Anno 7°

giovedì, 27 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

La Lucchese non va oltre il pareggio interno contro il Verbania

domenica, 10 novembre 2019, 14:34

di michele masotti

1-1

Lucchese (4-4-1-1): Coletta, Pardini (81’Lucarelli), Ligorio, Benassi e Papini; Nannelli (67’Tarantino), Fazzi, Cruciani e Remorini (75’Panati); Vignali (60’Gueye); Bitep A disposizione: Fontanelli, Lici, Meucci, Nolè, Lucarelli e Presicci Allenatore: Francesco Monaco

Verbania (3-5-2): Russo, Fortis, Pezzati e Gatti; Panzani, Musso, Piraccini (48’Corio), Sadouk e Lonardi; Austoni (81’Ibe) e Colombo (75’Gambino) A disposizione: Strola, Margaroli, Ramponi, Bottazzi e Perucchini Allenatore: Sergio Galeazzi

Arbitro: Pietro Marangone di Udine (Assistenti De Vito di Napoli e Porcu di Oristano)

Marcatore: 28’Austoni e 37’Fazzi

Note: Osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Domenico Rangone. Ammoniti Piraccini, Sadouk e Pezzati. Calci d’angolo 5-4. Recupero 2’ e 4’

La Lucchese porta a cinque la serie di match senza sconfitta ma non riesce a piegare tra le mura amiche un ordinato Verbania che ha meritato l’1-1. Il quinto pareggio in campionato ha il sapore di un mezzo passo falso in torneo così equilibrato. Anche oggi è emersa la principale difficoltà della formazione di Monaco, ossia di incidere pesantemente in attacco. Senza Falomi, Bitep e Gueye, serviti poco anch’essi, non sono riusciti a costruirsi delle palle gol degne di note. Una mancanza in rosa che dovrà essere colmata dal direttore sportivo Daniele Deoma nella sessione di mercato che si aprirà ad inizio dicembre.

Squadra che vince non si cambia recita l’antico adagio dal quale non si discosta Francesco Monaco. Lucchese che presenta dieci undicesimi della formazione corsara a Prato, con Jonathan Bitep al centro dell’attacco in luogo dell’acciaccato Falomi. Per il resto confermato in toto il pacchetto arretrato inviolato da quattro domeniche a questa parte. Momento positivo che sta vivendo, al di là dei rimescolamenti societari, anche il Verbania reduce da tre risultati utili consecutivi. Galeazzi opta per un 3-5-2 con Colombo a supporto di capitan Austoni.

Parte meglio la formazione piemontese, abile ad occupare tutti gli spazi, che non sfrutta a dovere al 13’ un tre contro due nel quale Colombo dosa male la misura del passaggio per Austoni che calcia da posizione defilata senza inquadrare lo specchio della porta. Topica di Marangone quando non applica la legge del vantaggio in favore di Nannelli, fuggito via sulla destra nonostante le reiterate trattenute di Pezzati, finito sul taccuino dei cattivi. Rossoneri che non riescono a svegliarsi da questo torpore iniziale, con il Verbania che ne approfitta. Bella ripartenza orchestrata da Sadouk, sponda volante di Musso per l’accorrente Austoni che anticipa Ligorio e supera di testa Coletta. Si interrompe dopo 388’ l’imbattibilità del numero uno romano. Lo 0-1 dura lo spazio di nove minuti. Il gol arriva al termine di una splendida azione corale sviluppatasi sulla corsia mancina. Il filtrante di Remorini libera Vignali al cross di prima intenzione per lo splendido destro al volo di Filippo Fazzi. Perfetta la coordinazione del classe 2000 che infila la sfera all’incrocio dei pali. Pantera che chiude in avanti la frazione con gli ospiti che rischiano nuovamente di capitolare per effetto di un malandrino colpo di testa all’indietro di Gatti.

