Anno XI

martedì, 20 aprile 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Il derby si tinge di rossonero: bomber Bianchi alimenta le speranze di salvezza della Lucchese

domenica, 21 marzo 2021, 20:55

di michele masotti

1-0 

Lucchese (3-5-2): Biggeri, Panariello, Pellegrini e Benassi; Panati (78’Dalla Bernardina), Sbrissa, Meucci, Nannelli (88’Lionetti) e Lo Curto (54’Adamoli); Bianchi e Petrovic (88’Marcheggiani) A disposizione: Pozzer, Cellamare, Solcia, Bartolomei, Forciniti, Maestrelli, De Vito e Dumancic Allenatore: Giovanni Lopez

Pistoiese (4-3-1-2): Perucchini, Pierozzi, Romagnoli, Baldan e Simonti (88’Renzi); Spinozzi (75’Mal), Pezzi (88’Solerio) e Valiani (67’Rovaglia); Maurizi; Stoppa e Momentè A disposizione: Serra, Nordi, Cavalli e Rondinella Allenatore: Stefano Sottili

Arbitro: Marini di Trieste (Assistenti Terenzio di Cosenza e Votta di Moliterno)

Marcatore: 49’ Bianchi

Note: espulsi al 10’ Maurizi per gioco scorretto e al 63’Momentè per doppio giallo. Ammoniti Lo Curto, Meucci e Momentè. Calci d’angolo 3-5. Recupero 1’ e 5’.

LUCCA - Se sarà stato il successo della ripartenza o quello dell’illusione sarà soltanto il rush finale di questo campionato a dircelo. Fatto sta che la Lucchese, grazie alla dodicesima perla stagionale di Bianchi, da stasera re dei bomber del girone A in coabitazione con Gatto del Como e Manconi dell’Albinoleffe, supera la Pistoiese in una partita che, di fatto, equivaleva alla “cassazione” per la Pantera. La squadra di Lopez, che così puntella definitivamente la sua panchina, ottiene il quinto successo in campionato portandosi ad un punto dalla terzultima, propria quella che Pistoiese che però deve recuperare ancora due partite. Al di là delle decisioni arbitrali, sacrosanto il primo rosso mentre su quello di Momentè si può discutere, la Pantera ha messo in campo quella grinta e temperamento necessari per svoltare una stagione complicata. Mvp della gara è stato Flavio Bianchi, supportato da una superba prova di Sbrissa. Si è sentita tantissimo in questo mese e mezzo l’assenza in mediana del giocatore veneto, assist man di giornata e sfortunato nel colpire una traversa quando il punteggio era sempre di parità.

Il derby della disperazione tra Lucchese e Pistoiese vede i rossoneri, tornati ad indossare in nome della scaramanzia la maglia gialla fluorescente, scendere in campo con l’imperativo della vittoria. Le vittorie contro pronostico di Giana Erminio e Piacenza rendono alla Pantera inutile anche il pareggio. Solito 3-5-2 per Lopez: le novità sono il ritorno al centro della difesa di Panariello, l’avvicendamento sulla destra tra Maestrelli e Lo Curto mentre il posto dell’infortunato Zennaro viene preso dal rientrante Sbrissa. Gli ospiti, a secco dai tre punti da nove turni e con diversi assenti causa covid-19, si presentano al Porta Elisa con un 4-3-1-2 dove l’esperto Momentè e Stoppa sono i due riferimenti offensivi. Debutto per mister Sottili, tornato sulla panchina dell’olandesina sei anni dopo la precedente esperienza.

Passando 10’ ed arriva la prima svolta nel match. Maurizi commette a centrocampo un’entrata pericolosa e senza senso su Sbrissa. Marini non ci pensa due volte ed estrae il rosso diretto all’indirizzo del giocatore arrivato nel mercato invernale dal Carpi su espressa richiesta dell’ex tecnico Riolfo. Forti della superiorità numerica, i locali iniziano ad assediare la metà campo della Pistoiese. Al 16’ il morbido colpo di testa di Petrovic supera Perucchini ma vede la sua corsa infrangersi sul palo. Tre minuti più tardi Flavio Bianchi esplode un destro che sfiora la traversa. Pistoiese sempre schiacciata sulla difensiva in attesa di pescare un contropiede. È sempre il classe 2000 scuola Genoa a creare scompiglio nella difesa ospite con un destro a rientrare che sfiora il palo alla sinistra di Perucchini. Gli arancioni cercano di arginare la folate della Lucchese affidandosi al senso della posizione di Pezzi, unico ex della serata, e alle sgroppate sulla destra del forte Pierozzi. La prima chance della Pistoiese arriva nel finale di tempo quando Momentè, sugli sviluppi di un corner, non riesce a dare la sufficiente dose di forza a pochi passi da Biggeri.

