Anno 7°

venerdì, 19 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Avv Alberta Cagnacci Lucca


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Caro Martinelli non hai indovinato: la fidejussione non andava bene

venerdì, 19 aprile 2019, 19:34

di aldo grandi

Non lo conoscevamo di persona e, a dirla tutta, quasi quasi nemmeno di nome. E' stato Arnaldo Moriconi, l'ex presidente della Lucchese Libertas 1905 a presentarcelo, rimanendo sorpreso per il fatto che non lo avevamo riconosciuto pur avendone, a volte scritto su queste pagine. Eravamo allo Spazio Salvetti per l'evento organizzato da Patrizia Groppi e Francesco Poggi presso l'ex cotonificio di Saltocchio acquistato, in tutto o in parte non sappiamo, dallo stesso Paperon de Moriconi. Con i due anche una terza persona, una rappresentante del gentil sesso e anche qui, lo ammettiamo, abbiamo, purtroppo, dovuto ammettere di non conoscerla personalmente, ma, quando ci è stato ricordato il suo nome e cognome, Anca Moldovan, improvvisamente la memoria ci è tornata e abbiamo rammentato il ruolo che questa signora ha ricoperto all'interno della Lucchese stessa. Non citeremmo questo episodio, se non fosse che una volta rivelatosi nella sua identità, Fabrizio Martinelli ci ha detto di ricordarci una data, quella di oggi, venerdì 19 aprile, nel corso della quale avremmo avuto una sorpresa e avremmo sicuramente dovuto ricrederci sulla persona di Moriconi e sulla validità della fidejussione Pannonia bocciata dalla Lega in prima istanza e, appunto, all'esame della Caf per il ricorso presentato dallo stesso Moriconi...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Santini, un giorno lungo cinque anni

sabato, 13 aprile 2019, 14:59

di aldo grandi

Si sono, ormai, spenti i riflettori sulle elezioni amministrative 2017 eppure qualcuno, ogni tanto spesso, continua a domandarsi, noi compresi, come sia stato possibile per il centrodestra lucchese, perdere la corsa alla guida della città. In realtà c'è ben poco da angustiarsi, i numeri dicono tutto e dimostrano che la maggioranza silenziosa, di fronte alla minoranza rumorosa, preferisce lavorare, ma, anche, godersi quel poco che resta di tempo a disposizione e un week-end al sole e al mare vale più di una giunta di bradipi qualunque essa sia. Remo Santini, collega ed ex candidato battuto da mister Tambellin Man, ci ha messo un po' per riprendersi, ma è comprensibile. Aveva corso convinto di farcela e quando si è svegliato ha dovuto prendere atto che la fortuna e non solo gli si erano rivoltati contro. Fortunatamente il tempo aiuta, se non a dimenticare, ad elaborare con maggiore facilità e serenità sia le vittorie sia, soprattutto, le sconfitte e così è stato per il nostro che, a distanza di due anni, merita una attestazione di stima e rispetto. Noi non sappiamo, infatti, se saremmo stati capaci, una volta superati sul filo di lana per 361 voti, di rimanere in consiglio comunale nonostante fare opposizione sia una delle peggiori sorti che possono toccare a chi si occupa di politica a livello locale. Santini, uscito fuori dall'urna elettorale bastonato e con le ossa rotte, ha saputo, con umiltà, responsabilità e dedizione rimanere in sella al cavallo perdente...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il consiglio comunale perde una serata a litigare sul garante dei diritti dei detenuti

martedì, 9 aprile 2019, 23:53

di aldo grandi

Pazzesco. Questa giunta di bradipi non finirà mai di stupirci. Viaggia a velocità degne di una lumaca quando si tratta di dare ragione al buonsenso e schizza via come un fulmine quando c'è da difendere i diritti delle minoranze, tutte, nessuna esclusa, salvo quella dei lucchesi che, ormai, di questa Sinistra non ne possono più e non vedono l'ora di togliersela di torno. Così imparate ad andare al mare. Ma torniamo a Palazzo Santini dove, stasera, l'unico testimone extra-consiliare, ossia il nostro giornalista Eliseo Biancalana, ci ha tenuti informati costantemente sull'importanza strategica e anche tattica degli argomenti affrontati dall'assise comunale la quale, come sappiamo, ha la pessima abitudine di dilettarsi sui massimi sistemi invece di affrontare, con il buonsenso tipicamente lucchese, i problemi concreti. Bene, prima di tutto c'è stata una lite perché la Simona Testaferrata di Forza Italia si è sentita offesa da una parola utilizzata in una chat comune da un consigliere di maggioranza. Grida tu che grido io, protesta tu che protesto io e una parte del tempo se ne è andata nel tentativo, vano, di ottenere le scuse e, riuscito all'opposto, di non pensarci neppure. Clima e animi, quindi, surriscaldati, un po' perché siamo in primavera e un po' perché, in fondo, provateci voi a stare quattro ore e mezzo seduti senza sapere, esattamente, di che cosa parlare... 


