Anno 5°

domenica, 24 settembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Passa in Consiglio il piano del traffico voluto dalla maggioranza

venerdì, 17 febbraio 2017, 08:36

di nico venturi

L’opposizione prova a rinviare la discussione sul piano generale del traffico dopo la relazione dell’assessore Francesca Pierotti (leggi articolo). Martinelli propone diversi emendamenti di modifica, la consigliera Bianchi chiede i dati mancanti sull’incidentalità, affermando che sono fondamentali per la discussione di tale argomento, mentre Lenzi critica ampiamente il piano, ritenendolo “pieno di errori e inapplicabile”. Si prova anche a rivedere il modo di votazione, ma alla fine della discussione il piano passerà con i 16 voti favorevoli della maggioranza, più il voto del consigliere Pino del Gruppo Misto, che però non ha votato le osservazioni e le controdeduzioni.

La prima a prendere la parola è la consigliera Roberta Bianchi, che lamenta la mancanza dei dati sull’incidentalità. “La mancanza di questi dati preclude una discussione approfondita sulla questione – spiega la Bianchi. – Non si può discutere un piano sul traffico senza i dati sull’incidentalità, perché non potremmo intervenire con prezisione sulle criticit di alcune zone come ad esempio via Salicchi, ma anche l’ultimo tratto di Brennero, che da sempre sono i punti più delicati della nostra viabilità. Chiedo quindi di sospendere la discussione fino a che non vengano forniti i dati adeguati al trattamento di questo tema”. Ad avvalorare le ragioni della consigliera Bianchi è intervenuto anche il consigliere Lenzi, dichiarando che ‘se un’istruttoria è carente di alcuni punti la pratica andrebbe ritirata’. La proposta è stata bocciata dalla maggioranza, che poi è intervenuta nella persona di Francesco Battistini, capogruppo del Pd. “Questo piano è stato più volte discusso durante la commissione lavori pubblici, ma voglio proporre un ordine del giorno (poi approvato) che accolga la richiesta di monitorare la viabilità dopo la riapertura del sottopasso di via Ingrillini e di prevedere anche per i piani futuri la concertazione con le categorie – spiega Battistini. – Vorrei poi ricordare che abbiamo anche accolto la richiesta di coinvolgimento della camera di commercio nel piano di dettaglio”.

La consigliera Bianchi è poi tornata all’attacco su dati dell’incidentalità e sulla perimetrazione del centro abitato, ritenendo poi assurdo che non si sia tenuto conto della nuova viabilità per il sottopasso di via Ingrillini. La Bianchi ha anche richiesto notizie del progetto Anas per il cavalca-ferrovia che si dovrebbe realizzare in via Nazario Sauro, e un suo eventuale collegamento con la zona del nuovo sottopasso. E’ stato poi il turno del consigliere comunale Marco Martinelli, che dopo aver presentato alcuni emendamenti riguardo all’ordine del giorno, ha esposto la sua contrarietà alla predisposizione del piano del traffico urbano. “Riteniamo un errore – spiega il consigliere Marco Martinelli - aver predisposto un piano di straordinaria importanza per il futuro della città, come quello del traffico, che mette in campo importanti cambiamenti che riguarderanno direttamente i nostri concittadini, le attività e quindi centinaia e centinaia di posti di lavoro, senza aver fatto una reale e concreta concertazione con le associazioni di categoria, che avranno le ricadute maggiori in termini di flussi di persone”.

Il consigliere Marco Martinelli ha poi esposto la sua teoria di gestione dei parcheggi, della Manifattura Tabacchi e in generale del piano di rivalutazione attrattiva del centro storico in funzione della facilità, per ogni cittadino, di trovare un posto per la propria auto. “Per quello che riguarda il centro storico – continua il consigliere Martinelli - preoccupa fortemente la volontà dell’amministrazione di eliminare i posti blu a raso presenti nelle piazze, per concentrare la sosta esclusivamente nei parcheggi in struttura. Questo per il semplice motivo che i parcheggi in struttura sono del tutto inadeguati alle vere esigenze commerciali e turistiche del centro storico. Per questa ragione – spiega ancora il consigliere - diciamo no all’eliminazione di qualsiasi stallo blu attualmente esistente all’interno della città, chiedendo al tempo stesso la riapertura dell’area di sosta dell’ex Caserma Lorenzini, la cui chiusura sta avendo pesanti ricadute economiche e logistiche. Riteniamo ancora più importante poi una revisione del progetto di recupero della ex Manifattura Tabacchi, che preveda un notevole ampliamento dell’area destinata alla sosta a pagamento e il raggiungimento di mille posti auto – commenta Martinelli. - A tale proposito, si indica la soluzione del problema con l’eliminazione della zona commerciale, del tutto inutile rispetto alle esigenze di una città già ampiamente coperta dal punto di vista delle funzioni commerciali. Esprimiamo poi totale contrarietà anche all’ipotesi di destinare a ‘zone di sosta riservate agli aventi diritto’ i posti auto oggi utilizzati per la sosta occasionale, necessaria e doverosa, quindi di chi vuol fare acquisti nelle attività commerciali della periferia e, aspetto tutt’altro che trascurabile, di chi dagli attuali parcheggi della periferia raggiunge ogni giorno il centro storico a piedi per motivi lavorativi. In particolare – continua il consigliere - giudichiamo parziale un progetto che, se pur valido in linea di principio, miri in teoria a ottimizzare l’utilizzo dei parcheggi in struttura esistenti all’esterno della città, ma che nella realtà sia scomodo e difficilmente applicabile”

