Anno 7°

giovedì, 21 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

L'Obbedio ritrovato

lunedì, 13 agosto 2018, 20:43

di michele masotti

Habemus Obbedium. La tanto attesa fumata bianca è finalmente arrivata. La Lucchese riabbraccia come direttore sportivo il dirigente di Giulianova che aveva bene fatto nelle ultime stagioni. I quarti di finale play-off (out contro il Parma futura promossa in B) e la tranquilla salvezza conquistata, tra i tanti infortuni e le vicissitudini di vario genere, sono il biglietto da visita con cui Obbedio torna a vestire, come accaduto da calciatore, di nuovo i panni rossoneri. Si tratta di un vero e proprio ritorno a casa quello dell’ex ds della Viterbese che si è mostrato carico per vincere questa nuova sfida professionale.

“Non sono mai andato in ferie (ride ndr).” – ha esordito così Antonio Obbedio- “Sono entusiasta di essere nuovamente qui: a giugno non avrei mai abbandonato la Pantera, ma purtroppo i noti eventi mi avevano allontanato. La stima che hanno qui nei miei confronti è un qualcosa di impagabile. Colgo l’occasione per ringraziare i soci, i dirigenti e in particolar modo Arnaldo Moriconi, l’artefice principale del mio ritorno a casa.”

Sulla panchina della Lucchese, il neo ds ha trovato Giancarlo Favarin, con cui il feeling è stato immediato. “Sono fortunato nell’avere trovato una guida tecnica tra le migliori della categoria.” – è il riconoscimento di Obbedio- “Faccio i complimenti ai ragazzi per quanto espresso ieri sera, sebbene avessero solo pochi allenamenti nelle gambe. Questo è un bel viatico per l’inizio del campionato.”

Non poteva mancare un quesito sui rinforzi da apportare nel reparto offensivo, quello che ha maggiormente deluso nel campionato passato. Obbedio ha rivendicato le scelte fatte nei due anni della sua direzione. “Il primo anno era arrivato una punta da doppia cifra come Forte, poi ci ha pensato Jacopo Fanucchi, non un vero centravanti, ad assicurarci un bel bottino di reti. Cercheremo di colmare questo gap nel reparto offensivo. Arriveranno altre due punte, una esperta e l’altra più giovane. Vedremo cosa ci offrirà il mercato che potrebbe durare, a mio avviso, oltre il 25 agosto (deadline ufficiale del calciomercato di Serie C nda). Sorrentino (acquisto targato Obbedio nda) è un prospetto che potrebbe darci delle soddisfazioni. Come ho fatto ad ingaggiare Greselin? Se uno si comporta bene in ambito lavorativo, rispetta tutti e dà spazio ai giovani, come accaduto lo scorso anno con Damiani, tutto questo è possibile. Greselin aveva offerte da altre piazze della Lombardia ma giocare a Lucca ha sempre il suo fascino. Quella rossonera è una maglia ricca di blasone e di storia. Il ritorno di Fanucchi? Credo che sia un desiderio del tessuto sportivo rossonero di farlo ritornare qui piuttosto che un qualcosa di realmente concreto.”

Il direttore sportivo della Pantera ha tratteggiato quei settori del campo che, giocoforza, dovranno essere rinforzati. “Bisogna fare qualcosa in difesa, aumentare le rotazioni sugli esterni con Tavanti che rischia l’operazione, e acquistare un paio di punte” – è questo il piano stilato da Obbedio per il rush finale del calciomercato. “Ci saranno un minimo di 6 rinforzi. Partire con le penalizzazioni? Tutto questo non mi spaventa. Su Papini e Ghinassi ci sono delle valutazioni in corso, che non riguardano il solido valore di questi ragazzi. La società è già all’opera per fare valere le proprie ragioni, visto che sotto l’attuale gestione non vi sono mai stati ritardi di alcun genere. Per noi sarà fondamentale iniziare con il piede giusto, anche per non staccarsi dalle altre in attesa della penalizzazione. A prescindere che il girone sia a 20 o 18 compagini, sono convinto che la Lucchese riuscirà a salvarsi senza passare dai play-out.”

“Sono consapevole delle competenze dello staff tecnico e l’abitudine alla sofferenza che hanno alcuni giocatori saranno fondamentali per centrare il traguardo.” – ha dichiarato Antonio Obbedio- “Sul ruolo del portiere stiamo facendo delle valutazioni con molta calma. Pagnini e Aiolfi, per motivi diversi, lo scorso anno sono scesi poche volte in campo. Sarà una scelta che sarà concordata con il preparatore Biato, una garanzia, che in questi anni ha valorizzato Nobile, Nannelli e Albertoni.”

