Anno 7°

giovedì, 13 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Lucchese, il parere di Monaco: “Tre punti pesanti, ma non dobbiamo ancora guardare la classifica"

domenica, 8 dicembre 2019, 17:30

di Michele Masotti

Il rovente post partita di Lucchese-Lavagnese, quindicesimo atto del campionato viene accolto nel migliore dei modi dalla truppa rossonera da stasera seconda in classifica a -1 dalla Sanremese. Al settimo cielo, e non poteva essere altrimenti, Francesco Monaco per il nono risultato utile consecutivo inanellato dalla sua Pantera.

“Sapevamo che sarebbe stato difficile ottenere i tre punti dinanzi ad una Lavagnese arrivata qui con un modulo differente.” – ha affermato il tecnico rossonero- “Siamo contenti per il risultato, anche se il gol subito, con Cruciani rimasto a terra dopo una botta in testa, mi lascia molto amaro in bocca per l’errore dell’arbitro. Avevo avvertito i ragazzi di mantenere alta la concentrazione. Non è mai semplice mantenere la medesima concentrazione in ogni partita. La colpa non la do, onestamente, agli avversari bensì al direttore di gara: tutti noi ci saremmo aspettati che fischiasse. Ho tolto Vignali per infoltire il centrocampo con Fazzi visto che non eravamo molto dinamici. Chiaramente abbiamo sofferto molto dalla parte di Simone Basso, non impiegato con costanza nelle ultime uscite. Non guardiamo la classifica ma valutare partita dopo partita. Da martedì la nostra mente sarà già rivolta alla trasferta di Bra.” Monaco riserva parole di elogio per Michel Cruciani, anche oggi tra i migliori in campo.

“Cruciani, oltre al gol, si è speso tanto. La mia espulsione? Non ho offeso il direttore di gara ma sono stato punito per essere entrato in campo. È il mio secondo rosso in venti anni di carriera da allenatore.” – ha così concluso l’ex allenatore di Ancona e Prato.

“Grande vittoria di carattere dei ragazzi.” – ha detto Daniele Deoma- “Tengo a sottolineare che abbiamo perso sin qui due partite. Non guardo in casa delle altre; penso solo e soltanto alla Lucchese.

Tanta comprensibile amarezza traspare dalle parole di Giovanni Nucera, tecnico dei liguri, che ha espresso il suo punto di vista sul momentaneo 1-1 siglato da Simone Basso.

“Purtroppo quest’anno riceviamo tanti complimenti che non vengono accompagnati dai punti. Onestamente nell’azione del gol non ho visto Cruciani per terra, altrimenti avrei invitato i miei calciatori a buttare fuori la palla.” – ha dichiarato Nucera- “Oggi devo fare i complimenti alla mia squadra, giocando alla pari contro una grande avversaria. Ho visto una reazione gagliarda relativamente allo zero che abbiamo nella voce vittorie esterne. Il 90% dei nostri calciatori era la prima volta, fatta eccezione per Bonaventura e Simone Basso, che calcavano un palcoscenico di questo calibro. Sicuramente la Lucchese giocherà per posizioni di vertice consone alla sua storia. Siamo più vivi che mai e lotteremo fino al termine del campionato per centrare la salvezza.”

A chiudere il giro delle interviste, tocca al regista rossonera, giunto al quarto centro in campionato.

“Il rimbalzo del pallone era invitante per calciare verso la porta ligure.” – spiega il mediano Cruciani- “Indubbiamente ho fatto un bel gol. Personalmente preferisco non guardare la classifica; l’importante è avere la mentalità settata su un certo obiettivo. Eravamo consci delle difficoltà alle quali saremmo andati incontro. Quando le cose vanno bene, tutto diventa più semplice. Ne ho sentite tante sul mio conto ma onestamente non ci ho mai dato peso. Sono sempre stato consapevole della mia forza. In settimana una delegazione dei tifosi mi hanno lasciato un pensiero per quello che ho vissuto; ci tengo in particolar modo a ringraziarli, così come la società e i miei compagni, per quello che hanno fatto per me.”

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


giovedì, 13 agosto 2020, 19:00

La Lucchese batte altri due colpi: presi Scalzi e il difensore Panariello

Prosegue a ritmi serrati l’allestimento della rosa rossonera che si appresta a disputare il campionato del ritorno tra i professionisti dopo solo una stagione. Filippo Scalzi, ala proveniente dalla Sanremese, e Aniello Panariello, esperto difensore che conosce alla perfezione la Serie C, sono due nuovi calciatori della Lucchese


mercoledì, 12 agosto 2020, 20:52

Lucchese, arriva la firma di Convitto: biennale per l’ala ex Licata

Roberto Convitto e la Lucchese, storia di un matrimonio annunciato e finalmente celebrato. Già in un caldo pomeriggio dell’agosto 2018, per la precisione al “Buonriposo” di Pozzi, l’ala siciliana vestì i colori rossoneri nel corso di un’amichevole con il Seravezza


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 6 agosto 2020, 19:14

Lucchese, novità nell’area marketing e comunicazione

La dirigenza sta lavorando intensamente per formulare la campagna abbonamenti, compito non semplice alla luce dell’incertezza legata alla riapertura degli stadi italiani per i tifosi


martedì, 4 agosto 2020, 20:37

Lucchese confermati i quattro giovani Nannelli, Papini, Pardini e Fazzi

Diego Bartolomei, Filippo Fazzi, Giovanni Nannelli, Federico Pardini e Lorenzo Pardini sono pronti a fornire il loro contributo in quello che sarà il loro torneo d’esordio in C


mercoledì, 29 luglio 2020, 14:10

Lucchese, presentata la documentazione richiesta: grande ottimismo per l’utilizzo del Porta Elisa

I vertici societari della Lucchese, rappresentati dal presidente Bruno Russo, dall’amministratore delegato Alessandro Vichi e dal direttore generale Mario Santoro, hanno annunciato di aver inviato la documentazione richiesta dalla Co.vi.soc per prendere parte al prossimo campionato di Serie C


venerdì, 24 luglio 2020, 16:36

Giorgio Lionetti resta in rossonero: accordo tra il centrocampista e la società

La Lucchese 1905 annuncia con soddisfazione il prolungamento del rapporto professionale con Giorgio Lionetti, centrocampista classe ’98 dall’indiscusso valore tecnico e dalla indubbie prospettive di crescita