Anno XI

lunedì, 14 giugno 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Ecco il video del nuovo Porta Elisa

lunedì, 7 giugno 2021, 21:29

di michele masotti

La serata di lunedì 7 giugno ha rappresentato, salvo intoppi non visibili all’orizzonte visto che tutte le componenti in campo stanno remando dalla stessa direzione, un cambiamento epocale nel futuro della Lucchese. Il nuovo Porta Elisa, il nome non cambierà dopo il restyling, è il frutto dell’infaticabile lavoro svolto dal direttore generale Mario Santoro, l’amministratore delegato Alessandro Vichi e il presidente Bruno Russo, nonché di tutto il sodalizio di imprenditori lucchesi che hanno sposato questo progetto. Un passo vitale, quindi, per l’intera città che dovrà andare di pari passo, come ricordato dal sindaco Alessandro Tambellini, con un piano sportivo di livello che passerà necessariamente dal recupero di quelle categorie che la Pantera non vive ormai da ventidue anni.

Il percorso, come riconosciuto dal presidente della provincia Luca Menesini, resta lungo ma la tappa odierna è una bella polizza assicurativa anche per quanto concerne la riqualificazione urbana dell’area antistante ad uno stadio in procinto di spegnere la candelina numero ottantasei. La conferenza preliminare dei servizi, in tal senso, fissata per lunedì 14 giugno sarà un ulteriore scatto in avanti.

Parterre de roi di assoluto livello alla chiesa di San Francesco con tanti protagonisti della grande Lucchese: dall’ex presidente Aldo Grassi, a Tony Carruezzo, Lucio Nobile, a Gabriele Baraldi per arrivare fino a Massimo Morgia in una giornata che, ed è l’auspicio di tutti, possa segnare una vera e definitiva svolta nell’ultracentenaria storia di questo club.

Cospicua la presenza di molti personaggi legati al tessuto industriale, commerciale e dell’associazionismo di Lucca. Notevole, e non poteva essere altrimenti, la presenza di molti esponenti politici. Presenti gli esponenti di Aurora Immobiliare, ideatori del progetto legato al nuovo Porta Elisa e il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. Che la sua presenza sia profetica di un’ipotetica riammissione in C, a causa di alcune mancate iscrizioni (pena subita già tre volte dalla Lucchese negli ultimi tredici anni) di altre compagini, della Lucchese? La speranza è l’ultima a morire.

Visibilmente emozionato il presidente Bruno Russo, vestito con un impeccabile gessato, da sempre sostenitore di questo progetto che adesso, per merito della poderosa sinergia tra dirigenti-imprenditori, è davvero ad un passo dopo i tentativi andati a vuoto sotto altri gestioni nella prima decade degli anni 2000.

“Non nascondo una certa emozione ad essere arrivati a questo punto; ricordo ancora il primo incontro, era il settembre 2019, tra Aurora Immobilare e gli imprenditori locali che hanno investito nel progetto del nuovo stadio - sono le parole del numero uno della Pantera - Alla luce di quanto realizzato con il “Benito Stirpe” di Frosinone, modello fattibile per una città come Lucca, abbiamo deciso che la società laziale fosse l’ideale per realizzare questa impresa. Ringrazio gli imprenditori Puccetti, Massimo Bianchi, Varia e Luca Gelli, tutti decisivi con il loro contributo per essere arrivati sino a questo punto. Colgo l’occasione per porgere un pubblico ringraziamento all’amministrazione comunale per come si è posta in questa ambiziosa impresa. Sono certo che il nuovo Porta Elisa diventerà un vanto per tutta la città di Lucca, riuscendo così ad accrescere ulteriormente la vocazione internazionale della nostra comunità. Sarà un tassello fondamentale per la rinascita del calcio rossonero. Siamo molto rammaricati per non aver conseguito la salvezza in C, ma faremo di tutto per esseri riammessi. Se non sarà così, vi assicuro che faremo il possibile per ottenere nei tempi più brevi il rientro nel calcio professionistico.”

Un ruolo chiave nello sviluppo di questo progetto l’ha avuto, sebbene non abbia mai amato la luce dei riflettori, l’amministratore delegato del club Alessandro Vichi.

“Dobbiamo molto ai tifosi se tutto questo oggi è possibile. La giornata odierna è importante non solo per Lucca, ma direi sia per la Toscana che per l’intera nazione, visto che si contano sulle dita delle mani le realtà che hanno dato vita a questo ambizioso progetto - ha ricordato Vichi - Due anni fa siamo ripartiti da zero, trovando soltanto delle macerie. Siamo riusciti a ricostruire tanto sottraendo anche del tempo alle nostre famiglie ma ne è valso la pena per l’amore che proviamo verso i colori rossoneri. Dobbiamo concentrarci su questo grandissimo evento.”

