Anno 5°

mercoledì, 24 maggio 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

Politica

Pasquale Sgrò 'benedice' Donatella: "Io libero di scegliere chi appoggiare alle elezioni"

venerdì, 19 maggio 2017, 10:15

di aldo grandi

Pasquale Sgrò non fa mistero delle sue predilezioni politiche. Lui si innamora, metaforicamente, delle persone ancor più che degli orientamenti politici o delle ideologie. Il figlio Carmelo è stato tra i soci della Lucchese Libertas di Andrea Bacci e lavora a stretto giro di gomito con il padre. A Viareggio hanno uno studio di progettazione e verifiche tecniche tra i più qualificati della Toscana. Sempre nella ex Perla della Versilia hanno concorso e parteggiato per la vittoria di Giorgio Del Ghingaro alla carica di sindaco, la prima, quella effettiva che aveva portato entusiasmo ammazzata, poi, dal ricorso, fallito di Massimiliano Baldini. Le strade politiche dei due, quella di Giorgione e quella di Sgrò sono, sostanzialmente, rimaste le stesse anche se il secondo ha scelto di intervenire in prima persona sulle elezioni amministrative di Lucca mentre il primo, a quanto pare, è ancora lì che ci sta pensando.

"E' vero - spiega Pasquale Sgrò in procinto di partire per un viaggio di lavoro in Friuli - Ho voluto mettermi anche alla prova. Lucca è una città splendida dove alcune cose, a mio avviso e a livello amministrativo, non funzionano come dovrebbero. Così ho deciso di appoggiare una persona che avevo conosciuto qualche anno fa e che avevo perso di vista. Quando ho appreso che si sarebbe candidata a sindaco di Lucca, ho pensato di andarla a trovare e di propormi come suo sostenitore".

Finanziando la campagna?

Guardi, non ho finanziato un bel niente. Sono stato ad alcune riunioni e ho riparlato con la Donatella Buonriposi che trovo uan donna impegnata e che mi ha fatto sin da subito una buona impressione. Non mi ha chiesto soldi né gliene ho dati.

Com'è munifico lei...

Niente soldi mi creda, diciamo che avendo io un fondo a disposizione in città, ho pensato bene di metterlo a disposizione della candidata come sede nel centro storico.

Come il notaio Raspini con Tambellini quando gli mise a disposizione i locali per la sede elettorale nel 2012: in cambio l'attuale sindaco gli ha fatto assessore il figlio. Non è che, poi, ci ritroviamo anche suo figlio Carmelo a fare l'assessore in caso di vittoria?

Assolutamente no. E' stata un'idea mia e mio figlio non c'entra. Io ho solo inserito due persone in lista, Bruno Russo e Francesca Conti, una dipendente Snai. Di fare l'assessore non interessa a nessuno.

Certo bella figura di merda che ha fatto Bruno Russo con quel messaggio inviato a Sgarbi...

Vero, sono rimasto sorpreso dopo averlo letto sul suo giornale. Non capisco come Sgarbi le abbia potuto mandare un messaggio di quel genere, peraltro, molto privato.

Non lo abbiamo capito nemmeno noi che ce lo siamo fatti spedire.

Davvero singolare. Bruno voleva mandare un messaggio con un linguaggio tipo quello che usa lo stesso Sgarbi in genere, tra l'altro menomale che era tra due privati e, a mio avviso, non ci sono gli estremi della querela. Non mi sono piaciute quelle considerazioni su Remo Santini che, pur non conoscendolo, è stato, a mio avviso, un buon giornalista altro che di quinto e scarso livello.

Santini deve averla presa con filosofia visto che non ha nemmeno protestato ufficialmente.

Io al suo posto lo avrei fatto, ma ognuno decide per sé.

Così, dopo aver sponsorizzato Giorgio Del Ghingaro, ora è sceso in campo a Lucca. Sempre con Giorgione al fianco?

No, Giorgio Del Ghingaro è un grande amico, ma su Lucca non c'entra nulla la sua figura con la mia scelta. Io sono un uomo libero e scelgo di credere in chi dico io, senza costrizioni e sempre sulla base di sensazioni sulla persona che decido di appoggiare. La Buonriposi mi è piaciuta, tutto qua. Persona gentile, a mio avviso in grado di fare il sindaco di Lucca mentre Santini, sinceramente, non ce lo vedo.

Ma se ha appena detto che non lo conosce.

Vero, ma è una mia impressione. Sono convinto che faremo bene, i sondaggi ci danno in rialzo. Possiamo andare al ballottaggio.

In quale comune scusi?

A Lucca ovviamente. Lei non pubblica i ballottaggi?

A parte il fatto che non ce li mandano né, tantomeno, perdiamo tempo e soldi nel commissionarli, se avessimo dovuto fidarci dei ballottaggi saremmo ancora con la Gran Bretagna nell'Unione Europea, con la Clinton presidente e con Renzi vincitore al referendum. Comunque sia andare al ballottaggio ci pare una impresa piuttosto ardua. Nel caso in cui non ci riusciste, chi appoggereste?

