Anno 7°

sabato, 17 novembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Lucchese-Pisa: il derby raccontato dai gol della Pantera

giovedì, 8 novembre 2018, 18:51

di michele masotti

Il derby Lucchese-Pisa è stato un palcoscenico nel quale non soltanto i più prolifici attaccanti della ultracentenaria storia rossonera hanno incantato la platea del Porta Elisa, da Roberto Paci a Eupremio Carruezzo giusto per citarne due, ma anche calciatori non avvezzi al gol, vedi Bruno Russo match winner anche all’Arena Garibaldi, hanno scritto pagine indimenticabili di questa sfida disputatasi per la prima volta nel 1914. Perché sono le segnature, giocoforza, che donano quegli istanti di tripudio, emozione e gioia, e scandiscono anche il corso della vita sportiva dei tifosi. E nei derby, spesso e volentieri, si ricorda più volentieri un gol magari rocambolesco ma fondamentale ai fini del risultato. Perché, prendendo in prestito una citazione di Alessandro Del Piero, “L’estetica conta, ma il tiro è quello che porta al gol: anche brutto, o sporco, purchè sia gol.” Le reti si pesano, soprattutto, per importanza.

In questo pezzo di avvicinamento alla sfida delle sfide, calcio d’inizio fissato per le 16.30 domenica 11 novembre, utilizzeremo un’ideale macchina del tempo per riportarci indietro e ripercorrere quei gol più importanti messi a segno dalla Lucchese. Verranno presi in esame, suddivisi per decenni, gli incontri di campionati disputatisi nella città dell’arborato cerchio. I 49 precedenti di questo derby parlano di 22 successi di marca rossonera, 14 pareggi e 12 vittorie di stampo nerazzurre.

Anni 20

È il calcio dei pionieri, decennio nel quale il cuoio comincia a rotolare con una certa costanza in tutta la penisola e dove si sviluppano i primi derby. Lucchese e Pisa si affrontano quattro volte nei campionati di 1° Categoria e 1° Divisione. La Pantera otterrà due successi (2-0 1926-1927 e 1-0 1928-1929) nei quali andrà in rete, per due volte, Alberto Fazzi, il centravanti solito giocare con una retina, in voga all’epoca, sui capelli. Fazzi spese tutta la carriera, interrotta a 27 per un infortunio, con i colori rossoneri.

Anni 30

Il decennio in questione è molto importante per i colori rossoneri. La Lucchese, infatti, disputerà le sue prime tre stagioni consecutive in Serie A, a girone unico dal 1929-1930. Una cavalcata, quella della Pantera, che verrà ostacolata ma non interrotta dal Pisa, sia in 1° Divisione che in B. Dei sei confronti, i rossoneri usciranno vincitori per tre volte a fronte delle due dei nerazzurri. In due circostanze, il 2-0 del 1929-1930 e il 3-0 del 1932-1933, a castigare il Pisa ci pensò il rapido attaccante Ruggero Marianetti, autore di quattro equamente divisi con due doppiette. Marianetti visse il passaggio dal “Campaccio” al Porta Elisa.

Anni 40’

Si apre un periodo dove anche il calcio dovrà fermarsi, dal 1943 al 1945, di fronte alla scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Le partite rappresentano dei momenti di apparente tranquillità prima che anche il suolo italiano conosca l’asperità del conflitto bellico. La rivalità tra rossoneri e nerazzurri continua a crescere, Gli scontri diretti, però, sono soltanto sei per merito della Pantera, tornata a respirare il calcio della Serie A a partire dalla stagione 1947-1948. Dei tre successi di marca rossonera, spicca senz’altro il 6-0 dell’epifania 1946, campionato di Serie C, che costituisce tutt’ora la vittoria con il più ampio margine raccolto dalla Lucchese. Protagonista assoluto di quel pomeriggio fu Lelio Catelli, autore di una formidabile tripletta.

Anni 50’

Fatta eccezione per i tra campionati consecutivi di Serie A, gli ultimi ad oggi, questo decennio non regala grosse soddisfazioni ai rossoneri. La Pantera subisce una serie di retrocessioni a catena che la portano fino alla 1° categoria. Se Atene piange, Sparta non ride, poiché anche il Pisa naviga nelle serie minori. In questo contesto uno dei pochi sorrisi è rappresentato da uno score positivo alla Lucchese nei quattro derby disputati. Il bilancio parla di tre successi rossoneri e un pareggio. Roboante il 5-0 con cui, era la Serie D stagione 1955-1956, la Lucchese schianta i rivali di sempre con la doppietta di Mazzoni e i guizzi di Vanelli, Buongiovanni e Fabbri.

