Anno 5°

giovedì, 14 dicembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Caos al pronto soccorso, Menesini chiama Tambellini che convoca la conferenza dei sindaci

mercoledì, 11 gennaio 2017, 19:29

A seguito della visita al pronto soccorso dell'ospedale San Luca compiuta ieri (martedì 10), il sindaco Luca Menesini scrive al presidente della Conferenza dei sindaci e sindaco di Lucca Alessandro Tambellini perché la politica affronti le questioni critiche di questi giorni, sia in chiave di soluzioni nell'immediato che in una di prospettiva a medio e lungo termine. Per fare questo, Menesini chiede a Tambellini di convocare la Conferenza dei Sindaci già la prossima settimana, a cui far partecipare anche la direzione di Area Vasta e i sindacati, Cgil, Cisl e Uil.

E Tambellini gli ha subito risposto a stretto giro di posta: "Caro Luca, vista l'importanza di affrontare insieme la situazione del Pronto Soccorso dell'Ospedale San Luca, proprio questa mattina ho chiesto agli uffici di predisporre la convocazione della onferenza Zonale dei sindaci per il 26 gennaio alle 15. Confido che la stessa convocazione arriverà a breve".

 

Ecco la lettera scritta da Menesini a Tambellini:

 

Egregio Sindaco, 

ti scrivo a seguito della visita al pronto soccorso dell’ospedale San Luca, che ho sentito la necessità di fare per comprendere meglio, e in modo più approfondito, la questione dell’alto afflusso di persone alla struttura, perché incide sulla qualità della vita dei nostri cittadini. Basti pensare che l’emergenza, con tutte le complicazioni, ha comportato quella carenza di posti letto di cui si legge da giorni, con persone che passano ore, se non giorni, su una barella sistemata negli spazi del pronto soccorso.

Per il sottoscritto questo è inaccettabile.

Come Sindaci non possiamo quindi lasciare che questa situazione sia gestita esclusivamente dalla direzione di Area Vasta, e soprattutto dai medici e dal personale che ogni giorno, con passione e competenza, lavora al pronto soccorso; né possiamo che gli unici soggetti che si fanno carico di portare alla luce le difficoltà del personale medico e infermieristico, nonché dei cittadini, siano i sindacati.

Se non facciamo la nostra parte, penso che il percorso finisca con esposti alla Procura, Corte dei Conti, e altre soluzioni che poi impediscono a noi, che sul territorio viviamo, di prendere decisioni nell’interesse delle nostre comunità e di chi lavora in pronto soccorso.

E’ urgente, quindi, convocare già la prossima settimana una Conferenza dei Sindaci per affrontare questi temi insieme ai sindacati – Cgil, Cisl e Uil – e alla direzione di Area Vasta.

Domani l’azienda mette in campo una mini riorganizzazione per fronteggiare l’emergenza; i sindacati pensano che sarà inefficace, io credo che sia una risposta contingente, da monitorare, e che non deve comportare un impoverimento dell’ospedale.

Allo stesso tempo, ritengo che le richieste dei sindacati siano da prendere seriamente in considerazione, e che il confronto con loro non debba mai venire meno.

Gli autori di un percorso di dialogo serie ed efficace dobbiamo essere noi, visto che la salute pubblica è una delle responsabilità più importanti che abbiamo.

Sono certo che se i Sindaci interpreteranno il loro ruolo politico di contrattazione con la Regione e con l’Area Vasta sul ruolo dell’ospedale di Lucca e della sanità lucchese nel quadro complessivo, i cittadini troveranno un ospedale più a dimensione delle loro necessità, e i medici, gli infermieri e tutto il personale sanitario lavoreranno in un ambiente meno stressante e più adatto alle prestazioni di qualità che sono tenuto ad avere.

C’è bisogno che la politica faccia la sua parte, senza esitazione, senza distinzione di appartenenza politica e partitica.

Sono sicuro che condividendo un percorso con la direzione di Area Vasta e sindacati, e quindi fornendo indirizzi politici chiari su cosa vogliamo che diventi l’ospedale San Luca e l’intero sistema sanitario locale, compresa quindi la parte territoriale, imprescindibile da quella ospedaliera, riusciremo a creare un modello di sanità ospedaliera ed extra-ospedaliera ancora più appropriata alle necessità dei cittadini.

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


Affatato Schirru


LUCAR_2016


carismi san miniato



il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


giovedì, 14 dicembre 2017, 14:30

Sicurezza, Barsanti (CasaPound): "Il quadro non cambia. Anzi peggiora. E il Siap giustamente si lamenta"

Il consigliere Fabio Barsanti (CasaPound Italia) interviene in merito ai furti avvenuti nelle ultime settimane sul territorio e parla della sicurezza


giovedì, 14 dicembre 2017, 13:51

Minniti (Lega Nord): "Signor sindaco, cosa ci faceva un kalasnikov al campo rom di via delle Tagliate?"

“Esprimo ai carabinieri ed a tutte le forze dell’ordine viva gratitudine per i controlli sul campo rom di via delle Tagliate che hanno permesso di far luce ancora una volta sulla situazione di grave e diffusa illegalità nel pieno centro abitato di Lucca"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 14 dicembre 2017, 13:06

Maniglia (Lega Nord): "Polizia di stato, il governo si sta distinguendo per scelte scellerate e fallimentari"

Marcella Maniglia, segretario Lega Nord Lucca e piana, è andata ad assistere al volantinaggio ad opera di alcuni agenti della polizia di stato che sostiene da sempre, sia come persona sia come responsabile territoriale


giovedì, 14 dicembre 2017, 12:24

Torrini (SìAmo Lucca): "Solidarietà alle forze dell'ordine"

Solidarietà ai sindacati della Polizia di Stato che protestano per le gravi difficoltà in versa la sicurezza del territorio lucchese. Lo dichiara la lista civica SìAmoLucca, che ha preso parte al sit in di questa mattina con il consigliere comunale Enrico Torrin


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 14 dicembre 2017, 11:46

Elezioni provinciali, domenica si vota per il rinnovo del consiglio

Domenica 17 dicembre la provincia di Lucca rinnoverà la composizione del consiglio provinciale che era in carica dal 21 settembre 2015, giorno dopo le prime elezioni di secondo livello previste dalla riforma Delrio per le nuove amministrazioni provinciali


giovedì, 14 dicembre 2017, 10:50

FdI sull’Accordo Quadro per il Lucca Summer Festival: “Qualcosa non ci torna”

Questa la ferma ed unanime opinione del gruppo Fratelli d'Italia, da quanto riferito dalla sede di Viale Cavour, sul cosiddetto "Accordo Quadro" per il Lucca Summer Festival. Per il gruppo ci sarebbe qualcosa che non torna