Anno 5°

lunedì, 11 dicembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cultura e spettacolo

“Matikka”, il piacere della matematica

lunedì, 1 agosto 2016, 15:51

di marina giannarini

23 alunni lucchesi di quinta elementare inizieranno il prossimo anno scolastico in Finlandia dove la prima campanella dopo le vacanze estive suona tradizionalmente il 18 agosto. Invitati dalla responsabile della scuola della città di Turku, frequenteranno le lezioni presso l’istituto“Pansio” dal 22 al 26 dello stesso mese, partecipando a tutte le iniziative che li vedranno coinvolti insieme ai loro compagni finlandesi e coronando, con questa breve ma intensa esperienza all’estero, un progetto intrapreso e portato a termine insieme alla loro docente Patrizia Casella.

Insegnante di scuola primaria, docente dal 2005 al 2009 presso i corsi SSIS per le didattiche speciali nell’area matematica, responsabile e presidente, per la provincia di Lucca, dell’Associazione Italiana per la Dislessia dal 1998 al 2015, relatrice in molteplici corsi tecnico-pratici relativi all’apprendimento ed alle sue difficoltà in ambito logico-matematico, in costante contatto con figure di spicco dell’Università di Pisa come i professori Alfredo Stussi e Roberto Aniello, Patrizia Casella ha avuto modo di sperimentare con esiti positivi il “protocollo per una didattica spazio-temporale della lettura”, un metodo la cui applicazione sui bambini ha dato risultati talmente positivi  -migliorando e potenziando le competenze di lettura e scrittura di tutti i discenti e non solo di quelli in difficoltà- da consentirle di esporne le caratteristiche e l’efficacia in numerosi corsi di aggiornamento. Il metodo si fonda sulla validità dimostrata dal ritmo isocrono nel favorire l’automatismo della lettura e si esplica attraverso modalità che vedono impegnato l’allievo in esercizi che, basati sull’uso del metronomo, coinvolgono la respirazione, il corpo nel suo complesso e la sua postura. Il miglioramento che la fruizione del protocollo comporta è stato di recente registrato anche in Finlandia. Nonostante l’Italiano ed il Finlandese siano, infatti, due lingue assolutamente diverse per la loro origine  -neolatina la prima e ugrofinnica la seconda- entrambe hanno la caratteristica di essere trasparenti e isosillabiche e, pertanto, idonee ad un confronto dei risultati emersi dalla sperimentazione del metodo.

Ciò che di ancor più interessante Patrizia Casella ha scoperto, però, negli ultimi anni, è il felice rapporto che intercorre fra l’asse linguistico e quello logico-matematico. Nel 2012, infatti, a seguito di una sua richiesta di recarsi in Finlandia grazie al progetto Comenius, ha l’opportunità, oltre che di visitare qualche classe, di visionare e fotografare alcuni libri di matematica di cui, una volta tornata in Italia, chiede ed ottiene altre copie presso la finlandese Sanoma Pro. Scopre, usandoli con i suoi piccoli alunni, che quest’ultimi, grazie al ruolo preponderante svolto nei testi dalle immagini, riescono, in prima elementare, a svolgere esercizi per la cui soluzione sono indispensabili due o tre operazioni che solo nelle classi successive vengono insegnate con il metodo tradizionale. Non solo: poiché i quesiti sono scritti in finlandese, e per risolverli i bambini devono apprendere alcune parole chiave, per comprenderne il significato le scompongono spontaneamente, essendo il finlandese una lingua agglutinante, ossia una lingua in cui le parole hanno una sola radice dalla quale altri termini nascono in virtù di prefissi e suffissi. Se ne ricava che, prima di dare soluzione ad un problema matematico, gli allievi sono tenuti a risolverne uno linguistico a sua volta originato dal linguaggio iconico, ossia quello delle immagini. Se si riflette, poi, sul fatto che, usando l’IPad,  i bimbi si connettono a Google per tradurre il Finlandese attraverso l’Inglese e che, come sostiene lo psicologo statunitense J. Bruner, il linguaggio genera atti di pensiero che si trasformano in strutture logiche astratte, non può sfuggire il prezioso nesso, veicolato dall’iconografia, fra gli assi logico-matematico e  linguistico  e quanto la loro interazione sia efficace ai fini di un apprendimento piacevole oltre che proficuo.

