Anno XI

martedì, 19 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Lucchese, al Porta Elisa arriva il Cesena dell’ex capitano Bortolussi

venerdì, 3 settembre 2021, 17:12

di michele masotti

Archiviato il vittorioso debutto di Imola, il calendario propone alla Lucchese una prima uscita interna, calcio d’inizio fissato per le 17.30 di domenica, che rimanda alla mente gli anni 90’ del secolo scorso, quando la Pantera militava, e bene, in Serie B. Al Porta Elisa arriverà il Cesena, compagine sì bloccata nel debutto sul pari domicilio dal Gubbio ma che ha allestito organico inferiore soltanto a quello di Modena, Siena, Pescara, Reggiana e Virtus Entella. Una partita che presenta un tasso di difficoltà superiore rispetto a quella della giornata d’esordio, anche se è meglio affrontare subito, specialmente se come ammesso dal ds dei romagnoli Zerbi la rosa è ancora incompleta, formazioni costruite per ambire a migliorare il risultato della passata stagione. Sarà anche il match che vedrà, finalmente, il ritorno del pubblico (capienza massima fissata al 50% nda) nell’impianto rossonero.

Pagliuca, appiedato per un turno dal giudice sportivo, dovrà rinunciare a Babbi e all’ex di turno Nanni e Dumbravanu, impegnati rispettivamente con le nazionali di San Marino e Moldavia nelle qualificazioni per i mondiali di Qatar 2022. Si va, dunque, verso la conferma per dieci undicesimi del team sceso in campo al “Romeo Galli”; per comporre il tridente offensivo assieme a Semprini, che potrebbe essere utilizzato da prima punta, e il trequartista Gibiliterra ci sarà un ballottaggio tra gli ultimi arrivati Belloni e Fedato, con quest’ultimo leggermente favorito visto che ha svolto tutta la preparazione proprio con il Gubbio. Se la Pantera replicherà gli ingredienti tecnico-tattici cari a Guido Pagliuca, reparti molto corti, aggressività sui portatori di palla avversari e un attacco in grado di non dare punti di rifornimento, anche l’ambizioso Cesena dovrà sudare le proverbiali sette camicie. Fondato nel 1940, il club romagnolo ha militato prevalentemente in cadetteria, 32 partecipazioni, mentre in 13 circostanze, l’ultima risalente alla stagione 2014-2015, ha giocato in Serie A con l’apice toccato nel 1975-1976 con quel sesto posto, conquistato da una squadra esperta formato da vari Cera, Frustalupi e Rognoni, che valse la qualificazione alla successiva Coppa Uefa. Fallita nell’estate 2018, la ripartenza bianconera porta il nome del presidente Corrado Augusto Patrignani. Nella scorsa stagione il cavalluccio romagnolo ha chiuso al 7° posto la regular season del girone B di Serie C per poi essere estromesso al secondo turno dei playoff dal sorprendente Matelica. Saranno tre gli ex rossoneri presenti tra le fila dei romagnoli: Adamoli, Nannelli e quel Mattia Bortolussi che ha lasciato un grande ricordo, sia come attaccante che a livello umano, nella città dell’arborato cerchio. Il classe 1996 fu, infatti, il capitano di quell’indomito gruppo plasmato da Favarin che tre anni fa si salvò sul campo, impresa poi vanificata dal fallimento del club, nonostante i -25 punti di penalizzano. Oltre ai gol, Bortolussi diede grande dimostrazione di rettitudine quando sbugiardò, nel bel mezzo di un’infuocata conferenza stampa di fine dicembre 2018, i tre “re magi” romani, ultimi attori di una brutta vicenda che portò al terzo fallimento rossonero nel giro di 11 anni.

Decisamente favorevole alla Pantera il bilancio storico dei match giocati al Porta Elisa. 9 sono le vittorie dei locali, quattro i pareggi e tre i blitz del Cesena, l’ultimo dei quali è lo 0-2, firmato Luppi e Myrtaj, della stagione 2002-2003 (C1 girone A). Risale al torneo precedente, era l’ultima giornata, il 4-1 con cui l’allora squadra di D’Arrigo si impose: per la Lucchese andarono a segno Zhabov, Tarantino, Carruezzo con una doppietta mentre per gli ospiti il punto dalla bandiera venne messo a referto da un giovane German Denis.

