Anno 7°

mercoledì, 20 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

I “vecchietti” terribili della Carrarese stendono la Lucchese

mercoledì, 23 gennaio 2019, 14:56

3-1 

Carrarese (4-2-3-1): Borra, Carissoni, Luca Ricci, Varga (46’ Giacomo Ricci) e Karkalis; Varone (61’ Piscopo) e Rosaia; Bentivegna (46’Caccavallo), Biasci (46’ Tavano) e Valente (46’ Cardoselli); Maccarone A disposizione: Mazzini, Alari, Rollandi, Shehu e Pugliese Allenatore: Silvio Baldini

Lucchese (3-4-1-2): Falcone, Santovito (73’ Greselin), Martinelli e Gabbia; Lombardo, Bernardini, Zanini e Favale; Provenzano; Bortolussi (73’ Isufaj) e Sorrentino A disposizione: Scatena, Bacci, Madrigali, Castagna, Cardore, Palmese, De Vito, Baroni e De Feo Allenatore: Giancarlo Favarin

Arbitro: Daniele Rutella di Enna (Assistenti Saccenti di Modena e Cavallina di Parma)

Marcatore: 4’ Bortolussi ,55’ e 70’ Tavano su rigore e 75’ Maccarone

Note: calci d’angolo 8-5. Espulso al 79’ Baldini per proteste. Ammoniti Martinelli, Caccavallo e Provenzano. Recupero 0’ e 3’.

La Carrarese delle grandi firme Tavano e Maccarone, entrambi in rete, supera la Lucchese grazie ad una ripresa votata all’arrembaggio. Risultato giusto quello maturato all’ombra dell’Apuane dove i ragazzi di Favarin hanno tenuto testa, almeno fino al momentaneo 2-1, alla corazzata di Silvio Baldini. È stata la ricca panchina dei padroni di casa a spostare l’inerzia del confronto. Nessun dramma, comunque, in casa rossonera per un passo falso che, classifica e valore dell’avversario alla mano, poteva starci. La contemporanea vittoria dell’Olbia sull’Entella fa scivolare la Pantera nuovamente in zona play-out. Vedremo se nelle prossime ore ci sarà una schiarita sul piano societario per consentire al direttore sportivo Obbedio di concludere alcune operazioni in entrata.

Per il primo turno infrasettimanale del 2019 Favarin, privo dello squalificato Mauri, decide di affrontare la trasferta dello “Stadio dei marmi” adottando un 3-4-1-2. Secondo gettone di presenza per Santovito, titolare nel 4-0 rifilato all’Arzachena dello scorso ottobre, mentre come esterni vengono confermati Lombardo e Favale. In attacco si assiste, come intuito alla vigilia, alla staffetta tra De Feo e Sorrentino. Panchina per l’attaccante della Beretti Baroni. La Carrarese, dal canto suo, cambia cinque interpreti della formazione che è passata, seppur soffrendo, in casa della Juventus B. Lo squalificato Agyei viene rimpiazzato dall’ex Cosenza Varone, lo slovacco Varga è il partner di Luca Ricci al centro della difesa. L’abbondanza offensiva dei gialloblù permette a Baldini di stravolgere completamente la prima linea dei suoi. Alle spalle del totem Maccarone si muovono Valente, Bentivegna e l’ex di turno Biasci.

Strepitosa la partenza della Pantera. È il 4’ quando Sorrentino vede il corridoio giusto tra le larghe maglie della difesa apuana per servire la corsa di Bortolussi, freddo nel sentenziare Botta, altro ex di turno. I padroni di casa accusano il colpo, venendo imbrigliati nella ragnatela tessuta da Giancarlo Favarin. Una volta passata in vantaggio la Lucchese, Provenzano scala sulla linea dei centrocampisti per comporre un 3-5-2. Ottima la personalità e padrona mostrata da regista, non proprio il suo ruolo, da parte del centrocampista classe 1991. Al minuto numero diciotto primo spunto di Maccarone, abile nell’aggancio, che spara in porta ma è decisiva la chiusura in scivolata di Martinelli. Azione fotocopia che si riproduce dodici giri di orologio dopo, con il difensore ex Prato che esce nuovamente vincitore dal duello.

Con il passare dei minuti la partita diventa sempre più spigolosa e con tanti contrasti a centrocampo. Al 36’ contropiede da manuale del calcio di marca rossonera sempre sull’asse Sorrentino-Bortolussi. L’attaccante romano sventaglia sulla sinistra per il compagno di reparto che calcia di potenza trovando la grande risposta di Borra che salva i suoi. Passano tre minuti e finalmente la Carrarese si fa vedere dalle parti di Falcone: Biasci non arrivare per un soffio sul cross a rientrare di Valente.