Ad inizio ripresa la curva ovest espone uno striscione di solidarietà nei confronti dei tre vigili del fuoco morti nell’esplosione della cascina in quel di Alessandria. Al 54’ conclusione dalla distanza di Piraccini che non inquadra lo specchio della porta. Decisamente più pericolosi i padroni con la rasoiata di Fazzi deviata in corner da Russo. Sei minuti dopo primo cambio del pomeriggio: Monaco vara le due punte con Gueye che rileva Vignali.

Mossa che non sortisce grossi miglioramenti in una manovra offensiva rossonera che stenta a decollare. Fantasia e imprevedibilità richiesta a Nazzareno Tarantino, inserito al posto di un Nannelli sottotono. Lucchese sempre più a trazione anteriore. Su una punizione dalla sinistra Austoni per poco non combina la più classica delle autoreti. Sorprendentemente Monaco toglie Remorini, elemento in grado di creare superiorità numerica sulla fascia, per mettere dentro Panati. Ci prova Papini a scardinare l’attenta retroguardia del Verbania con un tiro dalla distanza neutralizzato lateralmente da Russo. È solo un lampo nel grigio pomeriggio dei padroni di casa. Non accade nulla di rilevante nei quattro minuti di recupero concessi dal fischietto friulano. Rossoneri che perdono la chance di accorciare nuovamente dalla vetta, distante sempre quattro lunghezze e occupata da stasera da un poker di compagini, rimanendo così a centroclassifica. Domenica prossima trasferta ostica al “Buonriposo” di Pozzi contro il Seravezza.

Foto di Ciprian Gheorghita


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


tuscania


il casone


auditerigi


toscano


Directo Responsive Web


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


lunedì, 24 febbraio 2020, 18:44

Il Coronavirus fa rinviare Fossano-Lucchese

Il prossimo week-end vedrà dimezzata la giornata del girone A della serie D poiché sono state sospese, causa coronavirus, le attività sportive in Lombardia, Piemonte e Liguria. Per questo motivo non si giocheranno sette delle nove gare in programma nel 26° turno. Tra queste spiccano le gare esterne di Lucchese...


domenica, 23 febbraio 2020, 18:20

Lucchese capolista, la gioia di Deoma: “Orgoglioso di rappresentare una società come questa”

Mancano nove tappe alla conclusione di questo girone A all’insegna dell’equilibrio e la Lucchese, dopo una serie di sorpassi e controsorpassi con il Prato, si appresta ad approcciare al comando con tanto entusiasmo l’inizio di questa ultima e decisiva salita dalle ripide pendenze


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 23 febbraio 2020, 14:39

Lucchese, tre punti d’oro per mantenere la vetta: Iadaresta match winner

La solita Pantera dai due volti, non esaltante nei primi quarantacinque minuti ma trascinante per grinta, carattere e foga agonistica nonostante l’inferiorità numerica, supera di misura un arcigno Ligorna mantenendo così il primato. Photogallery


sabato, 22 febbraio 2020, 13:13

Lucchese, Monaco ritrova Ligorio per la sfida contro il Ligorna

A dieci giornate dal termine il calendario propone alla Lucchese il più classico dei testacoda: al Porta Elisa arriverà domani, calcio d’inizio nuovamente alle 14:30, il Ligorna, ultima della classe ma ancora attaccato alla zona play-out


domenica, 16 febbraio 2020, 15:07

Lucchese, il colpo a Savona vale nuovamente la testa della classifica

La Lucchese, costretta a giocare in dieci uomini per tutta la ripresa, supera a pieni voti l’esame Savona con un gol per tempo tornando, da sola, al comando del torneo


sabato, 15 febbraio 2020, 13:27

Lucchese, Monaco mette in guardia i suoi dal Savona: “Vietato aspettarci una squadra in disarmo”

Solite affrontarsi in C, come accaduto quattro anni fa nell’ultimo precedente, Savona e Lucchese tornano ad affrontarsi in terra ligure con due stati d’animo contrapposti