Anni 60’

Curiosamente anche nel suddetto decennio, sono andate in scena quattro sfide, tutte vinte dalla Lucchese. Questa volta, però, a compiere la scalata è il Pisa che si spingerà fino alla Serie A mentre i rossoneri, dopo aver assaporato la B ad inizio decennio, sono a costretti a barcamenarsi in C. In tre delle quattro vittorie contro il Pisa, il comune denominatore è stato Ettore Mannucci, a cui è oggi dedicato lo stadio di Pontedera, sua città natale. La bestia nera dei pisani decise l’1-0 del 1959-1960,  segnò nel 3-2 del capodanno dell’anno successivo e partecipò al 3-0 del torneo di C 1963-1964

Anni 70’

Il decennio delle contestazioni giovanili e che sul finire inaugurò la stagione dei sanguinosi anni di piombo venne interamente trascorso da Lucchese e Pisa in C. Gli otto derby si disputarono in un Porta Elisa sempre gremito in ogni ordine di posto e senza alcun vincolo restrittivo per la tifoseria avversaria. Il bilancio complessivo sorride al Pisa, autore di tre successi esterni: altrettanti sono stati i pareggi mentre solo in due circostanza la Pantera ha potuto esultare. Si tratta del 3-0 del 3 marzo 1974 (gol di Caputi, Pagani e Ferrario) e dell’1-0 del 24 ottobre 1976 siglato da Bongiorni. Lucchese-Pisa dovettero aspettare la stagione 1991-1992 per potersi di nuovo sfidare

Anni 90’

Dopo 13 anni di attesa Lucchese e Pisa si ritrovano con stati di animo opposti. La Pantera sta vivendo l’apice della gestione Maestrelli mentre i nerazzurri sono al tramonto dell’era targata Romeo Anconetani. Sono soltanto tre i match, tutti di fila e in Serie B, che andarono in scena al Porta Elisa, a cominciare dall’1-1, bel gol di Simonetta per i locali, dell’annata 1991-1992. Sempre 1-1, questa volta in gol Roberto Paci, nel campionato successivo mentre nella stagione 1993-1994 ci pensò Bruno Russo a condannare il Pisa ad una sconfitta che lo costrinse allo spareggio, poi perso ai rigori, per non retrocedere contro l’Acireale. Il popolare “ruspa” aveva già castigato, in quell’occasione all’Arena Garibaldi, i nerazzurri dell’1-2 del 5 aprile 1992.

Anni 2000

L’alba del nuovo millennio coincide con il ritorno del derby per eccellenza. La Lucchese torna in C1 dopo un decennio speso in cadetteria mentre il Pisa festeggia il ritorno nella terza serie dopo aver conosciuto l’onta del fallimento e conseguente ripartenza dall’Eccellenza. Il bilancio dei dodici match, disputatisi dal 2000 ad oggi, è in perfetta parità. Tre successi rossoneri, sei pareggi e tre vittorie di marca sopite. Nelle prime due vittorie della Pantera al Porta Elisa c’è sempre la firma di Eupremio “Tony” Carruezzo. Il centravanti brindisino, secondo miglior marcatore all time della Lucchese dopo Paci, finì del tabellino dei marcatori nell’1-0 della stagione 2001-2002 e nel 2-0 di quella successiva. Per risalire all’ultima gioia casalinga della Pantera bisogna tornare al 2-1, gol di Lo Sicco e Nolè, della Prima Divisione 2014-2015.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


scopri la Q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


venerdì, 16 novembre 2018, 17:44

La Berretti in casa contro il Siena. La Juniores Femminile a Pontedera

Il fine settimana del settore giovanile della Lucchese si apre con il derby della Berretti, sabato pomeriggio alle 14,30 all’Acquedotto contro la Robur Siena. I ragazzi di mister Marco Vannini vengono dalla bella prestazione di sette giorni fa contro il Pisa e l’obbiettivo è quello di riconfermarsi


venerdì, 16 novembre 2018, 17:43

Lucchese, Moriconi lancia sos campi per il settore giovanile: “Mancano le strutture per il nostro vivaio”

Al termine della consueta conferenza stampa che anticipa i match di campionato, il patron della Lucchese Arnaldo Moriconi si è presentato davanti ai giornalisti presenti per lanciare un appello riguardante l’esiguo numero di strutture di cui dispone il settore giovanile della Pantera


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 16 novembre 2018, 14:04

Altra corsa, altro derby. Favarin: “Domenica sarà fondamentale l’approccio al match”

Il tecnico pisano ha presentato il derby, il quinto sulla strada della Lucchese, contro una Robur Siena partita con il freno a mano tirato in questo primo scampolo di stagione. I bianconeri, comunque, sono una compagine di rango: servirà una grande Pantera per riprendere quel convincente cammino interrotto dal k.o.


venerdì, 16 novembre 2018, 08:48

Siena, dopo l’illusione del ripescaggio in B è dura riadattarsi all’inferno della Serie C

La Lucchese dovrà essere brava a resettare l’immeritato k.o. maturato nel derby per antonomasia contro il Pisa poiché al Porta Elisa, calcio d’inizio domenica alle 18.30, arriva un’altra formazione che ha sì ambizioni di alta classifica ma non è partita con il piede giusto. Stiamo parlando del Siena


mercoledì, 14 novembre 2018, 15:43

Lucchese - Robur Siena: ecco come acquistare i biglietti

La A.S. Lucchese Libertas informa che la prevendita dei biglietti per assistere alla partita Lucchese-Robur Siena, in programma domenica 18 novembre alle ore 18.30 presso lo Stadio Porta Elisa di Lucca, è attiva sul circuito Go2


martedì, 13 novembre 2018, 17:56

Alberto Casella riconfermato a capo degli osservatori del settore giovanile rossonero

Nei giorni scorsi si è tenuta la prima riunione alla presenza del direttore generale del settore giovanile Elena Bruno, del responsabile Maurizio Gherardini e dei vari osservatori capeggiati da Alberto Casell