Anno 7°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Voci dal Porta Elisa: Langella e Obbedio fanno i complimenti ai rossoneri

domenica, 10 febbraio 2019, 17:33

di michele masotti

Il punto conquistato dalla Lucchese al cospetto di un solido Gozzano, battuto soltanto una volta in trasferta, viene accolto con soddisfazione sia da Giovanni Langella che da Antonio Obbedio. Nella ripresa la Pantera avrebbe meritato di conquistare l’intera posta in palio ma ha dovuto fare i conti, oltre che con la bravura di Casadei, con il pessimo arbitraggio di Maranesi da Ciampino. Il primo a presentarsi in sala stampa è Carlo Caramelli, secondo allenatore dei piemontesi che ha sostituito lo squalificato Soda.

“Risultato giusto per quanto si è visto in campo.” – esordisce Caramelli- “nel primo tempo meglio noi mentre nella ripresa, nonostante la Lucchese fosse in 10, i locali hanno giocato meglio. Il nostro obiettivo resta la salvezza, anche se di certo non ci culliamo sugli allori e puntiamo sempre ad ottenere l’intera posta in palio. Non era facile giocare su di un campo del genere. Sono soddisfatto del pareggio, eravamo concentrati per fare un match gagliardo.

Carlo Caramelli ha esternato il suo parere sul momento extra calcio che sta vivendo la Pantera. “Sapevamo che affrontavamo una formazione che sta vivendo una situazione difficile e da toscano mi fa ancora più male.” – ha concluso il vice allenatore di Soda- “Viviamo alla giornata e proveremo a salvarci quanto prima.” In casa rossonera si presenta per primo ai microfoni Giovanni Langella, con ancora addosso i postumi di un’influenza.

“Decisamente meglio nella ripresa contro una formazione scorbutica. In 10 uomini abbiamo tenuto bene il campo e sfiorando il successo.” – è l’analisi di Langella- “Anche oggi gli episodi non hanno girato dalla nostra parte. Ogni domenica assistiamo a delle decisioni a nostro sfavore: nella partita di andata subimmo un rigore generoso al 96’. Non vogliamo dilungarmi troppo sull’arbitraggio visto che c’è già Favarin squalificato.

 “A mio avviso non ha giovato, oltre a quello che viviamo fuori dal campo, il riposo forzato di domenica scorsa.” – ha continuato Langella- “I nostri ragazzi sono encomiabili. Ci aspettiamo degli arbitraggi non a nostro favore ma sicuramente equi. Ad Arzachena saremo privi degli squalificati Martinelli e Sorrentino. Perché De Feo non è partito dall’inizio? Alla luce delle caratteristiche del Gozzano non ci pareva l’incontro adatto.”

A chiudere il giro di interventi è toccato ad Antonio Obbedio, uno dei due baluardi (l’altro è Favarin nda) a cui il popolo rossonero si sta attaccando in queste difficili settimane.

“Sull’arbitro mi limito a dire che contro il Gozzano siamo stati sfortunatissimi.” – è l’incipit di Obbedio- “Il Gozzano in trasferta ha perso solamente a Piacenza, per questo ritengo che sia un punto fondamentale per il nostro cammino. In 40 anni di calcio è la prima volta che vedo i pompieri fare i controlli durante la partita. Ci tengo a ringraziare i dirigenti del Vorno che stamattina, alle 8.45, hanno segnato le linee del campo dato che chi di dovere era malato, così come la nostra segretaria che è andata lo stesso in panchina.” Il direttore sportivo della Lucchese ha fatto il punto su ciò che accade lontano dal campo. “Sul piano societario non ho alcun tipo di notizie.” –ha chiosato Obbedio- “Non è mia intenzione sminuire il risultato odierno dei ragazzi. La società ci interesserà a partire dal 18 febbraio (scadenza del pagamento degli stipendi di calciatori e staff nda). La verità è che, come si parla dei giocatori, ci sono degli arbitri non adatti alla categoria. Non vedo un complotto contro di noi.”


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


giovedì, 13 giugno 2019, 16:27

Ghirardi: "Con la morte nel cuore mi sono vista costretta a rassegnare le dimissioni"

Riceviamo. e pubblichiamo, la lettera di dimissioni di Marcella Ghirardi da segretaria della Lucchese


giovedì, 13 giugno 2019, 12:55

La medaglia della città alla Lucchese

La città di Lucca rende omaggio alla Lucchese dopo l'impresa dei play out. Alla squadra di calcio locale sarà infatti assegnata la medaglia della città. La decisione è stata resa nota nell'odierna seduta della conferenza dei capigruppo. Il riconoscimento sarà consegnato nella seduta del consiglio comunale del prossimo 20 giugno


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 12 giugno 2019, 22:07

Lucchese, l’imprenditore interessato al club è Josef Ferrando

Al termine delle 48 ore dell’ultimatum indicato dall’avvocato Angelo Massone (nella foto), a Palazzo Orsetti è andato in scena l’incontro tra l’assessore allo sport Stefano Ragghianti e Josef Ferrando, imprenditore nel settore delle materie plastiche che sarebbe disposto a rilevare la Lucchese


martedì, 11 giugno 2019, 14:53

Salvezza Lucchese, la felicità di Favarin: “Siamo stati più forti di tutto e tutti”

Per condurre nel porto della permanenza in C la nave rossonera, costretta a veleggiare sotto una continua tempesta societaria, solo un comandante come Giancarlo Favarin, assieme al vice Giovanni Langella, al ds Obbedio e al suo staff tecnico, poteva compiere tale impresa.


lunedì, 10 giugno 2019, 00:05

Lucchese, l’abbraccio dei tifosi nella notte del Porta Elisa

Come l’omerico Ulisse, tornato nella sua Itaca dopo aver affrontato e sconfitto innumerevoli nemici, la Lucchese, al termine di una stagione romanzesca, si è goduta l’affetto e il calore degli oltre mille tifosi presenti sul prato del Porta Elisa


domenica, 9 giugno 2019, 12:47

Lucchese, la squadra arrivata in città accolta dai tifosi

Il pullman dei rossoneri è arrivato allo stadio dove ha ricevuto un primo, caloroso abbraccio da una città intera. Fotogallery