Anno 5°

mercoledì, 29 marzo 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

Rubriche : lettere alla gazzetta

Angelini chiama, Chiari risponde

mercoledì, 4 gennaio 2017, 15:40

di marco chiari

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera di risposta di Marco Chiari a Piero Angelini, un testo ironico e, allo stesso tempo, polemico ienerente un precedente intervento a firma Enrico Gnesi:

Non so se il Piero Angelini che si firma sulla Gazzetta di Lucca è la stessa persona (vedo la sua foto e lo riconduco alla stessa persona) che ho conosciuto in questi anni, ma se veramente fosse la stessa credo che abbia molti più anni di me e molti molti più anni di politica ed altrettanti di vicissitudini giudiziarie sulle spalle, non so se prescritte o concluse per il meglio (nel caso me lo auguro per lui) quindi può anche darsi che la Sua mente abbia dei vuoti come dice succeda a me.

Per il resto non commento il Suo intervento, perché lo stesso si commenta da solo. Per inciso io chiedevo se la persona che aveva firmato l’editoriale sulla Gazzetta a cui io avevo risposto fosse lo stesso dipendente comunale che ho conosciuto (e che molti hanno avuto, come me, il piacere di conoscere). Con questa Sua replica ho capito che era lo stesso, fa piacere la conferma. Mi corre l’obbligo di dire che mi aspettavo una risposta a difesa del tale Gnesi visti gli ottimi rapporti tra voi sempre intercorsi, ormai per qualcuno è diventata una brutta o buona abitudine (dipende dai propri punti di vista), quella di gettare fango e non mi sono per niente meravigliato delle Sue parole “se quello che ha detto Gnesi è fango, io ne aggiungo altro".

Auguro buon anno a Piero Angelini sperando che quello in corso sia ancora più produttivo e più sereno di quegli anni che l’hanno condotto alla Sua veneranda età.

 


Questo articolo è stato letto 1225 volte.


prenota



Osteria Il Manzo


il casone


Giribon Intimo Lucca 2016


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


top speed autolavaggio


mercoledì, 29 marzo 2017, 08:44

Siamo tutti piccolo borghesi

Nuovo appuntamento con Ce n'è anche per Cecco... dopocena in video. Siamo tutti piccolo borghesi, come mostrava Alberto Sordi nel suo tragico e straordinario film. A Lucca, intanto, è stato eletto il nuovo sindaco...


mercoledì, 29 marzo 2017, 00:36

Appartamento in centro storico vista mozzafiato e pronto all'uso come Bed&Breakfast

In posizione ottima, nel cuore del centro storico, vendesi ampio appartamento ristrutturato in ogni ambiente, posto al secondo piano con affacci suggestivi, ingresso da via Fillungo e vista su piazza Anfiteatro


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 27 marzo 2017, 18:50

E' finito un ciclo...

Tifosi rossoneri, altra ennesima prestazione sconcertante dei giovanotti rossoneri in quel di Viterbo. Sono bastati altri sette giorni e son di nuovo scomparsi grinta, voglia di correre e di lottare come a Prato a Roma, adesso si tratta veramente non più di qualche episodio isolato...


lunedì, 27 marzo 2017, 12:20

La Giorgi attacca Tambellini sull'Orto Botanico dato per cinque mesi ad un artista romano

Il consigliere del movimento 5 Stelle Laura Maria Chiara Giorgi polemizza con l'amministrazione Tambellini alla luce dell'iniziativa di dare l'Orto Botanico per una mostra di un artista romano con tanto di opere prezzate: "Cosa mai accaduta e insolita"


lunedì, 27 marzo 2017, 09:12

Ultimo spettacolo al Teatro dei Rassicurati

Toccherà a Maurizio Micheli con il suo Uomo solo in fila portare a conclusione la stagione di prosa del Teatro dei Rassicurati di Montecarlo, realizzata grazie alla virtuosa collaborazione tra la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, il circuito regionale del teatro e della danza e il Comune di Montecarlo


domenica, 26 marzo 2017, 19:14

Tutti in rete, ovvero di come Warhol avesse proprio ragione, parlando dei 15 minuti di notorietà

Umberto Eco, uno dei "saggi" del nostro paese (saggio si ma anche no, per me era solo uno studioso che cercava occasione per far vedere a qualcuno che egli sapeva e conosceva molti segreti del mondo