Anno 7°

lunedì, 25 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Ritratto di Alessandro Nuccilli, l’uomo dai due nomi

sabato, 16 marzo 2019, 12:42

di michele masotti

Dalla padella alla brace. La deadline del 18 marzo, ultima data utile per pagare gli stipendi e i contributi i gennaio-febbraio dei calciatori e dello staffo tecnico, si avvicina inesorabilmente e, al tempo stesso si avvicina alla Lucchese anche Alessandro Nuccilli, imprenditore romano già noto nel mondo del calcio italiano per delle esperienze poco edificanti, per usare un eufemismo, in diversi club di terza serie. Presidente del Foligno dal febbraio 2016 all’aprile 2016, numero un del Pavia nello luglio dello stesso anno, salvo non riuscire ad iscrivere il club in C, e direttore generale, per una settimana (dal 25 dicembre 2018 al 2 gennaio 2019) dell’ormai “defunto” Matera: sono queste le tappe ufficiali nel curriculum sportivo di Nuccilli. Società che, per la fredda cronaca, sono fallite a stretto giro di posta. A queste vanno aggiunti, nel corso degli anni, interessamenti per Parma, Grosseto, Varese, Akragas e Arezzo; tutti club legati dal minimo comune denominatore di trovarsi in grossissime difficoltà societarie.

L’impresario della TecnoEdil 2000 si rese protagonista, nel dicembre 2014 di un fatto piuttosto anomalo. Interessato a rilevare delle quote del Siena, rinato con la gestione Ponte, Nuccilli venne intervistato dalla locale tv Canale 3 alla festa di Natale, presentandosi con il nome di Alessandro Monzi (https://video.corriere.it/mistero-dell-identita-siena-nuccilli-si-presento-come-alessandro-monzi/9cfa1b38-4849-11e6-9c18-dd6019c078c3). “Bruneri o Cannella?” verrebbe da dire, parafrasando il caso giudiziario, sviluppatosi nella seconda metà degli anni 20’, dello smemorato di Collegno. Il nuovo, e del quale nessuno, francamente, sentiva la mancanza, protagonista di questo “teatrino”, che stanno subendo sulla loro pelle i calciatori rossoneri e tutti i tifosi della Pantera, in atto dallo scorso 28 dicembre è entrato in scena dopo i contatti presi con Enrico Ceniccola, dimissionario consulente della Lucchese di Castelli-Ottaviani. Architetti di un contratto preliminare di vendita che dovrebbe essere firmato nel pomeriggio di lunedì 18 marzo e sarà esecutivo dal 25 marzo. Tempistiche lunghe, unite al fatto che questi soggetti, salvo eventi clamorosi che non si vedono alle porte, molto probabilmente non pagheranno i 250.000 euro per gli stipendi di gennaio-febbraio, oltre ai contributi di dicembre, che vedrebbero piombare un mortifero -8 sulle spalle dei ragazzi di Giancarlo Favarin.

Tramontata, non si sa per quale motivo, la pista del tandem Bettucci-Marco Antonio Romano (imprenditore che fino allo scorso anno deteneva il 28 per cento delle quote del Livorno), che avevano già incontrato il sindaco Tambellini e l’assessore allo sport, con l’ex patron Moriconi che ha lasciato la Lucchese in balia di una tempesta, stiamo per giungere ai titoli di coda di un trattamento che  tutto il popolo rossonero, costretto ad ingoiare tanti rospi in quanti ultimi 11 anni, mai si sarebbe meritato. Chi scrive, per quanto possa contare, appoggerà incondizionatamente qualsiasi scelta che dovessero prendere i giocatori e lo staff tecnico qualora non venissero loro corrisposto quanto dovuto. Viene da chiedersi come mai nel calcio italiano continuino a poter operare soggetti già saliti alla ribalta per fatti che non hanno niente a che fare con lo sport. Ci vorrebbe che Ghirelli, reduce dall’ennesima giravolta settimanale, questa volta sulle seconde squadre (siamo passati dal fatto che nel torneo 2019-2020 sarebbero sparite, all’auspicio di averne almeno 6 ai prossimi nastri di partenza nda), e i vertici del calcio nazionale agissero in maniera concreta con una “black list” comprendenti i nominativi di questi soggetti che giocano sulla pelle dei tifosi e calpestano il lavoro un gruppo di uomini, prima ancora che calciatori, dagli altissimi valori morali come quello che stiamo apprezzando a Lucca costruito e guidato dal duo Obbedio-Favarin.


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


lunedì, 25 marzo 2019, 19:56

Lucchese al lavoro in vista di Chiavari: Pagotto allenerà i portieri rossoneri

Il preparatore dei portieri Enzo Biato, per motivi personali, ha chiesto e ottenuto un congedo temporaneo al club. Al suo posto il direttore sportivo Antonio Obbedio ha puntato su Angelo Pagotto, ex estremo difensore tra le altre di Sampdoria, Empoli, Milan, Perugia, Arezzo e Triestina


lunedì, 25 marzo 2019, 16:12

Il Rolex di Nuccilli non piace a Tambellini

Sul profilo wapp di Alessandro Nuccilli brilla un Rolex Yacht-Master da 10 mila euro. Se ne è accorto il sindaco quando ha ricevuto la telefonata dell'imprenditore romano


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 25 marzo 2019, 14:38

Langella: "Abbiamo bisogno di un'altra vittoria e lotteremo con il coltello tra i denti per ottenerla"

Alla vigilia della partita contro la squadra Virtus Entella ecco le dichiarazioni del mister Giovanni Langella


lunedì, 25 marzo 2019, 11:39

“La Sport Man non lascerà soli i giocatori di Cuneo e Lucchese se rimanessero disoccupati per le vicende dei club”

Le parole sono del manager Alessio Sundas, titolare dell’agenzia Sport Man, che si è ufficialmente proposta, qualora la situazione delle due società dovesse precipitare, di assumere la delega dei giocatori delle due squadre che non hanno un procuratore che gli possa curare gli interessi


sabato, 23 marzo 2019, 17:41

Soddisfazione e orgoglio in casa Lucchese. Mister Langella: “Giusto premio per il lavoro svolto dai ragazzi”

Ferita dai molti punti di penalità e da quelli che, ahinoi, dovranno essere comminati, la Lucchese non si arrende e continua a sognare una salvezza che varrebbe quanto un successo di un campionato


sabato, 23 marzo 2019, 14:35

Doppietta di Zanini e la Lucchese vince 3 a 1

Bella prova di carattere dei rossoneri contro la Pro Patria. Grande sostegno dei tifosi