Anno 7°

lunedì, 23 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Lucchese, a Wladimiro Falcone la 12^ edizione del “Gazzettino d’argento”

giovedì, 6 giugno 2019, 08:53

di michele masotti

L’albo d’oro del “Gazzettino d’argento”, premio istituito dal quotidiano online Gazzetta Lucchese, si arricchisce della presenza di Wladimiro Falcone, uno dei simboli di questa irriducibile Pantera che tra due giorni si giocherà la permanenza in C a Bisceglie. È stata una serata speciale, quella che si è consumata al Caffè Santa Zita di Michele Tambellini in Piazza San Frediano. L’ennesimo momento di quell’unione indivisibile e commuovente che lega i ragazzi di Giancarlo Favarin a tutto il popolo rossonero, sempre al fianco di capitan Bortolussi e compagni. Un meritato tributo per queste Pantere, nelle cui vene scorre ormai del sangue decisamente rossonero, determinate a completare quel capolavoro chiamato salvezza che avrebbe del miracoloso in virtù di tutte le avversità, di vario genere, che hanno dovuto fronteggiare sul proprio cammino. Parte dei fondi raccolti in serata, vedi aperitivo e i poster autografati da tutti i giocatori (andati a ruba nda), sarà destinata al pagamento delle spese per la trasferta di Bisceglie.

Saranno in tanti, infatti, i supporters della Lucchese che prenderanno parte alla trasferta pugliese. Oltre ai tre premiati, il podio, per la cronaca, è stato completato, in ordine di piazzamento, da Mattia Lombardo e Matteo Zanini, ogni singolo componente della rosa, staff tecnico, dirigenziale (segretaria Marcella Ghirardi, responsabile marketing Gabriele Minchella e addetto stampa Giacomo Bernardi nda) e chiunque abbia dato una mano dietro le quinte in questi mesi turbolenti ha ricevuto una medaglia, sul cui retro era inciso il motto della Lucchese versione 2018-2019: “più forti di tutto”. Falcone si è imposto con la media voto del 6,26, piazza d’onore per Lombardo con il 6,18 mentre la prodigiosa rimonta è valso il podio a Matteo Zanini (6,15) che ha beffato di uno 0,1 capitan Mattia Bortolussi. “Abbiamo vissuto una stagione travagliata.” – è l’incipit del portiere romano- “Inizialmente avevamo una tranquillità societaria che ci permetteva di giocare a viso aperto. Da quando è successo quello che tutti sapete, si è creato un patto tra noi e i tifosi. Siamo scesi in campo con il cuore, dando sempre tutto. Il mio rendimento? Diciamo che in alcune occasioni ho dato una mano ai ragazzi.”

Anche Antonio Obbedio e Giovanni Langella, in rappresentanza di mister Favarin, hanno speso parole dolci per i loro giocatori. “Ringrazio tutte le persone qui presenti”- ha esordito il direttore sportivo rossonero- “e i ragazzi per aver fatto riscoprire quel senso di appartenenza ai colori rossoneri che qualcuno aveva fatto passare. Non si sono mai tirati indietro e qualcuno, come Greselin, ha subito un brutto infortunio. Mi permetto di elogiare pubblicamente tutti quei soggetti, come Minchella, Guidi, Alessandro Coluccio, che da dietro le quinte hanno fatto tanto per questi colori.” Concetti simili espressi da Langella, chiamato a sostituire sulla panchina rossonera Favarin per cinque mesi. “Ad un’annata così complicata si è aggiunto anche questa situazione che ha ridotto all’osso la nostra panchina a livello dirigenziale.” – ha rivelato il tecnico campano- “Siamo di fatto rimasti io e Marcella Ghirardi. Ho perso gli aggettivi per descrivere questo gruppo. Sicuramente è un’esperienza che porterò nel cuore e che mi ha fatto crescere a livello umano. Ora ci manca solo l’ultimo sforzo per completare il miracolo.”

A consegnare le medaglie ci hanno pensato due perni della recente storia rossonera, Matteo Nolè e Marcos Espeche, assieme all’alpinista Riccardo Bergamini. Costretti a dare forfait all’ultimo istante il cestista Andrea Barsanti e l’atleta paralimpico Andrea Lanfri. Questo evento, diventato una piacevole consuetudine per tutto il mondo rossonero, si è concluso con gli interventi di due storici tifosi della Lucchese, Beppe Lorenzini, che ha letto una toccante lettera intrisa d’amore per questi colori, e Mauro Lazzari, premiato con una maglia personalizzata, a nome di tutta la squadra, da Mattia Bortolussi per l’aiuto giornaliero fornito alla truppa di Giancarlo Favarin.


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


il casone


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


lunedì, 23 settembre 2019, 18:57

Agibilità del Porta Elisa, 3 mila 204 posti secondo la commissione fino al 3 marzo 2020

La commissione provinciale di pubblico spettacolo si è riunita oggi per esaminare la situazione dello stadio di Lucca e ha deliberato di conferire fino al 3 marzo 2020 l'agibilità della struttura. Lucchese-Sanremese del 29 settembre si giocherà al Porta Elisa


lunedì, 23 settembre 2019, 14:36

Lucchese, morto Walter Nicoletti, ultimo tecnico dell'era Grassi

È scomparso nella sua Rimini all’età di 67 anni Walter Nicoletti, l’allenatore che condusse la Lucchese alla salvezza in C1 nella stagione 2004-2005, quella del centenario. Malato da tempo, il tecnico romagnolo aveva continuato a ricoprire il proprio ruolo di consigliere dell’Aiac (Associazione italiana allenatori) e docente di tecnica calcistica...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 22 settembre 2019, 21:44

Post GhiviBorgo-Lucchese, le analisi dei due allenatori

I 96 minuti del terzo derby della storia tra GhiviBorgo e Lucchese vanno all’archivio con un pareggio che accontenta, per le modalità con cui è maturato, di più gli ospiti. Sentimenti contrastanti in casa biancorossa, ancora leader del torneo in attesa che la Fezzanese recuperi la partita di Savona


domenica, 22 settembre 2019, 15:14

Falomi riagguanta il GhiviBorgo, il derby finisce in parità

Succede di tutto nel derby del “Buon Riposo” di Pozzi dove la Lucchese aggancia in pieno recupero un GhiviBorgo che, obiettivamente, avrebbe meritato di vincere. La formazione di Fanani può recitare il mea culpa per non aver sfruttato le molte occasioni costruite nella ripresa


sabato, 21 settembre 2019, 15:18

L'abito non fa il... Monaco: "Niente scuse, bisogna vincere"

Il tecnico rossonero ha tenuto la consueta conferenza stampa pre-gara e non ha girato intorno alle parole: "Bisogna vincere, far bene non basta più"


venerdì, 20 settembre 2019, 13:24

GhiviBorgo, un gruppo rinnovato subito plasmato alla perfezione dall’architetto Pacifico Fanani

Di solito, quando una formazione si presenta ai nastri di partenza di un campionato completamente rinnovata è comprensibile che possa pagare qualcosa, in termini di automatismi e amalgama, nei primi turni. Non è il caso del GhiviBorgo targato Pacifico Fanani, capolista di questo girone A assieme ai verdi della Fezzanese...