Nello splendido scenario della chiesa di S.Francesco non poteva mancare un ulteriore intermezzo culturale, già il calcio di per sé lo è anche se tanti intellettuali (sic) tendono a snobbarlo, di assoluto livello. La meravigliosa voce di Ilaria Della Bidia, lucchese doc che si è esibita assieme ad Andrea Bocelli nell’ultimo tour mondiale del celebre tenore, ha allietato i presenti con il “Canto della Terra”.

Antonio Ciufarella, titolare di Aurora Immobiliare, ha raccontato le modalità che hanno portato a questa bella opera architettonica. “Ringrazio il comune di Lucca per la completa disponibilità che ci ha dato per sviluppare questo progetto. Anche con la sovrintendenza abbiamo avviato una proficua collaborazione, recependo i loro preziosi consigli - ha ammesso Ciufarella - Cito, oltre al club, Luca Gelli che mi ha dato fiducia per la realizzazione di questo progetto. Nella costruzione del nuovo stadio, ribadisco che l’amministrazione comunale non dovrà sborsare alcun euro. La Lucchese avrà la gestione dell’infrastruttura con annessi i costi. Uno stadio del genere darebbe un’autosufficienza tranquilla alla squadra. Il nuovo Porta Elisa sarà una casa che dovrà vivere per 365 giorni l’anno, non soltanto ogni due settimane quando si disputano le partite.”

Significativo, in chiusura, l’intervento del presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, reduce da un tour de force relativo alla presentazione di nuovi impianti, vedi Avellino e Albinoleffe, che alla ristrutturazione di alcuni già esistenti come Francavilla al Mare.

Archiviata questa serata importante, preparata e realizzata in maniera impeccabile, l’attenzione dovrà essere focalizzata sull’aspetto sportivo poiché si dovrà ricostruire dalle macerie lasciate dall’ultima travagliata annata.

Novità che, entro settembre, potrebbero esserci anche dal punto di vista societario. Non è passata inosservata, infatti, la presenza del broker internazionale Joel Esciua, classe 1964 e nativo di San Paolo (Brasile), grande appassionato del calcio italiano e da anni di stanza lavorativa in quel di Londra. Chissà che tra qualche mese la Lucchese non possa avere nuovamente una tinta internazionale.

Foto di Ciprian Gheorghita

Video Ecco il video del nuovo Porta Elisa


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


sabato, 12 giugno 2021, 13:12

Lucchese, adesso è ufficiale: Guido Pagliuca è il nuovo allenatore

A distanza di sette anni, l’ultima partita risale al 16 novembre 2014 persa contro la Pistoiese, Guido Pagliuca torna a sedersi sulla panchina della Lucchese


sabato, 5 giugno 2021, 17:27

Toto allenatore Lucchese: Pagliuca in pole position, con Buscè sullo sfondo

Per quanto concerne il direttore sportivo, la società ha avuto diversi colloqui con diversi candidati. Il vero cambiamento, o possibile ritorno al passato, avverrà certamente alla voce allenatore


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 22 maggio 2021, 08:35

Nuovo allenatore, la Lucchese sfoglia la margherita: Buscè, Giannichedda e Favarin i papabili

Incanalato sui binari giusti il progetto legato al restyling del Porta Elisa, in casa Lucchese si lavora per riempire la casella relativa al nuovo allenatore


martedì, 18 maggio 2021, 20:18

Giancarlo Favarin a passeggio in via Fillungo

Una piacevole sorpresa, un incontro tra vecchi amici, un... caso o qualcosa di più? L'ex allenatore rossonero Giancarlo Favarin era, oggi pomeriggio, a spasso per via Fillungo in compagnia della moglie


lunedì, 17 maggio 2021, 19:40

Lucchese, il futuro passa dallo stadio. L’ad Vichi: “A primavera 2022 potrebbe esserci l’assegnazione dei lavori”

Assorbito parzialmente l’amaro verdetto della retrocessione in D maturata a Meda, i vertici societari della Lucchese hanno interrotto il loro silenzio stampa con una conferenza incentrata interamente sul progetto del nuovo Porta Elisa


venerdì, 14 maggio 2021, 15:36

Parte il 14 giugno la conferenza dei servizi preliminare per la ricostruzione dello stadio 'Porta Elisa'

È stata convocata la prima riunione della conferenza dei servizi per il 14 giugno alla quale prenderanno parte i rappresentanti di 23 enti coinvolti a norma di legge