In considerazione degli esiti della sua ricerca sperimentale, non solo Patrizia Casella ha scritto nel marzo del ’15 al ministero dell’Istruzione  per partecipare all’incontro del ministro Stefania Giannini con le Eccellenze, ma ha anche incontrato, il 14 luglio scorso, l’ambasciatore italiano ad Helsinki, Gabriele Altana, il quale le ha promesso di dare visibilità sia in Finlandia sia presso la stampa italiana al lavoro da lei svolto, lavoro di cui a Lucca resta, come simbolica e significativa testimonianza, l’inno nazionale finlandese, “Maamme”, cantato, nella sala del Consiglio Comunale, il 5 aprile 2016, di fronte all’ambasciatore Janne Taalas, dagli alunni di quarta elementare,  gli stessi che, prossimamente, vivranno un alternativo inizio di anno scolastico a Turku. 


Questo articolo è stato letto volte.



prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


esedra-liceo-internazionale


Affatato Schirru


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


Altri articoli in Cultura e spettacolo


sabato, 9 dicembre 2017, 12:10

Con gli Stati Generali della Fotografia si chiude Photolux

Photolux chiuderà ufficialmente i battenti alle 16, nell'auditorium di San Micheletto, con la presentazione di "Storytelling a chi? Guida pratica per fotografi cantastorie", ultimo libro di Sara Munari


sabato, 9 dicembre 2017, 09:08

Il Meic promuove un incontro sul ruolo della donna nelle comunità cristiane

Presentazione pubblica del volume curato dalla teologa Serena Noceti, "Diacone", Dehoniane 2017, che tocca uno dei punti cruciali dell'attuale dibattito sulla riforma della Chiesa: quello dei ministeri femminili e, più in generale, del ruolo della donna nella Chiesa


prenota_spazio


venerdì, 8 dicembre 2017, 14:45

Attualità e ricerca nelle mostre di Photolux

Conto alla rovescia per la fine dell'edizione 2017 del PhotoluxFestival. C'è tempo fino a domenica 10 dicembre per visitare le ultime mostre e immergersi, è proprio il caso di dirlo, nel Mediterraneo, tema portante della biennale di fotografia diretta da EnricoStefanelli


venerdì, 8 dicembre 2017, 11:10

Un documentario per Maria Luisa di Borbone in San Franceschetto

Un passaggio storico per Lucca e il suo territorio: Maria Luisa di Borbone diventa duchessa di Lucca. Una storia di duecento anni fa raccontata in un documentario che verrà presentato domani (sabato 9 dicembre) alle 11.30 nella Chiesa di San Franceschetto, annessa al Complesso di San Francesco


venerdì, 8 dicembre 2017, 08:42

“App-Lab”: un’esperienza creativa per gli alunni dell’Ite “F. Carrara”

Appena quindicenni, hanno già ideato e realizzato due app di tutto rispetto per smartphone e tablet e altre ne progetteranno in futuro. Sono gli alunni dell’ITE “F. Carrara” che partecipano ad un corso facoltativo pomeridiano organizzato dai docenti di informatica dell’Istituto


giovedì, 7 dicembre 2017, 14:21

Iniziano le celebrazioni del Bicentenario dell'insediamento della Duchessa Maria Luisa di Borbone a Lucca

Con "Il Naso e la Storia" si aprono al pubblico, nel bicentenario dell'arrivo di Maria Luisa di Borbone a Lucca, le sale di Palazzo Ducale che furono il teatro di Elisa. Ingresso libero


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px