Anno 7°

giovedì, 6 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Lucchese, Monaco: “Domani non possiamo permetterci cali di concentrazione”

sabato, 12 ottobre 2019, 14:40

di michele masotti

Solite affrontarsi in Serie C, come di sovente accaduto nel corso della loro storia, Lucchese e Savona sono pronte a ritrovarsi domani, calcio d’inizio alle canoniche 15:00, al Porta Elisa per una sfida che dall’importante posta in palio. Sebbene il torneo sia arrivato soltanto al settimo turno, rossoneri e liguri si trovano a dover scalare la classifica alla ricerca dei rispettivi obiettivi. Tra Monaco e Siciliano a rischiare di più è il trainer pugliese che, conscio delle difficoltà che possono nascondersi in questo confronto, invita i suoi ragazzi a mantenere la concentrazione alta per tutta la durata del match. Altri errori individuali, sparsi quali e là nelle precedenti giornate, potrebbero rivelarsi nuovamente fatali.

“Questa settimana le molte defezioni inducono ad un maggiore carico di responsabilità anche da parti di quelli elementi che hanno giocato di meno.”- avverte Monaco- “Il Savona è un avversario di spessore ma nessuna delle nostre avversarie sin qui incontrate ci ha mai messo sotto. Certo, dovremo eliminare quelli errori banali e aumentare la mole di produzione offensiva. Domani saranno out Fazzi, Remorini, Nolè e Meucci, mentre lo staff medico ha recuperato Bartolomei, Lici e Tarantino. Nannelli ha smaltito completamente quel dolorino che aveva.” Nella partita numero diciotto tra la Pantera e i liguri, Monaco dovrà vestire la sua compagine con un inedito 3-5-2 e lanciare dal primo minuto Jacopo Coletta, chiaro segnale che equivale ad una bocciatura di Fontanelli.

“Molto probabilmente sarà schierato titolare l’ultimo arrivato Coletta, ingaggiato mercoledì dal club.”- ha confermato il tecnico della Lucchese- “Il portiere romano si è allenato finora con una formazione di Eccellenza capitolina. Ho detto ai ragazzi che se abbiamo dato il 100 per cento evidentemente non basta; bisogna alzare l’asticella a partire dal sottoscritto. Non ho risparmiato nessuno, vedi Benassi che ho allenato in quel di Carrara. Molto probabilmente domani cambieremo modulo tattico visto che non mi reputo un’integralista del solito assetto Sarà un problema avere tre portieri over in rosa? Chiaro che se fosse stato possibile trovare un giovane tra i pali sarebbe stato meglio. Vedremo se alla riapertura delle liste a dicembre ci sarà un’opportunità, per il momento procediamo così In mezzo al campo l’unico sicuro della maglia è Cruciani. Sto pensando di schierare una seconda punta da supporto a Falomi.”

Il maggiore indiziato per affiancare l’esperto centravanti aretino pare essere Gueye, lo scorso tesserato proprio con gli juniores nazionali del Savona. Chiusura dedicata all’analisi della rosa a disposizione del tecnico Siciliano.

“I liguri cambiano ogni partita il modulo tattico.” - ha dichiarato l’ex capitano della grande Lucchese- “Tripoli è una giocatore di spessore per la categoria che sarà supportato dall’ex di turno Vita, un ragazzo che ho avuto modo di allenare in quel di Carrara quando aveva 18 anni. A questi elementi vanno aggiunti i vari Rossini, Ghinassi, Disabato e Castellana che la dicono lunga sulle ambizioni di vertice che coltivano gli striscioni. Dobbiamo essere consapevoli che ogni palla può essere determinante, sia in fase di possesso che in quella di contenimento. Per far sì che quella di domani sia veramente il match della svolta, devono essere cancellati necessariamente quelli errori che finora ci sono costati cari. Il nostro girone è un raggruppamento molto equilibrato dove non esiste una formazione in grado di ammazzare le concorrenti.”


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


martedì, 4 agosto 2020, 20:37

Lucchese confermati i quattro giovani Nannelli, Papini, Pardini e Fazzi

Diego Bartolomei, Filippo Fazzi, Giovanni Nannelli, Federico Pardini e Lorenzo Pardini sono pronti a fornire il loro contributo in quello che sarà il loro torneo d’esordio in C


mercoledì, 29 luglio 2020, 14:10

Lucchese, presentata la documentazione richiesta: grande ottimismo per l’utilizzo del Porta Elisa

I vertici societari della Lucchese, rappresentati dal presidente Bruno Russo, dall’amministratore delegato Alessandro Vichi e dal direttore generale Mario Santoro, hanno annunciato di aver inviato la documentazione richiesta dalla Co.vi.soc per prendere parte al prossimo campionato di Serie C


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 luglio 2020, 16:36

Giorgio Lionetti resta in rossonero: accordo tra il centrocampista e la società

La Lucchese 1905 annuncia con soddisfazione il prolungamento del rapporto professionale con Giorgio Lionetti, centrocampista classe ’98 dall’indiscusso valore tecnico e dalla indubbie prospettive di crescita


mercoledì, 22 luglio 2020, 16:12

Lucchese, ufficiale il rinnovo di contratto di Matteo Meucci

Diventano quattro gli over che vestiranno ancora la casacca della Lucchese che hanno contributo al pronto ritorno in C sancito un mese fa. A Coletta, Cruciani e capitan Benassi si è aggiunto Matteo Meucci, vero e proprio jolly che Monaco ha impiegato, ottenendo sempre egregie risposte, in più ruoli


venerdì, 17 luglio 2020, 17:55

Lucchese, scrupolosi lavori di cura e manutenzione all'Acquedotto in vista della stagione calcistica

Proseguono scrupolosi e incessanti i lavori di cura e manutenzione ai campi e alle strutture dell'impianto sportivo dell'Acquedotto sotto la supervisione della società rossonera


giovedì, 2 luglio 2020, 22:15

Lucchese, presentati gli allenatori del settore giovanile: cinque squadre ai nastri di partenza

Cinque squadre al via, la new entry rispetto alle impressioni della vigilia sono i Giovanissimi B regionali, staff tecnici preparati e tanto entusiasmo per ricostruire un settore giovanile che, per tutti gli anni 90’ e i primi 2000’, è stato uno dei fiori all’occhiello del club