Anno 7°

lunedì, 17 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Giorgetti e Russo l’amore per la cucina e per il calcio

mercoledì, 10 ottobre 2018, 22:34

Alessandra Giorgetti è uno dei punti fermi della Libertas Femminile. Centrocampista pisana classe 1999 frequenta l’istituto alberghiero. Grinta e voglia di far bene dando sempre il massimo sono le sue caratteristiche principali.

“Ho iniziato a giocare – ha commentato Giorgetti – all’età di sette anni con i maschi, poi è arrivata a tredici la chiamata di Elena Bruno che mi ha voluta all’Acf Firenze, dove ho vinto la Coppa Toscana Giovanissime e sono stata convocata per il torneo Under 15. Successivamente sono arrivata al Lucca 2003 ed infine alla Libertas Femminile, sempre seguendo Elena Bruno che per me è un vero e proprio pilastro”.

Anche lei riesce abbastanza bene a conciliare lo studio con gli allenamenti.

“Diciamo che ci provo visto che frequento l’istituto alberghiero. Fino a qualche tempo fa organizzavo anche delle feste, ma poi ho preferito concentrarmi di più sugli allenamenti e lo studio. Quando capita lavoro a chiamata in qualche ristorante, compatibilmente però con le gare”.

Lei ha deciso di rimanere a Lucca. Come mai?
“Ormai questa è la mia casa e voglio continuare a fare bene con la maglia rossonera. Ho grande stima per Elena Bruno e quando lei mi ha spiegato quali erano le ambizioni non avuto nessun dubbio sul restare”.

Un’altra ragazza si è diplomata all’istituto alberghiero. Stiamo parlando di Perla Russo anche lei del 1999 di Massarosa che ha deciso di continuare la sua avventura nella Città dell’alborato cerchio.

“E’ vero – ha spiegato Russo – dopo aver giocato con i maschi nel Massarosa sono arrivata a Lucca dove ho giocato nel Lucca 2003 e poi nella Libertas Femminile. Come la mia compagna Giorgetti ho deciso di rimanere qui perché credo nel progetto”.

Come le è nata la passione per il calcio?

“A casa mia si respira nell’aria. Mio padre l’ha sempre seguito e continua a seguirlo anche adesso. Da piccola giocavo a pallone con i miei amici. Poi piano piano è cresicuto dentro di me il desiderio di giocare a pallone, così ho incominciato fino ad arrivare ad oggi”.

Per una donna non è facile però trovare gli spazi giusti.

“Purtroppo in Italia il calcio femminile non è considerato come meriterebbe. Tante ragazze sono costrette a rinunciare alla propria passione perché non ci sono le strutture adatte. Per questo motivo ho deciso di rimanere a Lucca perché credo che questa sia una società importante dove si cerca di valorizzare il calcio in rosa”.

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


giovedì, 13 giugno 2019, 16:27

Ghirardi: "Con la morte nel cuore mi sono vista costretta a rassegnare le dimissioni"

Riceviamo. e pubblichiamo, la lettera di dimissioni di Marcella Ghirardi da segretaria della Lucchese


giovedì, 13 giugno 2019, 12:55

La medaglia della città alla Lucchese

La città di Lucca rende omaggio alla Lucchese dopo l'impresa dei play out. Alla squadra di calcio locale sarà infatti assegnata la medaglia della città. La decisione è stata resa nota nell'odierna seduta della conferenza dei capigruppo. Il riconoscimento sarà consegnato nella seduta del consiglio comunale del prossimo 20 giugno


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 12 giugno 2019, 22:07

Lucchese, l’imprenditore interessato al club è Josef Ferrando

Al termine delle 48 ore dell’ultimatum indicato dall’avvocato Angelo Massone (nella foto), a Palazzo Orsetti è andato in scena l’incontro tra l’assessore allo sport Stefano Ragghianti e Josef Ferrando, imprenditore nel settore delle materie plastiche che sarebbe disposto a rilevare la Lucchese


martedì, 11 giugno 2019, 14:53

Salvezza Lucchese, la felicità di Favarin: “Siamo stati più forti di tutto e tutti”

Per condurre nel porto della permanenza in C la nave rossonera, costretta a veleggiare sotto una continua tempesta societaria, solo un comandante come Giancarlo Favarin, assieme al vice Giovanni Langella, al ds Obbedio e al suo staff tecnico, poteva compiere tale impresa.


lunedì, 10 giugno 2019, 00:05

Lucchese, l’abbraccio dei tifosi nella notte del Porta Elisa

Come l’omerico Ulisse, tornato nella sua Itaca dopo aver affrontato e sconfitto innumerevoli nemici, la Lucchese, al termine di una stagione romanzesca, si è goduta l’affetto e il calore degli oltre mille tifosi presenti sul prato del Porta Elisa


domenica, 9 giugno 2019, 12:47

Lucchese, la squadra arrivata in città accolta dai tifosi

Il pullman dei rossoneri è arrivato allo stadio dove ha ricevuto un primo, caloroso abbraccio da una città intera. Fotogallery