Anno 7°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

L’analisi dei protagonisti di Lucchese-Cuneo: “Vinto il primo tempo, ora testa al ritorno”

sabato, 18 maggio 2019, 21:23

di michele masotti

I 1883 spettatori dal Porta Elisa, fatta ovviamente eccezione per i 15 provenienti da Cuneo, hanno assistito all’ennesima grande prova, un mix perfetto di carattere e organizzazione tattica, sciorinata da questa Lucchese versione 2018-2019. Gara 1 dei play-out è andata agli archivi con un prezioso 2-0 ma sul quale Bortolussi e compagni dovranno essere bravi a non specularci sopra tra sette giorni. È questo l’avvertimento lanciato da Antonio Obbedio e Giovanni Langella che, comunque, non hanno lesinato negli elogi ai propri calciatori.

“Abbiamo speso tanto sia a livello mentale che fisico; sono partite che racchiudono la drammaticità della posta in palio. La Lucchese ha fatto 65’ importanti poi, chiaramente, l’espulsione ha complicato i nostri piani. Quando elogio lo staff tecnico, dobbiamo elogiare una figura come quella del professor Riccardo Guidi, autentico fuoriclasse nel suo settore. L’unica cosa che posso dire è che vivo il match, teoricamente, in maniera più distaccata di chi deve fare le scelte. Se il mister ha pensato di sostituire alla mezzora Strechie con Bernardini, vuole dire che avrà avuto le sue ragioni. Anche in 10 abbiamo saputo soffrire tenendo testa al Cuneo, che, forse, avrebbe meritato un gol. Oggi abbiamo vinto soltanto la prima battaglia. Se il Barcellona ha perso 4-0 a Liverpool, noi non possiamo permetterci di sottovalutare il ritorno.”

Il microfono passa a Giovanni Langella che decide di “togliersi il dente”, trattando della fatidica sostituzione. “A 24 ore dalla gara abbiamo perso Provenzano e dunque abbiamo dovuto riadattare il nostro sistema di gioco.” – ha esordito il tecnico campano- “Il cambio di Strechie è stato dettato dal non metterlo in difficoltà, visto che la partita si era messo sui binari a noi favorevoli. Purtroppo noi non disponiamo delle alternative che ha il Cuneo a centrocampo. La sfortuna ha voluto che il subentrato, Bernardini, venisse espulso. Anche noi non ci attendevamo di partire così bene. Legittimo che il ragazzo non sia stato felice di essere stato sostituito dopo mezzora.”

In vista del ritorno, Langella fa la conta degli assenti. “A Cuneo mancherà, oltre a Bernardini, Gabbia, un’assenza pesante.” – ha dichiarato il secondo di Favarin- “Cercheremo di recuperare Provenzano dato che a centrocampo siamo veramente con gli uomini contati. Ora dobbiamo prepararci al ritorno: quello odierno era solo il primo tempo. Non possiamo permetterci di andare in Piemonte per giocare una partita di attesa. Il nostro atteggiamento super offensivo li ha sorpresi in avvio, fruttando due gol. Sono contento poiché la squadra ha messo sul campo quanto avevamo provato durante la settimana.”

Chiusura dedicata a Giulio Favale, uno dei migliori in campo, protagonista di un fondamentale salvataggio in zona cesarini.

“Nel primo tempo ho disputato, come tutta la squadra, una bella gara, per poi difendere, nella ripresa, il 2-0 sebbene fossimo in inferiorità numerica.” – è il pensiero del classe 1998- “Per poco riuscivo ad andare in rete. È stata una stagione importante che mi ha fatto crescere. Quella di sabato prossimo sarà una partita che avrà una storia a sé: non dobbiamo andare in quel di Cuneo per pensare di giocare per il pareggio. Voglio ringraziare quei tifosi che ci sostengono sin dall’inizio del campionato.”

Foto Antonio Clerici

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


giovedì, 13 giugno 2019, 16:27

Ghirardi: "Con la morte nel cuore mi sono vista costretta a rassegnare le dimissioni"

Riceviamo. e pubblichiamo, la lettera di dimissioni di Marcella Ghirardi da segretaria della Lucchese


giovedì, 13 giugno 2019, 12:55

La medaglia della città alla Lucchese

La città di Lucca rende omaggio alla Lucchese dopo l'impresa dei play out. Alla squadra di calcio locale sarà infatti assegnata la medaglia della città. La decisione è stata resa nota nell'odierna seduta della conferenza dei capigruppo. Il riconoscimento sarà consegnato nella seduta del consiglio comunale del prossimo 20 giugno


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 12 giugno 2019, 22:07

Lucchese, l’imprenditore interessato al club è Josef Ferrando

Al termine delle 48 ore dell’ultimatum indicato dall’avvocato Angelo Massone (nella foto), a Palazzo Orsetti è andato in scena l’incontro tra l’assessore allo sport Stefano Ragghianti e Josef Ferrando, imprenditore nel settore delle materie plastiche che sarebbe disposto a rilevare la Lucchese


martedì, 11 giugno 2019, 14:53

Salvezza Lucchese, la felicità di Favarin: “Siamo stati più forti di tutto e tutti”

Per condurre nel porto della permanenza in C la nave rossonera, costretta a veleggiare sotto una continua tempesta societaria, solo un comandante come Giancarlo Favarin, assieme al vice Giovanni Langella, al ds Obbedio e al suo staff tecnico, poteva compiere tale impresa.


lunedì, 10 giugno 2019, 00:05

Lucchese, l’abbraccio dei tifosi nella notte del Porta Elisa

Come l’omerico Ulisse, tornato nella sua Itaca dopo aver affrontato e sconfitto innumerevoli nemici, la Lucchese, al termine di una stagione romanzesca, si è goduta l’affetto e il calore degli oltre mille tifosi presenti sul prato del Porta Elisa


domenica, 9 giugno 2019, 12:47

Lucchese, la squadra arrivata in città accolta dai tifosi

Il pullman dei rossoneri è arrivato allo stadio dove ha ricevuto un primo, caloroso abbraccio da una città intera. Fotogallery