Anno 7°

martedì, 25 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Siamo nella merda

giovedì, 10 gennaio 2019, 18:56

di aldo grandi

Non avevamo capito una sega. O giù di lì, pensando che Arnaldo Moriconi, ex presidente della Lucchese, sarebbe tornato alla guida della società dopo averla ceduta a 1 euro ad Aldo Castelli. Ieri, nel corso di un colloquio durato cinque ore, Favarin Giancarlo, Obbedio Antonio e gli altri giocatori della tavola rotonda, non sono riusciti a sapere quale sarà il loro futuro. Questo perché, come sempre, Paperon de Moriconi pensa ed è convinto di aver detto tutto quando, invece, non ha detto alcunché. Anzi, a quanto pare qualcosa ha detto, ossia ha ribadito che lui, indietro, non ci torna, che i figli non ne vogliono sapere della Lucchese, che ormai lui non è più proprietario e che la società appartiene ad altri. Chi sperava, quindi, di ricevere una buona notizia, ha dovuto prendere atto che di buone notizie non ce ne sono a meno che non si voglia considerare tale l'impegno che si era e si è assunto Moriconi di vigilare sul rispetto degli accordi. Comunque sia, ce ne accorgeremo presto se si pensa che, entro domani sera, la Lucchese dovrà pagare 40 mila euro di stipendi arretrati all'allenatore Leonardo Menichini pena altri quattro punti di penalizzazione.

Chi è Menichini? Presto detto. E' il tecnico che la coppia Grassini-Lucchesi aveva messo sotto contratto - depositato in Lega - questa estate salvo poi, sempre per colpa di quel bonifico mai arrivato a destinazione, far saltare tutto. Visto che Moriconi si è tirato fuori, chi pagherà domani ultimo giorno utile? Dovrebbero pagare i tre magi venuti da Roma, Aldo Castelli in testa essendo il nuovo padron delle ferriere.

In cinque ore di discorsi negli uffici di Carraia il diesse, l'allenatore e i giocatori rossoneri non sono stati capaci di strappare una garanzia limitandosi ad ascoltare Moricon de Paperoni che ha loro detto di continuare così, come hanno fatto fino ad ora. Ci sarà, comunque, poco da aspettare visto che, oltre ai 40 mila euro per Menichini, c'è alle porte la questione fideiussione. Quest'ultima, presentata da Arnaldo Moriconi, non sarebbe buona e dovrebbe essere sostituita da un'altra rispondente ai requisiti richiesti dalla Lega. Da sottolineare che anche la fidejussione presentata da Lorenzo Grassini e Fabrizio Lucchesi non aveva i requisiti necessari. In ballo ci sono otto punti di penalizzazione e l'ennesima, colossale figura di merda. 

A febbraio, poi, dovranno essere pagati nuovamente gli stipendi e i contributi allo staff tecnico e alla squadra. Chi dovrebbe farlo? Ovviamente non Moriconi che a riprendersi la Lucchese non ci pensa minimamente. A questo punto ci domandiamo se quest'uomo si è reso conto del baratro in cui ha cacciato la Lucchese con una serie di decisioni allucinanti. 

Qualcuno sostiene che la squadra, nonostante questi problemi, sia fortemente determinata e unita nell'affrontare il campionato e la cosa non può che farci piacere. Tuttavia non si può pensare che ciò che sta accadendo sul fronte societario prima o poi non interferisca anche su quello sportivo. Innanzitutto bisognerà sperare che non vada via nessuno. Dopodiché c'è da augurarsi che, già a partire da domani, la nuova proprietà sborsi i 40 mila euro per Menichini. 

Ci ha sorpreso, in effetti, che Arnaldo Moriconi non voglia tornare sui suoi passi anche se alcuni segnali in tal senso li avevamo intercettati. Credevamo, però, che essendo lucchese e vivendo a Lucca, avrebbe fatto di tutto per garantire un minimo di affidabilità all'ambiente rossonero. Evidentemente ci siamo sbagliati e ci resta solo da sperare che, effettivamente, Moriconi riesca, almeno, a fare il gendarme della situazione, controllando coloro ai quali ha ceduto affinché provvedano alle incombenze.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


martedì, 25 giugno 2019, 15:28

Lucchese, l’amarezza di Favarin: “Si tratta di una morte annunciata: disponibile ad incontrami con chi vorrà far ripartire il calcio a Lucca”

Nel day after della mancata iscrizione per la Serie C edizione 2019-2020 torna a parlare a La Gazzetta di Lucca Giancarlo Favarin


lunedì, 24 giugno 2019, 14:13

Lucchese, niente iscrizione in Serie C

Il legale romano non ha presentato alcuna domanda di iscrizione, il cui limite è fissato per le 24 di oggi (24 giugno nda), poiché non sarebbe disponibile uno stadio alternativo al Porta Elisa. Dal punto di vista economico, invece, sempre secondo Massone, non ci sarebbe stato alcun problema


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 20 giugno 2019, 20:28

L’ultimatum di Massone: “Attendiamo entro domani risposte per stadio e rateizzazione del debito”

Entro domani pomeriggio, seppur il termine per presentare l’iscrizione alla prossima Serie C scada lunedì 24 giugno, si conoscerà il destino della Lucchese. È questo, in sintesi, il parere espresso dall’avvocato Angelo Massone, colui che ha proposto il concordato preventivo per il club rossonero


giovedì, 13 giugno 2019, 16:27

Ghirardi: "Con la morte nel cuore mi sono vista costretta a rassegnare le dimissioni"

Riceviamo. e pubblichiamo, la lettera di dimissioni di Marcella Ghirardi da segretaria della Lucchese


giovedì, 13 giugno 2019, 12:55

La medaglia della città alla Lucchese

La città di Lucca rende omaggio alla Lucchese dopo l'impresa dei play out. Alla squadra di calcio locale sarà infatti assegnata la medaglia della città. La decisione è stata resa nota nell'odierna seduta della conferenza dei capigruppo. Il riconoscimento sarà consegnato nella seduta del consiglio comunale del prossimo 20 giugno


mercoledì, 12 giugno 2019, 22:07

Lucchese, l’imprenditore interessato al club è Josef Ferrando

Al termine delle 48 ore dell’ultimatum indicato dall’avvocato Angelo Massone (nella foto), a Palazzo Orsetti è andato in scena l’incontro tra l’assessore allo sport Stefano Ragghianti e Josef Ferrando, imprenditore nel settore delle materie plastiche che sarebbe disposto a rilevare la Lucchese