Guardi, non glielo dico anche perché sarà la Buonriposi a decidere.

Tambellini ovviamente.

Non è dettio e, comunque, il sindaco è una brava persona. 

Ma tra Santini e Buonriposi non corre buon sangue.

Questo lo dice lei, a me sembrano politicamente sulla stessa barca o quasi. Mentre lei, a quanto pare, sta un po' dalla parte di Santini.

Guardi Sgrò, piuttosto che far vincere i sostenitori dell'invasione incontrollata e della sostituzione etnica, della teoria Gender e dell'annullamento di ogni identità financo di quella sessuale, il sottoscritto si alleerebbe anche con il diavolo anche se si chiamasse Fabio Barsanti che diavolo non è. Il fascismo, le dico sinceramente, è meglio della teoria Gender eppure nessuno la attacca. Torniamo a noi e a Bruno Russo...

Russo non ci sembra uno di sinistra...

Vero.

Giovedì prossimo inaugureremo la sede elettorale del centro storico per Donatella Buonriposi, in piazza della colonna mozza, faremo un cocktail, venga a trovarci. Sa quante persone mi parlano male di lei?

Non avevamo dubbi. Fa parte del gioco.

E io mi arrabbio perché la conosco bene e so che persona è. A proposito, guardi che la Buonriposi non ha mai detto che non sarebbe venuta al confronto. 

Allora ce lo siamo inventato...

Mi dispiace non esserci domani pomeriggio, so bene che non farà sconti a nessuno ed è questo il bello della Gazzetta. Nel mio prossimo libro c'è un capitolo che le ho dedicato.

Addirittura?

Sì, parla di un direttore che bastona a destra e a manca senza avere obblighi e rispetto per nessuno. Conservi sempre questa carica. Io la mattina, quando mi alzo, vado a leggermi la Gazzetta di Lucca e quella di Viareggio. Non si arrabbi se le dico che la prima è fatta meglio e più aggiornata. Non sia troppo cattivo, mi raccomando. 

Tranquillo. Pensi che con le domande che ho in testa mi sento già più imbarazzato io a porle di quanto saranno i candidati a rispondere...


Questo articolo è stato letto 750 volte.


carismi san miniato


elettroKDM


Affatato Schirru


LUCAR_2016


fondazione carilucca


il casone



prenota


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


top speed autolavaggio


mercoledì, 24 maggio 2017, 16:30

Scuola: problema e soluzione per la rinascita di Lucca

Un accurato sostegno dei giovani, ripartendo dalle origini della nostra cultura e assicurando le strutture che loro più frequentano sono solo alcuni degli obiettivi affrontati dalla lista “Lucca, avanti tutta!”. Questa mattina, a spiegarlo nel dettaglio in piazza San Michele, erano presenti Laura Palestrini, Alessandro Sestigiani e Michele Sarti Magi


mercoledì, 24 maggio 2017, 16:03

Niente bilancio consuntivo, Santini chiede incontro urgente al prefetto, ma Cecchetti getta acqua sul fuoco

Cresce la tensione elettorale. Il candidato Remo Santini chiede di incontrare urgentemente il prefetto per capire le ragioni della mancata approvazione del bilancio consuntivo da parte della giunta di Alessandro Tambellini. Enrico Cecchetti respinge gli addebiti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 24 maggio 2017, 15:56

Giampiero Micheli, come sopravvivere al Piaggione

Giampiero Micheli, 47 anni, sposato con due figli, titolare del Bar Micheli sulla via del Brennero al Piaggione, candidato a consigliere comunale per la lista Lucca in movimento. Suo obiettivo portare il paese al centro dell'interessamento degli amministratori lucchesi


mercoledì, 24 maggio 2017, 13:14

Barsanti replica a Cecchetti e rilancia: "Ecco altre assegnazioni sospette"

Continua la polemica fra il candidato sindaco Fabio Barsanti e l'amministrazione comunale, in merito all'assegnazione al Comitato di Piazza San Francesco degli orti dietro l'Ex Genio Civile


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 24 maggio 2017, 09:02

Moutier: "La Fondazione Cassa di Risparmio ha investito in obbligazioni spazzatura?"

"La Fondazione Cassa di Risparmio ha investito in obbligazioni spazzatura?". La domanda se la pone Guido Moutier, candidato a consigliere comunale nella lista Liberamente Lucca che appoggia il candidato a sindaco Matteo Garzella, nonché personaggio molto vicino all'ex senatore Marcello Pera


martedì, 23 maggio 2017, 18:59

Calabrò (Lei Lucca): "Sinergia con il Forte per riqualificare il mercato cittadino"

Gabriele Calabrò, giovane imprenditore candidato nella lista Lei Lucca a sostegno di Donatella Buonriposi, punta il dito contro l'irregolarità dell'attuale collocazione del mercato urbano e lancia la proposta per una sua riqualificazione