Anno 5°

domenica, 28 maggio 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

prenota_spazio

Economia e lavoro

Ricercatori europei in visita a S.Alessio al progetto di ricarica artificiale delle acque

giovedì, 23 aprile 2015, 14:16

Il sito sperimentale sul fiume Serchio a Sant'Alessio è stato, nei giorni scorsi, la méta della visita di una cinquantina di ricercatori che partecipano al progetto Marsol – di cui la Provincia di Lucca è partner – e che, in questo modo, hanno potuto vedere di persona l'applicazione del progetto che permette di sfruttare la ricarica artificiale delle acque del Serchio per portare circa 600 litri al secondo (pari a 18 milioni di metri cubi all'anno) di acqua potabile a Lucca, Pisa e Livorno.

Il progetto vuole dimostrare come grazie alla ricarica artificiale dei bacini, sia possibile risolvere i problemi di carenza idrica, tenuto conto anche del fatto che i cambiamenti climatici in atto comporteranno sempre più dei prolungati periodi di siccità.

La Provincia di Lucca – assieme alla Scuola Sant'Anna di Pisa e alla Società Tea Sistemi spa – ha installato nel campo pozzi di Sant'Alessio, un controllo sperimentale che servirà a verificare in tempo reale i principali parametri chimico-fisici delle acque sotterranee e del fiume Serchio.

Tutti i parametri rilevati vengono inseriti in una banca dati dove vengono elaborati per delineare degli scenari di rischio per i differenti periodi di simulazione.

Recenti studi a carattere regionale hanno stimato che nelle regioni mediterranee, a causa dei cambiamenti climatici, nell’anno 2100, a fronte di una costante crescita della popolazione, sarà disponibile solo il 50 per cento delle risorse idriche oggi presenti e questo si tradurrà in siccità e perdita di colture.

Il progetto europeo Marsol sta prendendo in esame otto siti campione – distribuiti tra Grecia, Portogallo, Spagna, Malta, Italia e Israele – l'impiego di acque provenienti da origini diverse, come quella desalinizzata dell'Oceano, l'acqua del fiume e le acque reflue trattate, in modo che possano essere immagazzinate nel sottosuolo con diverse tecniche. Uno di questi siti, appunto, è quello di Sant'Alessio, dove i ricercatori hanno potuto vedere in azione l'avanzato sistema di controllo installato dalla Provincia di Lucca, anche grazie alla disponibilità della società Geal Spa.


Questo articolo è stato letto 752 volte.


carismi san miniato


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px



essegi


Marco Catelli affitti


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


top speed autolavaggio


sabato, 27 maggio 2017, 13:04

Il professor Yahagi in visita all'endoscopia di Lucca

Nei giorni scorsi si è infatti presentato al "San Luca" Naohisa Yahagi, uno dei massimi esperti al mondo nei settori dell'endoscopia e della gastroenterologia


sabato, 27 maggio 2017, 10:47

Un anno di Stazione dell'Acqua: i lucchesi hanno risparmiato 127 mila euro di acqua minerale

Sono numeri record quelli diffusi da Geal nel giorno in cui la Stazione dell'Acqua compie un anno. Era il 27 maggio 2016 quando il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini riempì la prima simbolica bottiglia di acqua dell'Acquedotto del Nottolini


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 26 maggio 2017, 19:30

Scuola Imt, cerimonia di conferimento dei diplomi di dottorato

La Scuola IMT Alti Studi Lucca celebra gli allievi arrivati al termine del percorso accademico con la cerimonia di conferimento dei diplomi di dottorato. Lunedì 29 maggio, alle 15.30, allievi e professori si riuniranno nell'auditorium Cappella Guinigi


venerdì, 26 maggio 2017, 19:28

Snaitech, firmato il verbale di accordo al Ministero. Pellegrini (FIM): "Si è conclusa la fase procedurale"

Nella mattinata di oggi (26 maggio), presso la sede del Ministero del lavoro e politiche sociali a Roma, è stato ratificato il verbale di accordo tra la Snaitech e i sindacati. Per Narcisa Pellegrini (segretaria Fim Cisl Toscana Nord) adesso dovrà iniziare la fase di monitoraggio


venerdì, 26 maggio 2017, 17:29

Braccini: 'Da ora in poi inizia la fase di monitoraggio dell'accordo mediante appositi incontri con cadenza mensile'

"L'accordo siglato da tutte le organizzazioni sindacali nazionali e approvato tramite referendum grazie al voto espresso nel settore metalmeccanico, approvato con il 98% dei consensi, segna una svolta importante riguardo questa complessa vertenza che era aperta da oltre un anno"


venerdì, 26 maggio 2017, 17:27

Successo per il corso di alta formazione della Fondazione Pera

Circa 90 iscritti, provenienti da tutta Italia: un bilancio lusinghiero per la quarta edizione del Corso di Alta Formazione in Diritto del Lavoro, organizzato dalla Fondazione Giuseppe Pera, sotto la direzione della presidente Ilaria Milianti e del direttore Marco Cattani