Anno 7°

venerdì, 15 novembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Mair aggrava la crisi della Lucchese: rossoneri sconfitti a Casale Monferrato

domenica, 6 ottobre 2019, 15:14

di michele masotti

2-1

Casale (4-3-3): Rovei, Bianco, Pinto, Villanova e Fabbri (46’Mullici); Miello (81’Provera), Angelo Buglio (65’Vecchiarelli) e Di Lernia; Coccolo, Mair e Lamesta (90’Misbah) A disposizione: Tarlev, Graziano, Bytyci, Giarola, Vecchiarelli e Lanza Allenatore: Francesco Buglio

Lucchese (4-3-3): Fontanelli, Papini (81’Tarantino), Ligorio, Benassi e Pardini; Panati, Meucci (8’Cruciani) e Nolè (20’Presicci); Vignali (60’Lucarelli), Falomi (65’Bitep) e Nannelli A disposizione: Marinca, Visibelli, Lattuca e Gueye Allenatore: Francesco Monaco

Arbitro: D’Eusanio di Faenza (Assistenti Galigani di Sondrio e Pirola di Abbiategrasso)

Marcatore: 18’Buglio su rigore, 32’Vignali e 75’Mair

Note: Prima della partita è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Giorgio Squinzi. Al 48’ Buglio ha colpito la traversa su calcio di rigore. Espulsi al 42’ Panati per doppia ammonizione e Carruezzo per proteste. Ammoniti Buglio, Cruciani, Ligorio, Lucarelli e Meucci. Calci d’angolo 2-4. Recupero 3’ e 4’.

Nemmeno in terra piemontese arriva la tanto agognata prima vittoria della Lucchese. Anzi, i rossoneri perdono per 2-1, frutto di una prestazione incolore che non può essere imputabile soltanto al discutibile arbitraggio di D’Eusanio. La classifica, se possibile, da stasera piange ancora di più: alla spalle della Pantera c’è solo il fanalino di coda Bra, unica compagine a non aver conquistato un punto in sei turni. Certo l’espulsione di Panati, davvero ingenua, ha sparigliato le carte in tavola ma, per onestà intellettuale, il Casale, senza tre titolari, ha fatto vedere le cose migliore. I tanti cartellini gialli, a cui va sommato il rosso rimediato per proteste dal vice allenatore, la dice lunga sul clima di nervosismo e delusione che si respira in casa rossonera.

Al “Palli” di Casale Monferrato la Lucchese prova a cancellare lo zero alla voce della vittorie. Dinanzi ad un compagine che, a sua volta, non è partita nel migliore dei modi, mister Monaco conferma il 4-3-3 con le novità nell’undici titolare rappresentate da Panati in luogo di Presicci come mezzala e Vignali al posto di Tarantino. Tridente d’attacco completato da Falomi e dal rientrante Nannelli. Sempre out per infortunio Lici, Bartolomei e Remorini. I locali, privi di Todisco, Cintoi e Poesio, adottano il medesimo sistema di gioco. Villanova è l’unico di una difesa formato baby con i vari Rovei, Bianco, Pinto e Fabbri. L’ex di turno Angelo Buglio guida la mediana, Miello vince il ballottaggio con Vecchiarelli. In attacco spazio al totem Mair. Sono circa settanta i supporters della Pantera saliti in terra piemontese.

Pronti e via e Meucci finisce immediatamente sul taccuino di D’Eusanio dopo aver bloccato una ripartenza di Di Lernia. Al 3’ un rasoterra dal limite dell’area di Coccolo finisce fuori di poco. Proprio Meucci deve abbandonare la contesa per un probabile stiramento: al suo posto entra Cruciani. Padroni di casa che continuano a fare la partita e al 17’, sfruttando un errato posizionamento della difesa rossonera, usufruiscono di un calcio di rigore per il tocco involontario con la mano di Ligorio sul tentativo ravvicinato di Mair. Secondo rigore causato dal difensore ex Picerno dopo quello all’esordio contro il Chieri. Decisione dettata dalle nuove e stringenti regole made in Fifa. Dagli undici metri si presenta Angelo Buglio; Fontanelli intuisce ma non riesce a neutralizzare il destro del classe 1980. La sfortuna si accanisce sulla Pantera, costretta a perdere per infortunio anche capitan Nolè. Al suo posto entra in campo Presicci. Il classe 2000 diventa protagonista nell’azione che produce il pareggio trovando il corridoio centrale per Vignali, abile nell’estrarre dal cilindro una conclusione di rara bellezza. Ingenua la coppia di stopper locali a lasciare spazio all’ala massese, ma l’importante è che la Pantera abbia ristabilito la parità.

