Anno 5°

domenica, 24 settembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Io corro da solo... salvo appattumarsi all'ultimo secondo

mercoledì, 11 gennaio 2017, 17:06

di aldo grandi

Quello che sembra impossibile o, quantomeno improbabile, è avvenuto. Nessuna intesa tra Alessandro Tambellini e i renziani, bensì una frattura e la decisione di correre, ognuno, per conto proprio. Attenzione, non è tutto così semplice. Al mercato delle vacche del partito democratico sia Tambellini sia Baccelli e il gruppo dei renziani non sono riusciti a mettersi d'accordo sul numero delle poltrone da assegnare. I renziani, pare, ne volevano troppe così da condizionare la sinistra tambelliniana in consiglio comunale per cui il primo cittadino non c'è stato.

Tuttavia, non tutto è così chiaro. E lo ha spiegato Stefano Bruzzesi nella conferenza stampa presso la sede del Pd in via Barbantini cui partecipano, oltre al responsabile enti locali e commissario della federazione di Lucca, anche Patrizio Andreuccetti segretario provinciale. 

"C'erano due possibilità - ha esordito Bruzzesi - o ricandidatura di Tambellini appoggiato dal Pd oppure una selezione attraverso le primarie. C'è stata la possibilità di un accordo che è andato vicinissimo a essere raggiunto questa notte, ma per un soffio non siamo arrivati alla sua definizione. Per questo ritengo che per trovare una soluzione al problema sia indispensabile pubblicare domani sul sito del Pd comunale il regolamento delle primarie e far sì, per accelerare il percorso di definizione politico, che il candidato a sindaco del Pd per Lucca si svolga con le primarie". 

"Se ci saranno cento firme - prosegue Bruzzesi - ossia se io ad esempio prendessi cento firme nell'arco di tempo previsto dal regolamento, io sarei uno dei candidati. Se poi nessuno prende le firme allora è automatico che Tambellini sarà il candidato. Unica cosa certa se entro le firme verranno raccolte entro quel periodo, allora ci sarà un altro candidato altrimenti andrà avanti l'attuale sindaco".

In sostanza da domani se Stefano Baccelli vuole essere il candidato dovrà trovare cento firmatari disposti a sostenere la sua candidatura. Se ciò non avverrà, vorrà dire che i due gruppi hanno raggiunto l'ennesimo compromesso.

Da domani, quindi, Bruzzesi procederà alla nomina di cinque persone che avranno il compito di procedere a quelle operazioni di carattere burocratico necessarie all'espletamento delle primarie. A partire dalle 15 sarà possibile firmare per il candidato prescelto. Se, dopo la settimana o, al massimo dieci giorni previsti, ci sarà un candidato che ha raccolto almeno 100 firme pari al 15 per cento degli iscritti, allora parteciperà alle primarie alle quali Tambellini ha più volte detto di non voler prendere parte. Altrimenti se, cioè, non saranno trovate cento firme, sarà Tambellini, automaticamente, il candidato del Partito democratico.

"Siamo stati veramente ad un soffio dal raggiungere l'accordo - spiega Bruzzesi - e non è nemmeno stata, come avete scritto, una questione di assessorati o di nomine alle Partecipate. E' stato un dibattito molto più ampio in cui sono stati affrontati tutti i temi e anche, ovviamente, la questione relativa alla formazione da far scendere in campo e che sia la migliore formazione possibile per centrare l'obiettivo. Io non drammatizzo e non sono affatto preoccupato anche perché, comunque, una soluzione verrà trovata. Unica cosa i tempi, che devono essere celeri perché non si può andare avanti per troppo tempo".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


Affatato Schirru


LUCAR_2016


fondazione carilucca


carismi san miniato



il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


top speed autolavaggio


sabato, 23 settembre 2017, 10:10

Rossi: "Chi picchia i fascisti fa bene", Cabras (FN): "Quando ti pare"

"Il Governatore deve sapere che troverà Forza Nuova sempre pronta a rispondere colpo su colpo, qualunque sia il campo d'azione in cui la sua irresponsabilità porterà lo scontro politico: sappiamo bene che per personaggi del genere la guerra civile non è mai finita"


venerdì, 22 settembre 2017, 18:45

Martinelli fuori dai denti: "La Regione ci ha rotto il... Gender"

"La Regione smetta di veicolare il gender". Lo dichiara Marco Martinelli presidente del gruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Lucca con riferimento alla conferenza organizzata dal gruppo 'Si Toscana a Sinistra' che si terrà il 7 ottobre in una sala del Consiglio Regionale della Toscana dal titolo "Bambini in rosa"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 22 settembre 2017, 12:52

Rolling Stones: per Barsanti (CasaPound) sì al concerto, ma critiche al comune 'bugiardo'

Interviene anche il consigliere comunale di CasaPound Fabio Barsanti sull'evento principale di settembre a Lucca - il concerto dei Rolling Stones - e sulle polemiche riguardanti l'organizzazione


venerdì, 22 settembre 2017, 12:34

Muoia il lampione con tutti i filistei: adesso è l'ora della musica e delle... scelte

Stop alle telefonate diceva Tortora in una famosa trasmissione televisiva e stop alle polemiche dobbiamo dire adesso noi che a Lucca abbiamo la possibilità di ospitare uno show unico, indimenticabile in una location che è tutta da scoprire


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 22 settembre 2017, 08:44

Blocco Studentesco: "Flop dell'alternanza scuola-lavoro"

"Un anno di alternanza da buttare: Ministro Fedeli quando inizi a lavorare?" è il testo degli striscioni affissi in città e in tutta Italia dal Blocco Studentesco per evidenziare i pessimi risultati dell'esperimento didattico-lavorativo condotto a partire dalla "Buona Scuola" renziana


giovedì, 21 settembre 2017, 19:15

Minniti (Lega Nord): "Viabilità e rotonde le scelte sbagliate della giunta Tambellini"

"Sono molte le zone della città diventate invivibili a causa delle scelte sbagliate e della negligenza dell’amministrazione Tambellini". E’ quanto afferma Giovanni Minniti capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale