Anno 7°

martedì, 25 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Lucchese, una storia all'asta: tutto pronto per l'evento di mercoledì 22 maggio

lunedì, 20 maggio 2019, 20:57

Tutto pronto al bar La pecora nera per "Lucchese, una storia all'asta", l'evento benefico a favore di Anffas Lucca e della squadra di calcio della Lucchese, in programma mercoledì 22 maggio alle 18. La sala è allestita e le vignette sono esposte, pronte per essere aggiudicate al miglior offerente durante l'asta organizzata da Alessandro Sesti e Anffas Lucca, in collaborazione con il quotidiano La Nazione e Lucca United.

La vignetta più antica risale al 1983, la più recente a pochi giorni fa. Nel mezzo scorrono più di 30 anni di storia della Lucchese che ripercorrono le vicende e i personaggi più significativi della squadra e il suo legame con la città. 

Le tavole sono esposte nella sala del bar "La Pecora Nera", nel parco del giardino degli Osservanti, dietro San Francesco. Mercoledì ogni vignetta sarà presentata al pubblico dal giornalista Fabrizio Vincenti mentre l'asta vera e propria (con le vignette originali) sarà gestita da Elio Antichi, che in passato si è rivelato un ottimo "animatore" per questo tipo di eventi. 

L'iniziativa nasce dalla volontà di Alessandro Sesti di dare un contributo al movimento che si è attivato in queste settimane a favore della Lucchese. E l'abbinamento con Anffas Lucca vuole rafforzare il messaggio di solidarietà e di inclusione, per creare un momento capace di riunire e rappresentare varie anime della comunità lucchese.

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


lunedì, 24 giugno 2019, 14:13

Lucchese, niente iscrizione in Serie C

Il legale romano non ha presentato alcuna domanda di iscrizione, il cui limite è fissato per le 24 di oggi (24 giugno nda), poiché non sarebbe disponibile uno stadio alternativo al Porta Elisa. Dal punto di vista economico, invece, sempre secondo Massone, non ci sarebbe stato alcun problema


giovedì, 20 giugno 2019, 20:28

L’ultimatum di Massone: “Attendiamo entro domani risposte per stadio e rateizzazione del debito”

Entro domani pomeriggio, seppur il termine per presentare l’iscrizione alla prossima Serie C scada lunedì 24 giugno, si conoscerà il destino della Lucchese. È questo, in sintesi, il parere espresso dall’avvocato Angelo Massone, colui che ha proposto il concordato preventivo per il club rossonero


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 13 giugno 2019, 16:27

Ghirardi: "Con la morte nel cuore mi sono vista costretta a rassegnare le dimissioni"

Riceviamo. e pubblichiamo, la lettera di dimissioni di Marcella Ghirardi da segretaria della Lucchese


giovedì, 13 giugno 2019, 12:55

La medaglia della città alla Lucchese

La città di Lucca rende omaggio alla Lucchese dopo l'impresa dei play out. Alla squadra di calcio locale sarà infatti assegnata la medaglia della città. La decisione è stata resa nota nell'odierna seduta della conferenza dei capigruppo. Il riconoscimento sarà consegnato nella seduta del consiglio comunale del prossimo 20 giugno


mercoledì, 12 giugno 2019, 22:07

Lucchese, l’imprenditore interessato al club è Josef Ferrando

Al termine delle 48 ore dell’ultimatum indicato dall’avvocato Angelo Massone (nella foto), a Palazzo Orsetti è andato in scena l’incontro tra l’assessore allo sport Stefano Ragghianti e Josef Ferrando, imprenditore nel settore delle materie plastiche che sarebbe disposto a rilevare la Lucchese


martedì, 11 giugno 2019, 14:53

Salvezza Lucchese, la felicità di Favarin: “Siamo stati più forti di tutto e tutti”

Per condurre nel porto della permanenza in C la nave rossonera, costretta a veleggiare sotto una continua tempesta societaria, solo un comandante come Giancarlo Favarin, assieme al vice Giovanni Langella, al ds Obbedio e al suo staff tecnico, poteva compiere tale impresa.