Anno XI

giovedì, 2 dicembre 2021 - Giornale non vaccinato

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Pescara, momento difficile per la panchina del traballante Auteri

mercoledì, 24 novembre 2021, 22:37

di michele masotti

Le due vittorie negli ultimi undici match certificano il negativo periodo che sta vivendo il Pescara, retrocessa dalla B e una delle “big 6” che, secondo i pronostici degli addetti ai lavori, avrebbe dovuto battagliare per tornare direttamente in cadetteria. La tutt’altro che positiva striscia di risultati ha fatto planare gli abruzzesi, partiti con tre vittorie nelle prime quattro, al sesto posto a 21 punti (-14 dalla leader Reggiana) in coabitazione con Pontedera, la stessa Lucchese e Ancona. Proprio la sfida di domenica all’Adriatico, calcio d’inizio alle 14:30, contro i rossoneri sarà decisiva per il futuro del tecnico Gaetano Auteri, che più rumors avevano dato con la valigia in mano a favore di Vivarini dopo la sconfitta maturata domenica proprio a Pontedera per 2-1. Guai però, e questo sarà un errore che Guido Pagliuca non farà correre ai suoi ragazzi, a considerare il Delfino come una squadra allo sbando; i biancocelesti, infatti, dispongono di elementi esperti in tutti i settori del campo, vedi il capitano Memushaj, il fantasista scuola Juventus Clemenza, gli attaccanti Marilungo e Ferarri solo per citarne alcuni.

Senza lo squalificato Eklu, la Lucchese ritroverà sicuramente Frigerio, reduce a sua volta da un turno di stop causa cinque ammonizioni, con lo staff medico che sta facendo di tutto per rimettere in sesto sia Semprini che Baldan. Di certo capitan Coletta e compagni non snatureranno il loro stile di gioco e la loro mentalità propositiva al cospetto della blasonata rivale. Fondato nel 1936, il Delfino Pescara ha disputato sette campionati di Serie A (l’ultimo nel 2016-2017 nda), 40 stagioni in B e 25 in C. Fallito in corsa d’opera nel marzo 2009, una tempistica che gli ha permesso di proseguire l’attività senza ripartire dalle sabbie mobili dei dilettanti, sotto la gestione Sebastiani gli abruzzesi sono tornati a vivere i fasti degli anni 80’, quelli del “luna park” creato da Giovanni Galeone con in campo l’asso brasiliano Junior e l’attuale tecnico dell’Atalanta Gasperini in cabina di regia. I 10 precedenti allo stadio “Adriatico” raccontano di quattro vittorie di marca locale, tre pareggi e altrettanti blitz ospiti, l’ultimo dei quali è lo 0-3, Serie C1 girone B, del 2 settembre 2007 con le reti di Bolzan, Nocentini e Giglio. Correva, invece, il 12 ottobre 1997 in Serie B, quando il Pescara si impose in rimonta per 2-1; furono Palladini e Cammarata a ribaltare l’iniziale vantaggio griffato Ighli Vannucchi. Numeri alla mano, i biancocelesti hanno conquistato 12 dei 21 punti totali tra le mura amiche. Se i gol realizzati sono stati 22, una cifra nemmeno troppo alta se consideriamo che Auteri sia il vate del 3-4-3, il vero tallone d’Achille del Pescara è certamente la fase difensiva come testimoniato dai 21 centri incassati. Un dettaglio imperdonabile se si vuole ambire a competere con il trio emiliano-romagnolo che guarda tutti dall’alto verso il basso. Detto che non ci sono squalificati nei locali, Auteri dovrà certamente rinunciare per infortunio al portiere titolare Di Gennaro così come devono essere monitorate le condizioni di Bocic e Galano.

L’ex allenatore di Nocerina e Benevento, che portò ambedue in B, aveva iniziato con il 3-4-3, suo marchio di fabbrica, ma messo per tre match da parte ultimamente per optare un 4-3-3. Molto probabilmente, nella gara in cui varrà il suo futuro, il tecnico campano tornerà all’antico. Tra i pali, sebbene la società sia corsa ai ripari dopo l’infortunio di Di Gennaro ingaggiando lo svincolato Iacobucci, dovrebbe toccare di nuovo al classe 2002 Sorrentino. Esperto il pacchetto arretrato, guidato dal capitano Drudi e completato dall’ex Pisa Gianmarco Ingrosso e da Tommaso Cancellotti, prelevato in estate dal Perugia. Tre elementi in grado di farsi valere anche in area avversaria sulle situazioni di palla inattiva. Sulla corsia destra agirà Davide Zappella, classe 1998 ma profondo conoscitore della categoria ma a sinistra attenzione alle folate del ventenne Nzita, già autore di un gol e capace di sfornare tre assist. Se Auteri, invece, volesse maggiore esperienza la maglia da titolare finirebbe a Frascatore. In mezzo al campo il rientrante capitan Memushaj, che vanta anche dei caps in Serie A, dovrebbe fare coppia con il baby scuola Inter Pompetti, con Rizzo prima alternativa. In attacco sono in quattro a giocarsi i due posti per accompagnare “El Loco” alias Franco Ferrari, bomber dei suoi con sei reti. Sul lato destro potrebbe scoccare l’ora dell’esperto Guido Marilungo, dato in pole sull’ex Virtus Verona De Marchi, mentre dalla parte opposta, alla luce della presenza in forse di Galano, il posto di D’Ursi, un fedelissimo di Auteri, potrebbe essere insidiato dal giovane Rauti e dal funambolico Clemenza.

Pescara-Lucchese sarà diretta da Nicolae Sfira di Pordenone, coadiuvato dagli assistenti De Nardi di Conegliano e Zezza di Ostia Lido.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


martedì, 30 novembre 2021, 15:50

Lucchese protagonista alla presentazione del libro di Paolo Bottari

Saranno Tony Carruezzo e Nazzareno Tarantino, due degli ospiti speciali che interverranno giovedì prossimo 2 dicembre a Borgo a Mozzano alla presentazione del libro del giornalista Paolo Bottari “L’Oro di Lucca”, dedicato alla storia dello sport lucchese


domenica, 28 novembre 2021, 14:55

Una matura Lucchese supera indenne l’esame di Pescara

Settimo risultato positivo nelle ultime otto uscite per la Lucchese che torna dall’insidiosa trasferta di Pescara con uno 0-0 frutto di una gara accorta, preparata prima e realizzata poi molto bene tatticamente dalla truppa rossonera


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 26 novembre 2021, 12:54

Lucchese senza paura a Pescara. Pagliuca: “C’è un bel clima di entusiasmo e consapevolezza”

Antivigilia di una delle trasferte più lunghe della stagione per la Lucchese, di scena domenica alle 14:30 allo stadio “Adriatico-Giovanni Cornacchia” di Pescara


domenica, 21 novembre 2021, 18:16

Lucchese batte il Siena e comincia a sognare

Preziosa e bellissima vittoria della Lucchese, che si aggiudica il derby contro il Siena. E con questo successo si proietta nella zona alta della classifica salendo a quota ventuno


giovedì, 18 novembre 2021, 14:26

Il Siena grandi firme prova a spiccare il volo con Maddaloni in panchina

Terzo derby stagionale per la Lucchese che, reduce dalla prova di maturità superata a Gubbio, riceverà al Porta Elisa domenica, calcio d’inizio alle 17:30, la visita dell’ambizioso Siena, quarta della classe ma già attardato di nove lunghezze dalla capolista Reggiana


sabato, 13 novembre 2021, 19:49

Lucchese, Pagliuca mette nel mirino il Siena: “Costanza di rendimento ci ha dato più consapevolezza nei nostri mezzi”

A poco più di 48 ore dal match casalingo di domenica contro il Siena, terzo derby stagionale, Guido Pagliuca, attraverso un comunicato diramato dall’ufficio stampa del club, ha presentato il prossimo impegno dei suoi ragazzi