Anno 5°

domenica, 26 marzo 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

Politica

Penalisti lucchesi in sciopero: aule vuote contro una riforma che sacrifica i diritti dei cittadini per ragioni di partito

lunedì, 20 marzo 2017, 15:27

di virginia torriani

Anche gli avvocati penalisti di Lucca aderiscono all'astensione dalle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore penale indetta a livello nazionale dall'Unione Camere Penali per protestare contro il progetto di riforma del processo penale e contro le modalità con cui è stato posto all'esame e approvazione del Senato.

Le azioni di protesta iniziano oggi con uno sciopero che durerà fino al 24 marzo e poi ancora aule vuote dal 10 al 14 aprile; i penalisti di Lucca parteciperanno anche alla manifestazione nazionale a Roma di giovedì 23 marzo, con la speranza che queste azioni possano costituire un momento di riflessione e ripensamento in vista del prossimo necessario passaggio alla Camera del testo di legge.

"Il Governo, ponendo la questione di fiducia sull'approvazione della riforma, ha bloccato la discussione – sottolinea l'avvocato Luigi Velani, presidente della Camera Penale di Lucca -; una scelta autoritaria che sacrifica sull'altare delle ragioni di partito la discussione necessaria ad eliminare quelle evidenti storture che l'Unione ha da tempo con forza denunciato".

"L'astensione dei penalisti – prosegue l'avvocato Luca Palazzoni – non ha niente a che vedere con lo spirito corporativo. Questo disegno di legge introduce delle modifiche prive di sistematicità che mortificano i diritti di tutti i cittadini".

Tra le scelte più contrastate dagli avvocati penalisti, ma anche dall'Associazione Nazionale Magistrati, come ricorda l'avvocato Palazzoni, l'allungamento dei termini di prescrizione, che andrebbe a dilatare i già troppo lunghi tempi di un processo e l'automatica partecipazione a distanza, in teleconferenza, al processo degli imputati detenuti per determinate categorie di reato, andando a comprimere l'esercizio del diritto di difesa.

"Allungare i termini di prescrizione – spiega l'avvocato Francesco Spina – non ha niente a che fare con il presunto tornaconto di una presunta lobby degli avvocati, significa invece che lo Stato riconosce la sistematica incapacità della macchina della giustizia di rispettare i tempi e i modi di un ragionevole processo a discapito di tutte le parti. La nostra capacità, come avvocati, di dilatare i tempi di giudizio è invero minima".

"Con l'allungamento dei tempi di prescrizione – prosegue l'avvocato Eros Baldini – si ammette l'inefficienza della giustizia con ricadute e costi sociali ed economici su tutti i cittadini".

Per quanto riguarda poi gli aggravi di pena che la riforma vorrebbe introdurre per alcuni reati contro il patrimonio Velani mette in guardia: "Altro non è che fumo negli occhi: il problema sostanziale è l'effettività della pena, l'aumento da solo non è efficace, nemmeno come deterrente. Si tratta solo di un escamotage populista per raccogliere consenso politico. Il processo, i diritti e le garanzie costituzionali di ogni cittadino non possono essere merce di scambio di alcuna contesa di potere".


Questo articolo è stato letto 479 volte.


carismi san miniato


elettroKDM


Affatato Schirru


LUCAR_2016


fondazione carilucca


il casone



prenota


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


top speed autolavaggio


domenica, 26 marzo 2017, 17:34

Roberta Bianchi, per la giunta Tambellini una spina nel fianco

Roberta Bianchi, consigliere comunale di Federazione della Sinistra, interviene sulla questione relativa alla manutenzione del sottopasso di via Ingrillini e chiama in causa l'amministrazione Tambellini


domenica, 26 marzo 2017, 10:41

Ecco Denk, il primo partito islamico d’Europa

Nell’universo allucinogeno in cui il sistema dei media costruisce le sue verità, Denk è stato dipinto come il primo partito europeo composto per lo più da immigrati, che difende il valore multiculturale dell’Olanda dal pericolo xenofobo e populista. Ma è proprio così?


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 25 marzo 2017, 18:14

La Croce Verde sta con Remo Santini: Michele Carmassi candidato per SìAmo Lucca

Il direttore sanitario della Croce Verde di Lucca dà un calcio a Tambellini e si schiera con il centrodestra: "Se questa è la Sinistra, io sono Santa Maria Goretti". Durissime accuse alla Misericordia


sabato, 25 marzo 2017, 16:08

Giovanni Silvestrini: "Le associazioni storiche lucchesi sono state abbandonate a se stesse"

"Le associazioni storiche lucchesi rappresentano un patrimonio culturale e un veicolo di promozione dell'immagine  e della migliore tradizione della città e meritano maggiore attenzione da parte delle istituzioni, a partire da quelle comunali". Questo è il pensiero di Giovanni Silvestrini


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 marzo 2017, 19:08

Donzelli fa le pulci alla Croce Rossa: 7.000 euro al giorno, che fine fanno?

Donzelli di Fratelli d'Italia: "Per la tendopoli cifra simile a chi li ospita in albergo: scriverò al prefetto e attiverò i parlamentari. Nessuna lezione di moralità"


venerdì, 24 marzo 2017, 15:23

Sinistra con Tambellini alla Manfrotto: "Lucca rischia di fare la fine di Cascina, la sinistra che si divide è la migliore alleata della destra delle ruspe"

Sinistra per Tambellini, adesso, se la prende con la candidata a sindaco di Lucca città in Comune 'ricattandola' e mettendola in guardia dalle conseguenze della sua scelta di correre da sola