Anno 7°

giovedì, 16 agosto 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Mingazzini dice addio al calcio: “Ringrazio questa società che mi ha dato tanto”

venerdì, 11 maggio 2018, 17:32

di michele masotti

Un comprensibilmente commosso, si è chiusa infatti una parte della sua “vita” calcistica durata 20 anni ma se ne apre un’altra che gli auguriamo sia altrettanto esaltante, Nicola Mingazzini ha salutato il calcio giocato con una conferenza stampa al Porta Elisa alla quale hanno partecipato la gran parte dei suoi compagni squadra, la sua famiglia e il medico sociale rossonero Adolfo Tambellini, ossia “colui che mi ha sopportato tanto in questi anni” ha affermato il metronomo di Faenza. Arrivato a Lucca nell’ottobre 2014 insieme a Giuseppe Di Masi, Mingazzini si è fatto subito apprezzare in campo per le sue qualità, note a tutti visto che la sua carriera parla da sé avendo visto le maglie di Ravenna, Atalanta, Spezia, Bologna, Albinoleffe e Pisa, prima di approdare nella città dell’arborato cerchio dove i supporters rossoneri hanno potuto applaudire e stimare la professionalità di questo calciatore, un costante punto di riferimento nello spogliatoio e sempre pronto a contribuire alla crescita dei più giovani, come nel caso del pari ruolo Damiani. In queste tre stagioni e mezzo con il colori della Pantera, Mingazzini ha collezionato 93 presenze e due reti, peraltro di splendida fattura con dei missili da fuori area contro Spal e Livorno.

 “Prima di tutto ringrazio la società che mi ha dato la possibilità di ringraziare tutti, in primis i miei compagni che sono qui presenti e mi hanno fatto emozionare.” – ha esordito l’ormai ex centrocampista classe 1980- “I miei genitori, mio figlio è grazie a loro che ho giocato a calcio e tenuto botta nei momenti peggiori.”

Sulla prospettiva di intraprendere la carriera da allenatore, Nicola Mingazzini confessa di cullare già questa idea da diverso tempo. “È già da qualche anno che sto pensando di intraprendere la carriera di allenatore.” – queste le parole del trentanovenne originario di Faenza- “Bisogna riuscire a mettere in pratica le idee sul campo, rapportarsi con chi fino a poco tempo prima era mio compagno. Non sarà facile ma voglio provarci. Ho un patentino che mi consenta di allenare in un settore giovanile professionistico. Se starò ancora qui in altre vesti sarò felice di proseguire questo percorso, con il club che mi ha dato fiducia quando ero senza squadra”

“Già nella scorsa stagione si parlava di un mio possibile ritiro. L’ultima stagione è stata parecchio tormentata sia per quanto riguarda gli infortuni, uno grava a dicembre, che per il fatto di avere giocato poco. Mi sembra la soluzione giusta sia per me che per la Lucchese.” L’aspetto che mancherà maggiormente al popolare “Minga” sarà certamente “la vita dello spogliatoio, la quotidianità, l’incazzatura quando perdi la domenica saranno le cose che sicuramente mi mancheranno maggiormente. Ho avuto la fortuna, in questi ultimi anni, di potere condividere uno spogliatoio con dei ragazzi straordinari.”

Qualche lacrime è scesa sul volto di Mingazzini quando è stata trasmessa una clip che ha riprodotto i suoi gol in carriera, segnati quasi tutti da fuori area, con annessi i saluti dei suoi ex compagni o ex allenatori come il portiere Emiliano Viviano, Alessandro Ruggeri ex presidente Atalanta, Davide Ballardini, Christian Amoroso, Rocco Sabato, Andrea Mandorlini. Soprattutto per quest’ultimo, da poche settimane alla guida della Cremonese, Mingazzini ha avuto parole dolci, evidenziando quanto sia stato importante nella sua crescita sportiva e non. “Per me Mandorlini è stato quasi un secondo padre; lo ho avuto nella mia prima esperienza fuori casa, formandomi come uomo e calciatore, lavorando con lui a Bergamo e a Bologna.” è il pensiero di Mingazzini. Anche Fabrizio Lucchesi ha voluto rendere omaggio alla carriera di Mingazzini, 483 presenze in carriera tra i professionisti di cui 78 in A con le maglie di Atalanta e Bologna, con cui ha lavorato a Pisa. Il futuro direttore generale della Pantera ha lanciato una promessa a Mingazzini su quanto vorrà fare dopo avere appeso le scarpette al chiodo. “Ho avuto il privilegio di avere Minga come calciatore, apprezzandone le sue qualità come uomo e calciatore. Le porte della Lucchese saranno aperte per te.”

 

Video Mingazzini dice addio al calcio: “Ringrazio questa società che mi ha dato tanto”


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone



prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


martedì, 14 agosto 2018, 14:03

La Lucchese saluta Il Ciocco: termina oggi il ritiro pre-campionato

Termina oggi, martedì 14 agosto, il ritiro pre-campionato della A.S. Lucchese Libertas presso le strutture ricettive e sportive del Ciocco. La società rossonera ringrazia la proprietà e lo staff del Ciocco per la straordinaria accoglienza che, unita alla grande qualità ed efficienza dei servizi, ha reso questo soggiorno utile e...


lunedì, 13 agosto 2018, 20:43

L'Obbedio ritrovato

Presentata al Porta Elisa una vecchia conoscenza rossonera: l'ex direttore sportivo della passata stagione, Antonio Obbedio, ha fatto ritorno a casa


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 12 agosto 2018, 23:13

Favarin raggiante: “Felice per avere subito regalato una gioia ai tifosi”

Un ritorno migliore su quella panchina lasciata otto anni fa e adesso ritrovata, Giancarlo Favarin non avrebbe potuto immaginarlo. Ottimo match giocato dai suoi, reduci dalla seconda settimana di preparazione, e passaggio del turno ottenuto ai calci di rigori con un super Aiolf


domenica, 12 agosto 2018, 22:09

Aiolfi si traveste da Spiderman: la Lucchese passa il turno

In una notte di metà agosto, la Lucchese e i suo tifosi festeggiano il meritato passaggio del turno ai danni dell’Arezzo. La copertina della serata se la prende tutta Stefano Aiolfi, classe 1997 scuola Cremonese, che para ben quattro penalty (tra tempi regolamentari e seguente lotteria) e promuove al secondo...


domenica, 12 agosto 2018, 13:42

Alex Nannelli ceduto alla Fiorentina

La Lucchese ha ceduto il diritto alle prestazioni sportive di Alex Nannelli, portiere classe '02, alla A.C. Fiorentina. Il giovanissimo portiere, fiore all'occhiello del Settore Giovanile rossonero, si è messo in mostra nelle ultime stagioni grazie alle sue doti tecniche e fisiche, che gli sono valse anche le prime convocazioni...


giovedì, 9 agosto 2018, 20:31

Lucchese: prima amichevole con il Castelnuovo decisa da Lombardo

I rossoneri, in parte rivoluzionati nell’undici titolare, hanno superato di misura il Castelnuovo, club che milita in Eccellenza e del quale Giancarlo Favarin ha scritto luminose pagine di storia, vedi promozione in C2 nella stagione 1998-1999, del sodalizio del capoluogo garfagnino