Lucchese che diventa padrona del campo fino al 43’ quando Panati, appena ammonito per simulazione, pesca il secondo giallo fermando con un ingenuo fallo a metà su Lamesta. Errore di gioventù madornale per il classe 2001. La legge di Murphy, “Se qualcosa può andare male lo farà”, accompagna i rossoneri sino al 48’ quando Fontanelli, con un’uscita avventata, aggancia in area Di Lernia. Nuovo penalty per il Casale ma questa volta Buglio centra in pieno la traversa.

Nella ripresa, che si apre con l’avvicendamento tra Fabbri e Mullici, sono sempre i nerostellati, quest’oggi di bianco vestiti, a condurre le danze forti della superiorità numerica. Mair e Lamesta si disturbano davanti a Fontanelli. Al 51’ una bella ripartenza di Vignali chiama alla parata alla respinta di Rovei. La gara del numero undici rossonero, il migliore dei suoi, termina pochi minuti venendo sostituito da Lucarelli. Monaco, che inserisce anche Bitep per Falomi, si affida alla corsa del livornese per serrare i ranghi sul forcing di marca piemontese. Il fortino rossonero cade al 75’ con l’ex Castelnuovo Mair che, ricevuto palla da Miello, controlla spalle alla porta per poi sorprendere Fontanelli con un angolato sinistro. Tutto da rifare per la Lucchese che si gioca la carta Tarantino per i minuti finali.

Il volitivo e generoso tentativo di assalto finale, peraltro sterile, non consente alla Lucchese di recuperare per la seconda volta lo svantaggio. Bella boccata d’ossigeno per il Casale e, di contro, la Pantera scivola al penultimo posto assieme a Verbania e Ligorna, con i liguri che mercoledì recupereranno il derby con la Lavagnese.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


il casone


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


venerdì, 15 novembre 2019, 16:16

Seravezza-Vangioni, un binomio indissolubile

Il terzo derby stagionale della provincia di Lucca mette di fronte la Pantera all’inedita trasferta del “Buon Riposo” di Pozzi contro il Seravezza di Walter Vangioni, senza dubbio uno dei migliori allenatori di questo girone A


domenica, 10 novembre 2019, 17:23

La lucida analisi di Monaco: “Non riusciamo a pungere in attacco”

Pareggiare in casa contro il Verbania non era l’epilogo che l’ambiente rossonero aveva sperato per questa seconda domenica di novembre. Al di là dello splendido gol di Filippo Fazzi, la Lucchese raramente ha messo in difficoltà il terzetto arretrato piemontese


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 10 novembre 2019, 14:34

La Lucchese non va oltre il pareggio interno contro il Verbania

La Lucchese porta a cinque la serie di match senza sconfitta ma non riesce a piegare tra le mura amiche un ordinato Verbania che ha meritato l’1-1. Il quinto pareggio in campionato ha il sapore di un mezzo passo falso in torneo così equilibrato


sabato, 9 novembre 2019, 13:34

Lucchese-Verbania, si ricorda Domenico "Mimmo" Ragone

Per ricordare la figura di Domenico "Mimmo" Ragone, mediano rossonero dal 1953 al 1958 e segretario sportivo dal 1976 al 1983, scomparso all'età di 88 anni, domenica 10 novembre allo stadio Porta Elisa verrà effettuato un minuto di raccoglimento prima dell'inizio della partita Lucchese-Verbania


sabato, 9 novembre 2019, 12:43

Lucchese, contro il Verbania alla caccia della vittoria. Out per infortunio Falomi

L’inedita sfida contro il Verbania, calcio d’inizio alle 14.30, rappresenta per la Lucchese una ghiotta occasione per allungare la striscia positiva, arrivata a quota quattro, e di avvicinarsi ai vertici di una classifica quanto mai corta


venerdì, 8 novembre 2019, 15:52

Lucchese, anche Varia finisce sulle maglie. Santoro: “Dobbiamo legare questa casacca a tutta la città”

È un Mario Santoro che ha parlato a 360° di tutto il mondo Lucchese durante la conferenza stampa nella quale è stata svelata la versione definitiva della casacca rossonera