Dal gennaio 2020 a sedere sulla panchina romagnola è Wiliam Viali, ex difensore centrale in Serie A con Lecce, Fiorentina, Venezia, Perugia, Ancona e Treviso, che da tecnico ha guidato in terza serie Pro Piacenza, Sudtirol, Cuneo e Novara.

L’allenatore lombardo, che a Lucca dovrà rinunciare all’infortunato Maddaloni, dovrebbe optare per un 4-4-2. Tra i pali spazio al veterano Michele Nardi, protagonista con i suoi interventi domenica scorsa al “Manuzzi”. In difesa sulle corsie laterali agiranno a destra Candela e a sinistra l’ex Andrea Adamoli, anche se nelle ultime starebbero risalendo le quotazioni di Yabre. A guidare il reparto spetterà al tandem Ciofi-Gonnelli, con l’ex Livorno al rientro dopo il turno di stop. Se come esterno di centrocampo a destra dovrebbe spuntarla Zecca, sul versante opposto Viali potrebbe concedere nuovamente fiducia a Carlo Ilari, arrivato in estate dal Teramo. La cerniera della mediana dovrebbe esser formata da capitan Ardizzone e Nicola Rigoni, prelevato in prestito dal Monza e che vanta 83 presenze e 4 gol in A con le maglie di Chievo Verona e Palermo. In attacco, detto dell’acquisto last minute del figlio d’arte Nicholas Pierini (papà Alessandro è stato un difensore di Parma e Fiorentina ad inizio anni 2000), Mattia Bortolussi, 16 gol nello scorso campionato, farà coppia con capitan Caturano.

Lucchese-Cesena sarà diretta da Alberto Ruben Area di Torre Del Greco, coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Lipari di Brescia e Benedetto Torracca di La Spezia.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


martedì, 19 ottobre 2021, 21:53

Fermana e Lucchese al riposo sulla parità: al 30’ palo di Fedato

Senza i titolari Baldan e Frigerio, rimasti nella città dell’arborato cerchio a causa di alcuni piccoli acciacchi fisici, mister Pagliuca li sostituisce con Bachini e Brandi e mantiene intatto il tridente offensivo composto da Belloni in veste di rifinitore alle spalle di Fedato e Semprini. Notizia in aggiornamento


lunedì, 18 ottobre 2021, 18:27

Fermana, si tenta la cura Riolfo per risollevare i canarini

Sulle ali dell’entusiasmo della convincente vittoria di Pontedera, per la Lucchese è già di tempo di vigilia del secondo turno infrasettimanale della stagione


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 16 ottobre 2021, 17:15

Pagliuca dopo la vittoria: "Tutto il merito va ai ragazzi"

Guido Pagliuca commenta con entusiasmo la vittoria della sua Lucchese nel derby contro Pontedera elogiando il lavoro dei giocatori in campo


sabato, 16 ottobre 2021, 14:44

Riscatto rossonero: la Lucchese espugna Pontedera con pieno merito

Si colora di rossonero il primo derby toscano della stagione della Lucchese, corsara per il secondo anno di fila sul sintetico del “Mannucci” di Pontedera


giovedì, 14 ottobre 2021, 13:04

Pontedera, la solita ricetta per un’altra stagione di buon livello

Per una Lucchese in piena crisi di risultati, nelle ultime quattro giornate è stato raccolto solo un punto, sabato alle 14:30 scoccherà al “Mannucci” di Pontedera l’ora del primo derby toscano


domenica, 10 ottobre 2021, 14:56

Altro schiaffo per la Lucchese: esulta il Pesaro che vince 2 a 1 al Porta Elisa

Il pomeriggio del Porta Elisa riserva un verdetto amaro ad una Lucchese sciupona e ingenua, due gol presi su altrettante palle da fermo, che viene superata da una cinica Vis Pesaro