Anno 5°

martedì, 21 febbraio 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

Politica

Caos al pronto soccorso, Menesini chiama Tambellini che convoca la conferenza dei sindaci

mercoledì, 11 gennaio 2017, 19:29

A seguito della visita al pronto soccorso dell'ospedale San Luca compiuta ieri (martedì 10), il sindaco Luca Menesini scrive al presidente della Conferenza dei sindaci e sindaco di Lucca Alessandro Tambellini perché la politica affronti le questioni critiche di questi giorni, sia in chiave di soluzioni nell'immediato che in una di prospettiva a medio e lungo termine. Per fare questo, Menesini chiede a Tambellini di convocare la Conferenza dei Sindaci già la prossima settimana, a cui far partecipare anche la direzione di Area Vasta e i sindacati, Cgil, Cisl e Uil.

E Tambellini gli ha subito risposto a stretto giro di posta: "Caro Luca, vista l'importanza di affrontare insieme la situazione del Pronto Soccorso dell'Ospedale San Luca, proprio questa mattina ho chiesto agli uffici di predisporre la convocazione della onferenza Zonale dei sindaci per il 26 gennaio alle 15. Confido che la stessa convocazione arriverà a breve".

 

Ecco la lettera scritta da Menesini a Tambellini:

 

Egregio Sindaco, 

ti scrivo a seguito della visita al pronto soccorso dell’ospedale San Luca, che ho sentito la necessità di fare per comprendere meglio, e in modo più approfondito, la questione dell’alto afflusso di persone alla struttura, perché incide sulla qualità della vita dei nostri cittadini. Basti pensare che l’emergenza, con tutte le complicazioni, ha comportato quella carenza di posti letto di cui si legge da giorni, con persone che passano ore, se non giorni, su una barella sistemata negli spazi del pronto soccorso.

Per il sottoscritto questo è inaccettabile.

Come Sindaci non possiamo quindi lasciare che questa situazione sia gestita esclusivamente dalla direzione di Area Vasta, e soprattutto dai medici e dal personale che ogni giorno, con passione e competenza, lavora al pronto soccorso; né possiamo che gli unici soggetti che si fanno carico di portare alla luce le difficoltà del personale medico e infermieristico, nonché dei cittadini, siano i sindacati.

Se non facciamo la nostra parte, penso che il percorso finisca con esposti alla Procura, Corte dei Conti, e altre soluzioni che poi impediscono a noi, che sul territorio viviamo, di prendere decisioni nell’interesse delle nostre comunità e di chi lavora in pronto soccorso.

E’ urgente, quindi, convocare già la prossima settimana una Conferenza dei Sindaci per affrontare questi temi insieme ai sindacati – Cgil, Cisl e Uil – e alla direzione di Area Vasta.

Domani l’azienda mette in campo una mini riorganizzazione per fronteggiare l’emergenza; i sindacati pensano che sarà inefficace, io credo che sia una risposta contingente, da monitorare, e che non deve comportare un impoverimento dell’ospedale.

Allo stesso tempo, ritengo che le richieste dei sindacati siano da prendere seriamente in considerazione, e che il confronto con loro non debba mai venire meno.

Gli autori di un percorso di dialogo serie ed efficace dobbiamo essere noi, visto che la salute pubblica è una delle responsabilità più importanti che abbiamo.

Sono certo che se i Sindaci interpreteranno il loro ruolo politico di contrattazione con la Regione e con l’Area Vasta sul ruolo dell’ospedale di Lucca e della sanità lucchese nel quadro complessivo, i cittadini troveranno un ospedale più a dimensione delle loro necessità, e i medici, gli infermieri e tutto il personale sanitario lavoreranno in un ambiente meno stressante e più adatto alle prestazioni di qualità che sono tenuto ad avere.

C’è bisogno che la politica faccia la sua parte, senza esitazione, senza distinzione di appartenenza politica e partitica.

Sono sicuro che condividendo un percorso con la direzione di Area Vasta e sindacati, e quindi fornendo indirizzi politici chiari su cosa vogliamo che diventi l’ospedale San Luca e l’intero sistema sanitario locale, compresa quindi la parte territoriale, imprescindibile da quella ospedaliera, riusciremo a creare un modello di sanità ospedaliera ed extra-ospedaliera ancora più appropriata alle necessità dei cittadini.

 


Questo articolo è stato letto 478 volte.


carismi san miniato


elettroKDM


Affatato Schirru


LUCAR_2016


fondazione carilucca


il casone



prenota


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


top speed autolavaggio


lunedì, 20 febbraio 2017, 22:26

Colucci, colpo di testa o colpo di.. sole? Prima sbavava per Marchetti, ora spara addosso a lui e a Forza Italia

Attacca duramente Remo Santini così come Forza Italia, Berlusconi e i vecchi partiti, ma lui, Francesco Colucci al secolo ex Psi nonché pluridecorato per la sua militanza partitica nella Prima Repubblica, c'è o ci fa?


lunedì, 20 febbraio 2017, 22:20

"Gesam: il futuro della società sia deciso dopo le elezioni"

La richiesta arriva da Marco Martinelli presidente del gruppo Forza Italia. "Visto che il Consiglio dei Ministri - aggiunge Martinelli - ha fatto slittare al 30 giugno il termine per il riassetto delle società partecipate cade anche l'ultimo alibi di Tambellini e Bortoli"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 20 febbraio 2017, 13:39

"Vivi Lucca 2017": una lunga serie di eventi e manifestazioni

Anche per quest'anno Lucca vive una ricca serie di eventi e manifestazioni sul territorio. E' stato presentato "Vivi Lucca 2017", il cartellone unico degli eventi, che raccoglie un vasto elenco di appuntamenti che vanno da inizio anno a dicembre


lunedì, 20 febbraio 2017, 13:18

Marchetti-Colucci, big-match d'altri tempi

Il coordinatore provinciale di Forza Italia rinfaccia a Colucci tutte le volte che Marcello Pera si è fatto ritrarre in immagini con Berlusconi: "Altro che Remo santini che lo ha fatto una volta sola..."


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 19 febbraio 2017, 17:31

Lucca fa schifo, ma il senatore se ne accorge solo in campagna elettorale

Appello a Lucca di Marcello Pera: "La città dell'arte deve tornare a splendere". Già, ma dov'era fino al 4 dicembre il senatore? Forse troppo impegnato a dare una mano a Matteo Renzi per accorgersi che la sua città colava a picco da un pezzo...


domenica, 19 febbraio 2017, 11:43

La Chiesa si sta suicidando, grazie papa Francesco

Leggete questo articolo pubblicato da Il Giornale e a firma Magdi Allam. Poi riflettete sul contenuto e provate a pensare se papa Francesco non sia, complice il Governo e questo stato fantoccio, colui che sta distruggendo la Chiesa e la nostra civiltà