“Se da una parte non ci sono dubbi che Palatucci e Carducci siano due aree di sosta preziose soprattutto per i turisti – spiega ancora Martinelli nel suo lungo intervento - dall’altra non si può pensare che essi diventino gli unici contenitori per chi, e qua pensiamo soprattutto ai lucchesi non residenti, intenda raggiungere il centro storico o la periferia stessa. Palatucci e Carducci sono infatti troppo distanti per chi debba raggiungere qualsiasi meta (centro storico, quartiere di san Concordio, quartiere di Sant’Anna) a piedi con pacchi, passeggini o semplicemente a piedi, in caso di pioggia, vento e condizioni meteo avverse. E’ ovvio che – commenta ancora il consigliere - incentrando tutto su queste due aree di sosta, la gente sarebbe ancora più scoraggiata di quanto già non lo sia adesso a parcheggiare a Lucca, anche tenendo conto della attuale situazione del trasporto pubblico, del tutto inadeguato a garantire collegamenti rapidi ed efficienti fra i parcheggi in struttura, la città e la periferia”. “Per stessa ammissione dell’amministrazione comunale, infatti, essa attende ancora di conoscere l’esito della gara di appalto regionale per l’affidamento pluriennale dell’esercizio del Tpl, quindi apportare modifiche così sostanziali al piano dei parcheggi diventa ancora più rischioso, tenendo conto delle incognite legate al non poter conoscere oggi quale sarà il piano navette predisposto dal nuovo e futuro soggetto chiamato a gestire il trasporto pubblico locale. Infine – conclude Martinelli - chiediamo l'introduzione del sistema di pagamento a sbarra per i parcheggi Lorenzini (quando riaprirà, ovviamente), Carducci in modo da ottimizzare tempi e costi della sosta a vantaggio degli utenti, convinti del fatto che tutti i parcheggi in struttura debbano avere questa modalità di pagamento”.

Alla fine del dell’intervento di Martinelli sono state lette le osservazioni e le controdeduzioni presentate all’attenzione del consiglio comunale, che poi sono state votate una ad una fino all’approvazione finale del piano del traffico con 16 voti favorevoli da parte della maggioranza, più quello del consigliere del gruppo misto Pini, che però non ha votato le controdeduzioni e le osservazioni relative. Passato anche l’ordine del giorno presentato dal consigliere Battistini, mentre sono stati respinti tutti gli emendamenti presentati dal consigliere Martinelli.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


Affatato Schirru


LUCAR_2016


fondazione carilucca


carismi san miniato



il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


top speed autolavaggio


sabato, 23 settembre 2017, 10:10

Rossi: "Chi picchia i fascisti fa bene", Cabras (FN): "Quando ti pare"

"Il Governatore deve sapere che troverà Forza Nuova sempre pronta a rispondere colpo su colpo, qualunque sia il campo d'azione in cui la sua irresponsabilità porterà lo scontro politico: sappiamo bene che per personaggi del genere la guerra civile non è mai finita"


venerdì, 22 settembre 2017, 18:45

Martinelli fuori dai denti: "La Regione ci ha rotto il... Gender"

"La Regione smetta di veicolare il gender". Lo dichiara Marco Martinelli presidente del gruppo di Forza Italia in consiglio comunale a Lucca con riferimento alla conferenza organizzata dal gruppo 'Si Toscana a Sinistra' che si terrà il 7 ottobre in una sala del Consiglio Regionale della Toscana dal titolo "Bambini in rosa"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 22 settembre 2017, 12:52

Rolling Stones: per Barsanti (CasaPound) sì al concerto, ma critiche al comune 'bugiardo'

Interviene anche il consigliere comunale di CasaPound Fabio Barsanti sull'evento principale di settembre a Lucca - il concerto dei Rolling Stones - e sulle polemiche riguardanti l'organizzazione


venerdì, 22 settembre 2017, 12:34

Muoia il lampione con tutti i filistei: adesso è l'ora della musica e delle... scelte

Stop alle telefonate diceva Tortora in una famosa trasmissione televisiva e stop alle polemiche dobbiamo dire adesso noi che a Lucca abbiamo la possibilità di ospitare uno show unico, indimenticabile in una location che è tutta da scoprire


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 22 settembre 2017, 08:44

Blocco Studentesco: "Flop dell'alternanza scuola-lavoro"

"Un anno di alternanza da buttare: Ministro Fedeli quando inizi a lavorare?" è il testo degli striscioni affissi in città e in tutta Italia dal Blocco Studentesco per evidenziare i pessimi risultati dell'esperimento didattico-lavorativo condotto a partire dalla "Buona Scuola" renziana


giovedì, 21 settembre 2017, 19:15

Minniti (Lega Nord): "Viabilità e rotonde le scelte sbagliate della giunta Tambellini"

"Sono molte le zone della città diventate invivibili a causa delle scelte sbagliate e della negligenza dell’amministrazione Tambellini". E’ quanto afferma Giovanni Minniti capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale