Anno XI

mercoledì, 20 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Lucchese: al Porta Elisa passa un cinico Cesena

domenica, 5 settembre 2021, 17:36

di michele masotti

1-2

Lucchese (3-5-2): Coletta, Papini, Baldan e Bellich; Corsinelli (75’Gibilterra), Bensaja, Eklu (82’Belloni), Frigerio e Nannini (89’Visconti); Fedato e Semprini A disposizione: Cucchietti, Bachini, Panati, Yakubiv, Schimmenti, Zanchetta, Lovisa, Ruggiero e Brandi Allenatore: Riccardo Carbone (Pagliuca in tribuna poiché squalificato nda)

Cesena (4-4-2): Nardi, Candela, Mulè, Ciofi e Yabre (46’Rigoni); Ilari, Ardizzone, Steffè e Zecca (90’Tonin); Caturano (81’Nannelli) e Bortolussi (69’Pierini) A disposizione: Fabbri, Brambilla, Munari, Berti, Gonnelli, Shpendi, Pollini e Lepri Allenatore: William Viali

Arbitro: Alberto Ruben Arena di Torre del Greco (Assistenti Giuseppe Lipari di Brescia e Bendetto Torraca di La Spezia)

Marcatore: 44’Corsinelli,48’Ardizzone e 51’Candela

Note: Prima della partita è stato posizionato un mazzo di fiori nello spicchio della Curva Ovest occupato da Paolo Carina, il supertifoso rossonero scomparso pochi giorni fa. Ammoniti Zecca, Papini, Nannini, Baldan, Nannelli, Candela, Fedato e Yabre. Calci d’angolo 10-4. Recupero 0’e 6’.

Esordio casalingo amaro per la Lucchese, sconfitta immeritatamente in rimonta dal Cesena, letale nel colpire in due occasioni all’alba della ripresa. Davvero un peccato per capitan Coletta e compagini, costretti quest’oggi a recriminare per alcune cervellotiche decisioni arbitrali, vedi mancata espulsione di Yabre a fino primo tempo. La risposta dell’undici rossonero al primo crash test di questo campionato è stata incoraggiante e gli errori commessi, vedi delle maglie troppo larghe nei due episodi chiave, verranno recepiti dai ragazzi di un indemoniato Pagliuca che non si è risparmiato nel seguire i suoi con trasporti dalla tribuna.

A quattro mesi di distanza, era la fine dello scorso aprile quando i rossoneri superarono di misura il Lecco per un successo che si rivelò poi inutili ai fini della classifica, la Lucchese torna tra le mura amiche, questa volta con la lieta presenza dei suoi sostenitori. Di fronte all’ambizioso Cesenza degli ex Nannelli e Bortolussi (il terzo Adamoli è ai box per un problema fisico nda), Pagliuca cambia quattro uomini rispetto al vittorioso debutto di Imola. Senza l’ex di turno Nanni, impegnato con la nazionale sammarinese, e con Picchi messo k.o. da un risentimento nella rifinitura, trovano una maglia da titolare l’ultimo arrivato Fedato, Eklu mentre Baldan ha la meglio nel ballottaggio con Bachini. Modulo più prudente per la Pantera, con Gibilterra, sostituito che completa la linea difensiva. Rossoneri in campo con un 3-5-2. Senza il già citato Adamoli e Maddaloni, gli ospiti optano per un 4-4-2 con Bortolussi a fare coppia in avanti con capitan Caturano. Presenti in tribuna il doppio ex Giulio Favale, che vestì la maglia rossonera nella stagione 2018-2019, e il brooker anglo-brasiliano Joel Esciua. Le ultime sue tracce lo davano interessato al rinato Livorno, salvo poi essere superato nella scelta effettuata da Paolo Toccafondi. Che ci sia un indizio per un ritorno di fiamma in chiave Lucchese?

Avvio difficile per il giovane Yabre, chiamato a sostituire Adamoli, costretto a ricorre alle maniere forti per fermare Semprini. Dopo appena 2’ laterale sinistro bianconero finisce sul taccuino dei cattivi.  Arrembante l’approccio dei padroni di casa, aggressivi al punto giusto nella fase di recupero palla e abili nel costringere gli ospiti alla difensiva. Il brutto fallo al minuto numero dodici di Zecca, sanzionato con un giallo, è lo specchio del nervosismo iniziale del Cesena. Al 14’ Ciofi salva la baracca romagnola immolandosi sulla conclusione a colpo sicuro scagliata da Eklu. Scampato il pericolo, i bianconeri cercano di alzare i giri del proprio motore, muovendo la sfera con una migliore fluidità. Al 22’ per poco il Cesena non trova il vantaggio con una carambola degna di una puntata di “Mai dire gol”. Il rinvio di Bellich colpisce in pieno volto Bortolussi; provvidenziale l’intervento di Baldan che anticipa Caturano, ormai prossimo al più classico dei tap-in. Tre minuti più tardi intervento mostruoso di Coletta che con la mano di richiamo alza sopra la traversa il tentativo ravvicinato di Zecca. La partita è godibile, con le due formazioni che appena possono verticalizzano; non manca anche un elevato tasso agonismo, una prerogativa carente nella vecchia Lucchese edizione 2021-2022. Spesso e volentieri Baldan e Bellich si spingono sino a centrocampo per mettere pressione le punte rivali. Topica grossolana del fischietto campano intorno alla mezzora. Arena non sanziona con una punizione a due, che sarebbe stata a due metri dalla porta romagnola, l’evidente retropassaggio volontario di Yabre verso il proprio portiere. La giornata negativa di Arena prosegue al  42’quando non estrae la seconda ammonizione nei confronti del numero settantanove ospite, reo di essere intervenuto in ritardo su Corsinelli. È proprio il ventiquattrenne versiliese, però, a schiodare lo 0-0. Ciofi mura il tentativo di Semprini, ma l’attaccante romano è bravissimo a riciclare il pallone in un cross che Corsinelli, il primo a far partire l’azione, devia in rete con un colpo di testa da vero opportunista.

Al rientro dagli spogliatoi, Viali inserisce Rigoni per Yabre, con Steffè abbassato come quarto mancino di difesa. Immediato il pareggio del Cesena; gran parte del merito va ascritto a Bortolussi, caparbio nel vincere un contrasto con Bellich, suo compagno di squadra ai tempi del Novara, e a scaricare un pallone nel cuore dell’area di rigore che Ardizzone non fallisce. Tempo tre minuti e Candela, lasciato completamente solo sul secondo palo, assesta il secondo montante su servizio di Zecca. Situazione ribaltata senza che fossero suonati dei campanelli di allarme. Con generosità la Pantera torna a macinare calcio ed il gol lo troverebbe con Baldan, ma il direttore di gara, su segnalazione di Lipari, ravvisa una posizione di offside dell’Arezzo. Nannini si propone con vigoria sulla corsia sinistra mentre sul lato opposto in un paio di circostanze la difesa locale lascia preoccupanti spazi. Al 69’ finisce il match di Mattia Bortolussi, applaudito dai suoi vecchi tifosi e rimpiazzato dal figlio d’arte Pierini. Sei giri di lancette dopo Carbone aumenta il potenziale offensivi dei locali: fuori Corsinelli, dentro Gibilterra.

Lucchese obiettivamente penalizzata dalle decisioni arbitrali: Arena sorvola al 78’ su un tocco con il braccio, seppur da distanza da ravvicinata, di Ciofi. Per l’assalto al Fort Apache bianconero viene gettato nella mischia anche Belloni, uno dei quattro arrivati nelle ultime 48 ore di mercato. I sei minuti di recupero, oltre a vedere aumentare il numero dei corner battuti dai locali, vedono reggere il bunker ospite. Prima sconfitta stagionale per la Pantera che ha pagato carissime le uniche due disattenzioni difensive concesse. Il carattere e il gioco, però, in casa rossonera ci sono e questo conferma quanto di buono visto nelle precedenti due uscite. Domenica prossima altro test probante in casa della Virtus Entella, una delle big del girone ma sconfitta per 3-1 dal Montevarchi.

Foto Alcide


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


martedì, 19 ottobre 2021, 21:53

La Lucchese torna da Fermo con un pareggio: rossoneri più volte vicini al gol

La Lucchese dà continuità al blitz di Pontedera pareggiando a reti inviolate in casa della pericolante Fermana. I rossoneri, che mantengono una lunghezza di vantaggio sulla zona playout, hanno sempre controllato la partita


lunedì, 18 ottobre 2021, 18:27

Fermana, si tenta la cura Riolfo per risollevare i canarini

Sulle ali dell’entusiasmo della convincente vittoria di Pontedera, per la Lucchese è già di tempo di vigilia del secondo turno infrasettimanale della stagione


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 16 ottobre 2021, 17:15

Pagliuca dopo la vittoria: "Tutto il merito va ai ragazzi"

Guido Pagliuca commenta con entusiasmo la vittoria della sua Lucchese nel derby contro Pontedera elogiando il lavoro dei giocatori in campo


sabato, 16 ottobre 2021, 14:44

Riscatto rossonero: la Lucchese espugna Pontedera con pieno merito

Si colora di rossonero il primo derby toscano della stagione della Lucchese, corsara per il secondo anno di fila sul sintetico del “Mannucci” di Pontedera


giovedì, 14 ottobre 2021, 13:04

Pontedera, la solita ricetta per un’altra stagione di buon livello

Per una Lucchese in piena crisi di risultati, nelle ultime quattro giornate è stato raccolto solo un punto, sabato alle 14:30 scoccherà al “Mannucci” di Pontedera l’ora del primo derby toscano


domenica, 10 ottobre 2021, 14:56

Altro schiaffo per la Lucchese: esulta il Pesaro che vince 2 a 1 al Porta Elisa

Il pomeriggio del Porta Elisa riserva un verdetto amaro ad una Lucchese sciupona e ingenua, due gol presi su altrettante palle da fermo, che viene superata da una cinica Vis Pesaro