Nella settimana appena iniziata calerà il sipario sull’attività del settore giovanile, con tutte le caselle tecniche che verranno riempite. “Mi occuperò solo della prima squadra.” – ha ricordato Obbedio che lancia poi una stoccata ad altre società professionistiche. “Lo pseudo sciacallaggio sui nostri giovani, ne abbiamo persi 120, da parte di società professionistiche della nostra regione non mi è assolutamente piaciuto. Ci hanno depauperato un intero vivaio. Il campionato inizierà il 2 settembre? Ad oggi ti direi di no. Il mio desiderio sarebbe quello di venire inseriti nel girone B, con marchigiane, umbre, laziali e sarde.”

Infine il ds rossonero non si è sottratto ad una battuta sulla sua breve esperienza in quel di Viterbo. “Spero che il presidente della Viterbese possa ottenere, per i sacrifici economici che fa, i risultati sperati, però io preferisco navigare su una scialuppa in mezzo all’Oceano che essere incatenato ad uno yacht.” - è l’aforisma coniato da Obbedio- “Essere stato richiamato da un imprenditore importante come Arnaldo Moriconi, uno che sa scegliere i suo dipendenti, mi ha fatto molto piacere anche perché è un segnale che il mio lavoro di questi anni è stato apprezzato.”

Giuseppe Bini, amministratore delegato di Città Digitali, ha ripercorso le tappe che hanno portato al ritorno del dirigente di Giulianova nella città dell’arborato cerchio. “Con Obbedio abbiamo parlato diverse volte per concretizzare un suo ritorno, non appena il suo rapporto di lavoro con la Viterbese era finito” – ha dichiarato Bini- “Siamo decisamente soddisfatti di avere creato uno staff importante, sfruttando la possibilità del ritiro al Ciocco. Lo spirito di Favarin ha incantato tutti. Dal punto di vista societario siamo sempre pronti a guardarci intorno ma per il momento stiamo bene così. Non ci sono novità all’orizzonte.”

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


mercoledì, 20 febbraio 2019, 14:36

Una Lucchese più forte di tutto e tutti: pesantissimo blitz in quel di Cuneo

La Lucchese non muore mai. I rossoneri, reduci dal terribile avvio di settimana che ha portato il -8 e la grana dei contributi non pagati, sbancano il terreno di gioco del Cuneo, prima di oggi sconfitto solo dal Pontedera in terra piemontese, al termine di 97’ tosti, accesi e, specialmente...


mercoledì, 20 febbraio 2019, 00:39

La Pantera sta ancora a cuore a qualcuno?

Mentre Giancarlo Favarin e i suoi ragazzi sono arrivati a Cuneo in vista del recupero di oggi, calcio d’inizio fissato per le 14.30, la Lucchese sta vivendo l’ennesimo momento drammatico, sportivamente parlando, dei suoi ultimi undici anni


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 19 febbraio 2019, 15:41

Favarin: "Non possiamo e non dobbiamo sbagliare l'approccio a questa delicatissima gara"

Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Giancarlo Favarin all'ufficio stampa rossonero in vista della gara Cuneo - Lucchese


martedì, 19 febbraio 2019, 01:04

Multa e penalizzazione, la Lucchese presenterà ricorso

In tarda serata la società Lucchese Libertas 1905 ha diffuso un comunicato in cui manifesta sorpresa per la decisione adottata dal tribunale federale nazionale e annuncia l'intenzione di fare ricorso in appello


lunedì, 18 febbraio 2019, 21:25

Lucchese, umiliata e offesa una città intera

Non bastava la notizia della nuova penalizzazione e della conseguente multa per la questione fidejussione. Si apprende che sono stati pagati gli stipendi, ma non i contributi. E' uno stillicidio


lunedì, 18 febbraio 2019, 19:48

Ghirelli: "Ciò che è accaduto al Pro Piacenza si sarebbe potuto evitare"

Intervenuto nel corso della trasmissione "C-Piace", in onda su Eleven Sports e condotta da Jolanda De Rienzo e Walter Astori, Francesco Ghirelli si è espresso a caldo riguardo l'ufficialità dell'esclusione del Pro Piacenza dal campionato di Serie C, decisione del Giudice Sportivo arrivata nel corso della giornata di lunedì