Baldini non è soddisfatto del primo tempo dei suoi e lo dimostra effettuando ben quattro cambi nell’intervallo. Fuori Varga, Biasci, Bentivegna e Valente, dentro Giacomo Ricci, Cardoselli, Caccavallo e Tavano. Carrarese in campo con tutto il proprio arsenale offensivo a disposizione. I locali iniziano a premere e già al 52’ ci vuole un prodigioso intervento di Falcone per smanacciare la rasoiata di Rosaia, resa insidiosa dal terreno viscido. Due minuti il direttore di gara punisce con un calcio di rigore una spinta di Bernardini su Tavano. Impeccabile la trasformazione dell’ex Empoli e Livorno che spiazza Falcone.

Al 61’ il tecnico locale, a cui il pareggio evidentemente non basta, esaurisce le cinque sostituzioni inserendo Piscopo, autore del 2-2 nel match d’andata. Lucchese che soffre maledettamente le accelerazioni sulla corsia destra di Caccavallo e che non riesce a ripartire. Al minuto numero sessantacinque ci vuole un’altra respinta di Falcone sulla conclusione di Caccavallo, dopo che Martinelli si era fatto scippare il pallone da Maccarone. Nell’occasione lo stesso Caccavallo, però, subisce uno stiramento: attaccante campo che resta in campo per onore di firma visto che i locali avevano già effettuato tutti i cambi. Ciò non impedisce alla Carrarese di segnare il 2-1, sempre con il solito Tavano, abile nel fraseggiare con Cardoselli e ad infilare Falcone con un tocco preciso. Gli inserimenti di Greselin e Isufaj non interrompono il monologo gialloblù che calano il tris al 75’. C’è gloria anche per Maccarone, servito dal filtrante di Cardoselli. La ricchezza di alternative della panchina apuana ha fatto tutta la differenza di questo mondo.

Nel finale Borra leva dalla porta un velenoso corner di Lombardo, per poi venire graziato al 91’ da un debole colpo di testa di Gabbia a pochi passi dalla porta. Arriva la quinta sconfitta stagionale per la Lucchese che domenica, alle ore 14.30, proverà a riscattarsi contro l’Alessandria al Porta Elisa e sperando che, nei giorni antecedenti alla sfida, possano arrivare delle novità positive sul fronte societario.

Michele Masotti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


mercoledì, 20 febbraio 2019, 14:36

Quarto d’ora finale a Cuneo: piemontesi in 10 uomini per il rosso di Suljic

Al 69’ un velenoso e angolato destro dalla distanza di Strechie viene deviato in corner dal numero uno piemontese. È l’ultima giocata del talentuoso classe 2000’, ottima la sua prova, che viene sostituito da Mauri. Scazzola fa all-in inserendo la prima punta Jallow.


mercoledì, 20 febbraio 2019, 00:39

La Pantera sta ancora a cuore a qualcuno?

Mentre Giancarlo Favarin e i suoi ragazzi sono arrivati a Cuneo in vista del recupero di oggi, calcio d’inizio fissato per le 14.30, la Lucchese sta vivendo l’ennesimo momento drammatico, sportivamente parlando, dei suoi ultimi undici anni


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 19 febbraio 2019, 15:41

Favarin: "Non possiamo e non dobbiamo sbagliare l'approccio a questa delicatissima gara"

Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Giancarlo Favarin all'ufficio stampa rossonero in vista della gara Cuneo - Lucchese


martedì, 19 febbraio 2019, 01:04

Multa e penalizzazione, la Lucchese presenterà ricorso

In tarda serata la società Lucchese Libertas 1905 ha diffuso un comunicato in cui manifesta sorpresa per la decisione adottata dal tribunale federale nazionale e annuncia l'intenzione di fare ricorso in appello


lunedì, 18 febbraio 2019, 21:25

Lucchese, umiliata e offesa una città intera

Non bastava la notizia della nuova penalizzazione e della conseguente multa per la questione fidejussione. Si apprende che sono stati pagati gli stipendi, ma non i contributi. E' uno stillicidio


lunedì, 18 febbraio 2019, 19:48

Ghirelli: "Ciò che è accaduto al Pro Piacenza si sarebbe potuto evitare"

Intervenuto nel corso della trasmissione "C-Piace", in onda su Eleven Sports e condotta da Jolanda De Rienzo e Walter Astori, Francesco Ghirelli si è espresso a caldo riguardo l'ufficialità dell'esclusione del Pro Piacenza dal campionato di Serie C, decisione del Giudice Sportivo arrivata nel corso della giornata di lunedì