Anno 5°

mercoledì, 22 novembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Rubriche : lettere alla gazzetta

Buonriposi, incomprensibile e illogica

domenica, 18 giugno 2017, 19:51

di Francesco Pellati (Lega Nord)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo acuto commento politico alle scelte della candidato a sindaco Donatella Buonriposi inviatoci da Francesco Pellati, dirigente Lega Nord, ma, soprattutto, persona attenta e intelligente:

Egregio direttore,

ho letto (e riletto) le dichiarazioni della signora Buonriposi senza capirne la logica, non dico aristotelica, ma comune.

L’occasione mi è stata propizia per andare a rispolverare Teofrasto, al cui testo, “I caratteri”, ho fatto ricorso per cercare una luce che non voleva accendersi .

Brevemente detto, e col beneficio di inventario data la complessità del testo:

-          La signora è stata strumentalizzata da sconosciuto che si è venduto al nemico per ottenerne vantaggi personali.

-          E tuttavia non le fu difficile accorgersi per tempo del doppiogiochismo dello sconosciuto fedifrago.

-          La signora ha respinto ogni tentazione di vantaggio personale non schierando se stessa nè i suoi voti che sono oggi in  libero mercato: al contrario dell’ignoto fedifrago.   

-          Ma la parousia avviene subito dopo non per chiarezza di testo ma per deduzione logica: il fedifrago è il sig. Colucci che tuttavia “è solito a queste posizioni … pur di ottenere un risultato in termini di poltrone”. Dunque niente di nuovo: la signora aveva un alleato mendace e lo sapeva. Probabilmente riteneva di poterlo convertire, comprendo l’amarezza per aver fallito la prova, non ne comprendo l’accusa. Il sig. Colucci sembra essere stato coerente, secondo la vulgata Buonriposi, con la sua simonia politica.   

-          Per di più non è lecito capire il concetto di nemico, visto che la signora afferma che i suoi elettori (e presumibilmente la sua lista) sono eterogenei e voteranno secondo il loro orientamento politico: se il sig. Colucci fosse di orientamento sinistro non sembrerebbe essersi venduto ma invece aver seguito il proprio orientamento.

-          Al penultimo punto c’è il rituale ma contradditorio ringraziamento. Il grazie va a tutte le persone che la hanno aiutata: todos caballeros, anche il sig. Colucci? Forse no, perché potrebbe far parte di coloro “il cui impegno non era certo dettato da amicizia e generosità”.

-          Infine c’è l’auspicio: “Bello sarebbe che anche gli altri candidati esclusi dal ballottaggio si esprimessero senza troppi fumosi giri di parole con il coraggio della chiarezza e della trasparenza". L’intoppo logico qui mi pare insormontabile e neanche Teofrasto mi ha aiutato: mi auguro di no signora Buonrisposi, con la sua chiarezza e trasparenza saremmo di fronte ad altri testi criptici. Dio ce ne liberi!

 

Meglio affidarci al quotidiano dove ognuno – grande o piccolo elettore – fa le sue scelte e vota chi vuole, lasciando per strada le ambiguità strutturali che hanno caratterizzato da subito alcune liste, fra cui annovero la sua, non me ne voglia signora Buonriposi: parlo di ambiguità politiche da cui fatalmente nascono le successive ambiguità di schieramento.

 

Noi della Lega siamo assai meno raffinati, anzi assai più naif: diciamo chi siamo, con chi ci alleiamo (con Santini da subito), quali sono i nostri programmi, sperando nel consenso degli elettori. Consenso vero perché sono chiari la struttura e i dettagli della nostra offerta politica. A me sembra che la sua offerta politica, signora Buonriposi, non fosse altrettanto chiara, che la sua lista avesse più lo scopo di disturbare, di distogliere, di confondere, di raccogliere dissensi assai più che consensi: è andata bene così. Le sue ferite si rimargineranno perché lei è persona colta e per bene, Lucca avrà una amministrazione nuova e “con il coraggio della chiarezza e della trasparenza”, come auspica lei e anch’io e tutti i lucchesi.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota



Osteria Il Manzo


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Rubriche


top speed autolavaggio


martedì, 21 novembre 2017, 13:45

"Desco, necessario ritornare alle origini se non si vuole che finisca per essere solo una grande bottega"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Francesco Colucci, ex dirigente Apt di Lucca, sulla manifestazione attualmente in corso di svolgimento in città denominata Desco 2018


lunedì, 20 novembre 2017, 14:09

Giù il cappello... one man show

La partita che non ti aspetti. Una Lucchese straincerottata, trasfertona faticosissima e piena di disagi riesce a compiere un impresa davvero stoica e torna con tre punti da un campo storicamente avarissimo di soddisfazioni


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 15 novembre 2017, 21:21

Il mestiere di vivere: le relazioni sentimentali

Seconda puntata del nostro lungo viaggio attraverso la mente umana in compagnia di uno che, Stefano Michelini, psichiatra, la mente conosce e frequenta da tempo. Questa volta, al centro dell'attenzione, il mestiere di vivere


mercoledì, 15 novembre 2017, 20:48

L'aeroporto di Tassignano è morto, anzi vivrà

L'ironia del titolo viene quasi spontanea a chi, come me, ha assistito ieri sera nel monotematico consiglio comunale del Comune di Capannori, agli scambi verbali al vetriolo fra maggioranza e minoranze politiche presenti


lunedì, 13 novembre 2017, 21:19

"A quando la firma della convenzione per il Summer Festival?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo accorato appello rivolto dalla pagina Fb 'Vogliamo il Summer Festival' all'assessore alla cultura del comune di Lucca Stefano Ragghianti


lunedì, 13 novembre 2017, 16:31

Una partita da pantere...

Non avevamo ancora finito di metabolizzare la brutta prestazione interna col Prato che il brutto anatroccolo diventa cigno dopo appena tre giorni e nonostante defezioni, assenze, e giocatori in campo tipo Pietro Micca, la Pantera sfodera grinta e cuore e abbatte la corazzata grigia ( e che corazzata)