Anno 5°

martedì, 21 febbraio 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

Politica

Io corro da solo... salvo appattumarsi all'ultimo secondo

mercoledì, 11 gennaio 2017, 17:06

di aldo grandi

Quello che sembra impossibile o, quantomeno improbabile, è avvenuto. Nessuna intesa tra Alessandro Tambellini e i renziani, bensì una frattura e la decisione di correre, ognuno, per conto proprio. Attenzione, non è tutto così semplice. Al mercato delle vacche del partito democratico sia Tambellini sia Baccelli e il gruppo dei renziani non sono riusciti a mettersi d'accordo sul numero delle poltrone da assegnare. I renziani, pare, ne volevano troppe così da condizionare la sinistra tambelliniana in consiglio comunale per cui il primo cittadino non c'è stato.

Tuttavia, non tutto è così chiaro. E lo ha spiegato Stefano Bruzzesi nella conferenza stampa presso la sede del Pd in via Barbantini cui partecipano, oltre al responsabile enti locali e commissario della federazione di Lucca, anche Patrizio Andreuccetti segretario provinciale. 

"C'erano due possibilità - ha esordito Bruzzesi - o ricandidatura di Tambellini appoggiato dal Pd oppure una selezione attraverso le primarie. C'è stata la possibilità di un accordo che è andato vicinissimo a essere raggiunto questa notte, ma per un soffio non siamo arrivati alla sua definizione. Per questo ritengo che per trovare una soluzione al problema sia indispensabile pubblicare domani sul sito del Pd comunale il regolamento delle primarie e far sì, per accelerare il percorso di definizione politico, che il candidato a sindaco del Pd per Lucca si svolga con le primarie". 

"Se ci saranno cento firme - prosegue Bruzzesi - ossia se io ad esempio prendessi cento firme nell'arco di tempo previsto dal regolamento, io sarei uno dei candidati. Se poi nessuno prende le firme allora è automatico che Tambellini sarà il candidato. Unica cosa certa se entro le firme verranno raccolte entro quel periodo, allora ci sarà un altro candidato altrimenti andrà avanti l'attuale sindaco".

In sostanza da domani se Stefano Baccelli vuole essere il candidato dovrà trovare cento firmatari disposti a sostenere la sua candidatura. Se ciò non avverrà, vorrà dire che i due gruppi hanno raggiunto l'ennesimo compromesso.

Da domani, quindi, Bruzzesi procederà alla nomina di cinque persone che avranno il compito di procedere a quelle operazioni di carattere burocratico necessarie all'espletamento delle primarie. A partire dalle 15 sarà possibile firmare per il candidato prescelto. Se, dopo la settimana o, al massimo dieci giorni previsti, ci sarà un candidato che ha raccolto almeno 100 firme pari al 15 per cento degli iscritti, allora parteciperà alle primarie alle quali Tambellini ha più volte detto di non voler prendere parte. Altrimenti se, cioè, non saranno trovate cento firme, sarà Tambellini, automaticamente, il candidato del Partito democratico.

"Siamo stati veramente ad un soffio dal raggiungere l'accordo - spiega Bruzzesi - e non è nemmeno stata, come avete scritto, una questione di assessorati o di nomine alle Partecipate. E' stato un dibattito molto più ampio in cui sono stati affrontati tutti i temi e anche, ovviamente, la questione relativa alla formazione da far scendere in campo e che sia la migliore formazione possibile per centrare l'obiettivo. Io non drammatizzo e non sono affatto preoccupato anche perché, comunque, una soluzione verrà trovata. Unica cosa i tempi, che devono essere celeri perché non si può andare avanti per troppo tempo".


Questo articolo è stato letto 1013 volte.


carismi san miniato


elettroKDM


Affatato Schirru


LUCAR_2016


fondazione carilucca


il casone



prenota


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


top speed autolavaggio


lunedì, 20 febbraio 2017, 22:26

Colucci, colpo di testa o colpo di.. sole? Prima sbavava per Marchetti, ora spara addosso a lui e a Forza Italia

Attacca duramente Remo Santini così come Forza Italia, Berlusconi e i vecchi partiti, ma lui, Francesco Colucci al secolo ex Psi nonché pluridecorato per la sua militanza partitica nella Prima Repubblica, c'è o ci fa?


lunedì, 20 febbraio 2017, 22:20

"Gesam: il futuro della società sia deciso dopo le elezioni"

La richiesta arriva da Marco Martinelli presidente del gruppo Forza Italia. "Visto che il Consiglio dei Ministri - aggiunge Martinelli - ha fatto slittare al 30 giugno il termine per il riassetto delle società partecipate cade anche l'ultimo alibi di Tambellini e Bortoli"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 20 febbraio 2017, 13:39

"Vivi Lucca 2017": una lunga serie di eventi e manifestazioni

Anche per quest'anno Lucca vive una ricca serie di eventi e manifestazioni sul territorio. E' stato presentato "Vivi Lucca 2017", il cartellone unico degli eventi, che raccoglie un vasto elenco di appuntamenti che vanno da inizio anno a dicembre


lunedì, 20 febbraio 2017, 13:18

Marchetti-Colucci, big-match d'altri tempi

Il coordinatore provinciale di Forza Italia rinfaccia a Colucci tutte le volte che Marcello Pera si è fatto ritrarre in immagini con Berlusconi: "Altro che Remo santini che lo ha fatto una volta sola..."


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 19 febbraio 2017, 17:31

Lucca fa schifo, ma il senatore se ne accorge solo in campagna elettorale

Appello a Lucca di Marcello Pera: "La città dell'arte deve tornare a splendere". Già, ma dov'era fino al 4 dicembre il senatore? Forse troppo impegnato a dare una mano a Matteo Renzi per accorgersi che la sua città colava a picco da un pezzo...


domenica, 19 febbraio 2017, 11:43

La Chiesa si sta suicidando, grazie papa Francesco

Leggete questo articolo pubblicato da Il Giornale e a firma Magdi Allam. Poi riflettete sul contenuto e provate a pensare se papa Francesco non sia, complice il Governo e questo stato fantoccio, colui che sta distruggendo la Chiesa e la nostra civiltà