Anno 5°

lunedì, 26 giugno 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Galletti Parisi questa sera da Michele Marcucci

lunedì, 19 giugno 2017, 08:20

Chi non conosce, ormai, l'inconfondibile profilo di Paolo Parisi, titolare di una delle più apprezzate e quotate aziende agricole toscane? Questa sera, a partire dalle 20, all'Enoteca Marcucci di via Garibaldi a Pietrasanta, sulla tavola i galletti di Parisi, in umido, ma, insiste lo stesso Parisi, anche arrosto che sono una delizia. "I miei galletti sono della razza buggianese - spiega Parisi - e l'ideale sarebbe quello di farne mangiare metà a ogni commensale, dalla testa alla parte posteriore così da far assaggiare a tutti tutto. Essendo di taglia piccola, infatti, tagliandoli in senso longitudinale, ne vengono due parte perfettamente uguali dove ognuno assaggia tutto, dalla testa al etto alle ali alla coscia. Si tratta di una razza rimasta tra le ultime che ancora vola e che conserva l'attitudine a covare. Galletti e galline buggianesi, razza di taglia piccola, ma molto buona".

Nella azienda agricola di Parisi ci sono circa 3 mila galline molte delle quali di razza livornese che hanno l'abitudine di fare delle uova fantastiche: "E stasera ne porterò un po', poi vedremo con Michele cosa deciderà di fare se cucinarle e proporle. Io posso solo dire che le mie galline sono alimentate con cereali e latte di capra e le uova sono a guscio bianco e sono state inserite nei menu di quasi tutti i ristoranti più prestigiosi in Italia".

Paolo Parisi è stato, negli anni Novanta, tra i promotori della riscoperta della cinta senese.

"Abbiamo voluto avere con noi Parisi - ha aggiunto Marcucci - perché la sua eccellenza fa parte della nostra tradizione. I suoi galletti sono speciali e questa sera si avrà la dimostrazione di cosa significa allevare del pollame con criteri qualitativi decisamente di alto livello e di altrettanta attenzione alla alimentazione".


Questo articolo è stato letto volte.


carismi san miniato


Orti di Elisa



Locanda di Bacco


Osteria Il Manzo



Bar Monica



prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 24 giugno 2017, 15:43

Arriva Tropical Twiga: ogni domenica l'aperitivo più suggestivo dell'estate

La novità dell'estate versiliese è Tropical Twiga: l'aperitivo più suggestivo della stagione. Una nuova proposta per gli appassionati di un rito - quello dell'aperitivo - che cerca di soddisfare anche coloro che non amano fare troppo tardi la notte


giovedì, 22 giugno 2017, 15:08

Alla pizzeria "Da Cecio" arriva la farina di Enkir, il grano più antico al mondo

Andrea Morini, vincitore di un Oscar della pizza: "Cerco di innovare sempre le miei creazioni, andando incontro alle richieste di chi sceglie una alimentazione sana"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 22 giugno 2017, 00:35

Il passato è un uovo rotto, il futuro è un uovo da covare: l'uovo assoluto di Paolo Parisi

Parafrasando l'aforisma del poeta francese Paul Eluard, ecco qua l'Uovo, l'unico e inimitabile, di Paolo Parisi, rigorosamente bianco e covato dalle sue tremila galline livornesi ieri sera ospite all'Enoteca di Michele Marcucci


martedì, 20 giugno 2017, 22:19

Alla corte di Briatore un cuoco 'tutta un'altra musica'

Nel suo passato un'esperienza straordinaria alla Pergola, ristorante pluristellato, a Roma, ma anche anni da direttore d'orchestra in giro per l'Europa. Poi, l'esplosione di una passione: la cucina


martedì, 20 giugno 2017, 16:54

Al Real Collegio il senso della birra

Dal 23 al 25 giugno si svolgerà, nella suggestiva location del Real Collegio di Lucca, “Il Senso della Birra”, giunta quest'anno alla nona edizione. La manifestazione è dedicata alla promozione della birra artigianale 


domenica, 18 giugno 2017, 09:46

Farcito al Forte festeggia il compleanno

Per chi crede che un panino sia solo l'insieme di due fette di pane, non ha capito niente. Se poi si azzarda a dire una cosa del genere a Giacomo Cappellini, uno dei soci del ristorante Farcito a Forte dei Marmi, si rischia di essere presi per scemi