Anno 5°

lunedì, 24 luglio 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

Ponte sul Serchio: il comitato degli sfigati ringrazia per il disastro ambientale

martedì, 14 febbraio 2017, 16:25

E' una lettera firmata quella che pubblichiamo, di una lettrice che abita a S. Alessio e che, diciamolo pure, sa scrivere e manifestare i propri sentimenti e le proprie opinioni senza alcun servilismo. Chiede solo di non pubblicare nome e cognome per ovvi motivi, cosa che accettiamo senza problemi. Il Ponte sul Serchio è un vomito che serve solo a far spendere denaro pubblico per una struttura che non serve a niente, vedasi anche il ponte pedonale, una puttanata che fa tristezza solo a guardarla oltreché abbanonato a se stessa. Questa non è solo colpa della sinistra, è colpa di una classe politico-amministrativa che fa schifo.

Buonasera,

ringrazio questa redazione per l'articolo "Ponte sul Serchio, ennesima devastazione ambientale: via agli espropri": mai titolo fu più appropiato. E infatti di questo si tratta: l'ennesimo scempio ambientale mascherato da opera pubblica, la cementificazione di uno dei polmoni verdi residui nel nostro bel contado lucchese, ma già questo non è S.Alessio...

Comunque qui non si tratta di campanilismo, anche se certi accostamenti a volte ci scappano, si tratta del disincanto e della rabbia di fronte a scelte infrastrutturali che sono minacce per la situazione idrogeologica della zona di Monte S.Quirico, di per sè già precaria,  vedasi eventi esondativi della Freddana 1992 e più volte, invano segnalati, dalla scrivente all'Autorità di Bacino, nella persona del dott. Nardi.Si tratta di  interventi che prevedono, tra l'altro di incidere l'argine del fiume, operazione che qualsiasi semplice contadino, come lo era il mio nonno che questa terra coltivava, rispettandola, definirebbe come vera e propria castroneria.

Comunque certe battaglie sono inutili ed il semplice cittadino dovrebbe saperlo, ma a volte ci si illude che la salvaguardia ambientale vada di pari passo con la realizzazione del bene comune.E non è strano che certe pressioni da parte di un comitato che dice di stare sul Serchio, si rinnovino nel periodo pre-elettorale, sembra quasi un velato monito per gli attuali amministratori. In Italia bisonga cementificare e spendere denaro pubblico, anzichè trovare soluzioni e ubicazionim alternative, prospettando l'aumento dell'occupazione e lo slancio dell'economia, quando ben si sa come funziona il sistema di appalti e subappalti e quanto poco  sarà  il ritorno sul territorio.

Così sarà per l'opera faraonica Ponte sul serchio, senza alcun collegamento viario attivo a S.Pietro a Vico (vedasi rotondina): un ponte sul nulla.Così sarà per gli assi viari, nonostante le documentate osservazioni dei cittadini che  vedranno sfiorate le proprie case dalle nuove mega-infrastrutture. E' l'eterno destino di chi spera in un'amministrazione giusta, attenta ai bisogni dei singoli cittadini, anche quelli che non hanno potere economico e quindi neanche peso politico, di chi come me sulla Freddana e sul Serchio ci è nata e ci vive, godendo, seppur per poco del canto degli uccelli sulle acacie e delle mirabili albe tra i vapori invernali del Serchio, cantato dal nostro Ungaretti.

Vi ringrazio per l'attenzione e vi abbraccio per quel sentimento di partecipazione a ciò che provo che SOLO VOI della Gazzetta, a volte vituperata, ci avete manifestato, a noi che siamo del comitato degli sfigati.

Vogliate mettere solo LETTERA FIRMATA  per favore perchè già nel passato abbiamo avuto problemi (quando si pestano i piedi a qualcuno, sapete)

PS: è normale fare prima gli espropri e poi il progetto esecutivo?


Questo articolo è stato letto volte.


prenota



Osteria Il Manzo


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


top speed autolavaggio


domenica, 23 luglio 2017, 16:02

"Di nuovo al palo: con questa giunta Lucca è diventata un suk"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera inviataci da un nostro lettore che, a dire il vero, effettua una analisi difficilmente contrastabile per la lucidità e la oggettività con cui viene proposta ed elaborata


sabato, 22 luglio 2017, 23:47

Buon Summer!

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa breve, ma interessante riflessione avanzata da Alessandro Sesti, popolare vignettista lucchese, a proposito del futuro del Summer Festival in piazza Napoleone


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 22 luglio 2017, 14:36

"Bancarelle abusive davanti ai negozi, cui prodest?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Massimo Raffanti, giornalista e nostro assiduo lettore, riguardo alcune abusive bancarelle situate di fronte a diversi esercizi pubblici, posti fra l’altro in stretta vicinanza di altre legali attività mercantili (per le quali i cittadini pagano le tasse)


giovedì, 20 luglio 2017, 09:22

Via S. Giustina? Un vomito

La foto parla da sé e stiamo parlando della strada in cui ha sede il palazzo dei Bradipi nonché l'ufficio del sindaco Alessandro Tambellini. Ma se rubano persino un motorino mentre c'è consiglio comunale... 


mercoledì, 19 luglio 2017, 22:43

Una 'chicca' a Capannori, semi-indipendente con giardino

A Capannori, in vendita in esclusiva una villetta d'angolo in condizioni abitabili tutta su un unico livello di circa 100 metri quadrati. La casa si divide in sala, tinello, cucinotto, tre camere e due bagni ed è corredata da un'ampia terrazza solare


mercoledì, 19 luglio 2017, 19:36

Imt, Pietrini risponde alle accuse dei 5Stelle

Il professor Pietro Pietrini, direttore della Scuola IMT Alti Studi Lucca, interviene in merito alla notizia relativa al "doppio incarico" dei professori Lorenzo Casini e Maria Luisa Catoni riportata in questi giorni da La Gazzetta di Lucca