Anno 5°

mercoledì, 22 novembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Del Ghingaro scende in campo per Tambellini: quando la vergogna non conosce confini

domenica, 18 giugno 2017, 11:37

di aldo grandi

"Io voto Tambellini. Si puó discutere e ragionare quanto si vuole, criticare e disquisire, ma quando si deve scegliere io scelgo sempre la solidarietà, l'accoglienza, il rispetto dell'ambiente e del paesaggio, il lavoro per contrastare le disuguaglianze. Per questo scelgo la sinistra e a Lucca voto Tambellini". Questo il post che Giorgio Del Ghingaro, sindaco di Viareggio, ex sindaco di Capannori, iscritto al Pd di Lucca e più volte cazziato e mazziato, adesso divenuto il segugio di Enrico Rossi dittatore della Regione Toscana, ha pubblicato poco fa sul proprio profilo facebook.

Ma non è questo il punto. Ognuno, sul proprio profilo fa ciò che vuole e la Sinistra, grazie all'ectoplasma di Matteo Renzi, ci ha abituato ai social e alle esternazioni dirette con il proprio pubblico. Ciò che non va, però, è che il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro scelga di convocare, per domani alle 12 all'hotel Celide una conferenza stampa insieme ad Alessandro Tambellini dove annuncerà il suo appoggio incondizionato all'ex sindaco di Lucca.

Una scelta, questa, che va di pari passo con gli accordi firmati a Firenze con il segretario regionale del Pd Dario Parrini a seguito dei quali e malgrado l'opposizione del segretario del Pd Versilia Giuseppe Dati, Del Ghingaro, in cambio del silenzio prima, dell'appoggio poi a Tambellini e al Pd, ha chiesto mano libera e niente più rotture di coglioni su Viareggio dove un giorno sì e l'altro pure Dati lo insidia con proteste e contestazioni.

Non avevamo dubbi sul fatto che Giorgio Del Ghingaro scendesse in campo a favore della Sinistra e del Pd nonostante, a noi, avesse garantito che si sarebbe mantenuto al di fuori e al di sopra della mischia. Invece di pensare a Viareggio, dove la criminalità la fa da padrone in una città allo sbando dove la sicurezza è abbandonata a se stessa e dove l'ex questore Maurizio manzo sembra annaspare in mezzo a clandestini, spacciatori, ladri e truffatori, Del Ghingaro sente il bisogno di scendere a Lucca per aiutare la Sinistra e il Pd.

Bene, la battaglia si fa ancora più dura. Un motivo in più per resistere, per rimandarli a casa, per rivendicare il diritto dei lucchesi a scegliersi il modo con cui governarsi e vivere, alla faccia degli ex comjunisti e di coloro che militano nel partito più antitaliano che esista. La discesa in campo di Del Ghingaro è la dimostrazione, qualora ce ne fosse bisogno, che il tumore rappresentato dal Pd e dalla Sinistra che vuole africanizzare e islamizzare l'Italia e Lucca è prossimo alla metastasi: spetta a noi, spetta a questa città dimostrare di essere indipendente e di voler restare tale, lucchese e italiana ancor prima e ancor più che svenduta sugli altari della globalizzazione devastante e del Pensiero Unico dominante.

E hanno anche il coraggio di prendersela con Fabio Barsanti definendolo fascista. 

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


Affatato Schirru


LUCAR_2016


fondazione carilucca


carismi san miniato



il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


top speed autolavaggio


martedì, 21 novembre 2017, 15:51

Minniti (Lega Nord): “Cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati, ennesima messinscena della giunta Tambellini”

Il capogruppo della Lega in consiglio comunale Giovanni Minniti commenta la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati residenti in città


martedì, 21 novembre 2017, 13:17

Barsanti (CasaPound): "Varchi Ztl mai attivati: propaganda del Pd costata 50 mila euro ai lucchesi"

Fabio Barsanti, consigliere comunale di CasaPound Italia, il 16 novembre aveva protocollato un'interrogazione diretta al sindaco per sapere se i nuovi varchi Ztl avessero mai funzionato, e in caso negativo quale fosse il motivo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 21 novembre 2017, 09:14

Per Lucca e i suoi Paesi: "Allo stadio non funziona l'impianto fonico, di chi è la responsabilità?"

Piero Andreucci di "Per Lucca e i suoi Paesi" denuncia il mancato funzionamento dell'impianto fonico allo stadio comunale durante le partite della Lucchese e chiede di chi siano le responsabilità


lunedì, 20 novembre 2017, 18:15

Congresso programmatico provinciale di FdI: ecco i nomi dei rappresentanti per il convegno nazionale di Trieste

Si è tenuto nell’intera giornata di ieri, presso la nuova sede il primo congresso programmatico provinciale del gruppo Fratelli d’Italia Lucca, dove sono intervenuti esponenti da tutta la lucchesia per dare il proprio contributo a sostegno ai programmi del partito


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 19 novembre 2017, 14:58

Convenzione Summer Festival, Betti SiAmoLucca: "Bene il rinnovo, ma quanti ritardi"

"Finalmente la giunta Tambellini ha approvato l'accordo-quadro per il Lucca Summer Festival. Ora manca solo la firma di Mimmo D'Alessandro e della Di & Gi, che incoronerà Lucca "regina della musica pop" per altri cinque anni"


sabato, 18 novembre 2017, 13:31

"Provincia civica e progressista" annuncia i primi due nomi per il rinnovo del consiglio provinciale: Teresa Leone e Luigi Troiso

Si scaldano i motori della lista "Provincia civica e progressista", la prima ufficialmente scesa in campo per il rinnovo delle elezioni provinciali, in programma domenica 17 dicembre prossimo