimoniò per primo l’alba della Primavera di Praga, nel 1968


mercoledì, 22 novembre 2017, 12:00

“Koudelka” e “Vita da Boheme” al Circolo del Cinema

Questa settimana il Circolo del Cinema di Lucca presenta due appuntamenti di alto livello cinematografico e fotografico. Giovedì 23 novembre alle ore 21.30 al Cinema Centrale verrà presentato "Koudelka Fotografa la Terra Santa" di Gilad Baram.


mercoledì, 22 novembre 2017, 11:33

“Quel che non sai di me”: Silvia Meconcelli presenta a Lucca il suo primo romanzo

Aperibook con Silvia Meconcelli domenica 26 novembre alle 17.30 presso il ristorante La Parte degli Angeli - The Angels' Share (via degli Angeli, 23). In libreria con “Quel che non sai di me” (Scatole Parlanti), il suo romanzo d’esordio, la grossetana Silvia Meconcelli ne parlerà con la scrittrice Simonetta Simonetti


mercoledì, 22 novembre 2017, 11:10

Alessandro Baricco rilegge "Il Gattopardo" a Lucca

L’edizione 2017 delle Conversazioni in San Francesco a Lucca, promosse e organizzate dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, prosegue con una serata speciale dedicata alla “letteratura”. Venerdì 24 novembre (ore 21) Alessandro Baricco ci regalerà in esclusiva una sua personale rilettura di uno dei grandi classici del Novecento: Il...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px