Che l’annata sia sfortunata per la Lucchese, al di là dei limiti tecnici, se ne ha un’ennesima riprova in avvio di ripresa quando il gran destro dalla distanza di Sbrissa centra in pieno la faccia superiore della traversa. Il meritato vantaggio dei locali, però, è rimandato soltanto di due giri di orologio. Illuminante passaggio filtrante di Sbrissa, il centrocampista con più qualità, viene letto alla perfezione dal taglio di Bianchi, glaciale come al solito nel superare con un tocco morbido la disperata uscita di Perucchini. Per non correre rischi, in virtù del metro di giudizio arbitrale, Lopez sostituisce l’appena ammonito Lo Curto con Adamoli. Il secondo giallo se lo becca, invece, Momentè per simulazione al 63’. Il centravanti fatto esordire in Champions League dall’Inter nel dicembre 2005, allenatore Roberto Mancini, finisce a terra sul contatto con Panariello. Se non c’erano gli estremi del rigore va detto che, per onestà intellettuale, la seconda ammonizione pare una sanzione troppo severa. Perucchini evita la nuova capitolazione al 65’ deviando lateralmente la spizzata di Petrovic. Quattro minuti più tardi giallo pesante per Meucci, diffidato che così salterà la trasferta di domenica prossima al “Moccagatta” di Alessandria. Altra bella conclusione dalla distanza di Sbrissa, senza dubbio uno dei migliori, che finisce di un soffio sul fondo.

Il valzer dei cambi finali, si rivede in campo dopo vari mesi il reintegrato Lionetti, non cambia lo scenario finale. Tre punti pesanti e meritata per una Lucchese che rimane così attaccata alla speranza di disputare i play-out.

 

Foto Ciprian Gheorghita


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


domenica, 18 aprile 2021, 20:50

Sprofondo rossonero: tris della Carrarese e ora date la colpa a Lopez...

Altra disfatta della squadra di Lulù Di Stefano chiamato a sostituire l'esonerato Lopez senza nemmeno sapere perché. Ma chi ha, veramente, sbagliato per questa stagione di merda che più merda non si può?


martedì, 13 aprile 2021, 13:15

Lucchese a picco, paga Lopez: esonerato

La società Lucchese 1905 comunica ufficialmente di aver sollevato dall'incarico di allenatore della prima squadra Giovanni Lopez. La conduzione tecnica verrà da quest’oggi affidata ad Oliviero Di Stefano, che gode della piena stima e fiducia della società


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 11 aprile 2021, 15:09

Contro il Livorno pareggio inutile: la serie D sempre più vicina

Per il Lucchese e Livorno il derby numero 54 equivale all’ultima chiamata nella disperata rincorsa ad accorciare la forbice degli otto punti di ritardo, requisito fondamentale per prendere parte ai play-out


giovedì, 8 aprile 2021, 21:39

Lucchese-Livorno, il derby del 'si salvi chi può'

Da un mese a questa parte i match della Lucchese, a caccia di un piazzamento nei play-out sperando di restare sotto la forbice degli otto punti, hanno appiccato addosso l’etichetta dell’ultima spiaggia


sabato, 3 aprile 2021, 18:38

La Lucchese non va oltre il pari: i play-out restano ancora una chimera

Dal prato del Garilli, in passato teatro per prestigiosi palcoscenici, passa una buona fetta delle residue speranze della Lucchese di centrare i play-out, evitando la temuta “forbice”. Finisce 1-1


venerdì, 2 aprile 2021, 17:58

Lucchese, a Piacenza c’è l’ultima chiamata per i play-out. Lopez: “Stagione condizionata dal Covid”

Ora o mai più. Il sabato di Pasqua propone alla Lucchese, reduce dal pesante rovescio subito ad Alessandria e con l’incombente spada di Damocle della “forbice” degli otto punti che cancellerebbero i play-out, la sfida da dentro o fuori di Piacenza, in casa di una squadre uscite vittoriosa in tre...