Ce n'è anche per Cecco a cena

Caccia alle streghe

sabato, 6 aprile 2019, 15:10

di aldo grandi

Il padre del sottoscritto, nato nel 1914 a Iolanda di Savoia, crebbe durante il fascismo e nella balbiana Ferrara respirò quelli che Renzo De Felice chiamò gli anni del consenso. Non fece la guerra, né partecipò alla Repubblica sociale, in compenso fu epurato dal lavoro alla Ducati e nel 1947 si iscrisse, tra i primi, al Movimento Sociale Italiano. Non era mai stato un fascista militante e anche quando, in pieno regime saloino, gli fu chiesto di arruolarsi per combattere i partigiani, si rifiutò dicendo che lui, di sparare ad altri fratelli, non ne voleva sapera. E così fece. Negli anni Settanta, quando il Msi di Giorgio Almirante ebbe un robusto successo elettorale, era solito avere, tra gli altri, un portachiavi con l'effige di Benito Mussolini, colui che, appunto, aveva condotto l'Italia alla rovina, ma che ancora per molti restava il condottiero che aveva riscattato l'Italietta giolittiana. Oggi, con la rinnovata caccia al fascista spuntata fuori grazie alla sinistra e all'antifascismo che puzza di rancido lontano un miglio, anche il genitore di chi scrive sarebbe, probabilmente, incappato, con quel portachiavi, nell'accusa di apologia di fascismo. Anche mio fratello, che si era sposato con una cittadina di lingua tedesca e aveva una passione infinita per i soldatini di piombo... 


Ce n'è anche per Cecco a cena

A me mi vien da rece

giovedì, 28 marzo 2019, 13:02

di aldo grandi

Sono mesi, ormai, che ogniqualvolta capita di soffermarsi sulle vicende rossonere, a chi scrive vengono dei conati di vomito. Ma è in questi ultimi tempi che i conati si sono trasformati, perdonate il linguaggio non proprio oxfordiano, in emissioni-eruzioni sistematiche. Siamo venuti, addirittura, a sapere che da Roma qualcuno dei tre magi avrebbe chiesto il tesseramento di un giovane calciatore toscano in cambio di una fetta di prosciutto del valore di alcune decine di migliaia di euro. Vero? Falso? Già il fatto che una voce del genere si sia diffusa nell'ambiente rossonero la dice lunga su quali siano i meandri all'interno dei quali gravita, ormai, la navicella sfasciata rossonera. Ieri mister Nuccilli si è visto a palazzo dei Bradipi dove ha incontrato Alessandro Tambellini. Quest'ultimo, che conserva e cova dentro di sé, con orgoglio, la sua anima contadina, al termine dell'incontro ha espresso una moderata soddisfazione, ma sappiamo che non ha gli anelli al naso - e nemmeno alle orecchie - e che senza vedere garanzie fideiussorie nero su bianco, col cavolo che spenderà una parola in favore dell'(im)prenditore romano che, in passato, tutto avrebbe voluto comprare, ma non ha comprato...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Eccone n'antro

venerdì, 22 marzo 2019, 19:00

di aldo grandi

Non erano bastati i Grassini e i Lucchesi. Non sono ancora sufficienti i Castelli, gli Ottaviani, i Ceniccola. Non hanno fatto il loro tempo i Moriconi e i Belardelli. Adesso ci si mette anche un certo Alessandro Nuccilli da Roma, imprenditore, dicono, dell'edilizia, un passato calcistico che definire burrascoso sarebbe un eufemismo e che adesso annuncia, udite udite, che la prossima settimana, mercoledì 27 marzo alle 15, sarà a Palazzo dei Bradipi dove si incontrerà con il sindaco Alessandro Tambellini che, a questo punto, non soltanto ci sorprende n negativo, ma ci dimostra che di Lucchese, oltreché, probabilmente, di calcio, capisce quanto noi di fisica quantistica. A prescindere dal fatto che il primo cittadino di Sant'Alessio non ha esitato a far recapitare un decreto ingiuntivo alla società quando questa era già con la bombola di ossigeno, ora ci ripensa e, a quanto sostiene Nuccilli, vuole ascoltare il presunto programma-progetto che quest'ultimo avrebbe pronto da presentargli. Ora, noi non conosciamo questo Nuccilli né, francamente, ne sentivamo il bisogno, ma che Tambellini non abbia provato a prendere informazioni cliccando sul web non è ammissibile. Ci troviamo di fronte a uno dei tanti psuedo imprenditori nazional-impopolari che quando un soggetto, in questo caso sportivo, sta per esalare l'ultimo respiro, si precipitano al capezzale per dargli il colpo di grazia. La Lucchese, che, ormai, vicino alla tomba c'è da un pezzo, non ha necessità di trovarsi tra i piedi e anche tra le mani persone la cui affidabilità sportiva è tutta da dimostrare...


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Ultime notizie brevi


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 19 aprile 2019, 17:40

Martedì il Museo Rossonero resta aperto dalle 21 alle 23

Martedì 23 aprile, dalle ore 2 alle ore 23 resterà aperto il Museo Rossonero posto sotto la Curva Ovest dello Stadio Porta Elisa.


venerdì, 19 aprile 2019, 15:03

“Pacchetto scuola”: è possibile presentare domanda per accedere al contributo per l'acquisto di libri, materiale didattico e servizi

Anche quest'anno sarà possibile per gli studenti lucchesi accedere ai contributi per il diritto allo studio.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 19 aprile 2019, 14:59

Capannori: approvato l'ordine del giorno che chiede all'amministrazione di attivarsi per realizzare un sottopasso carrabile all'incrocio tra via del casalino e via Chelini

Il consiglio comunale nella seduta di ieri (giovedì) ha approvato all'unanimità un ordine del giorno presentato dal consigliere comunale del Pd Alberto Paradisi, con il quale si chiede all'amministrazione comunale di attivarsi per la realizzazione di un sottopasso carrabile in corrispondenza dell'incrocio tra via del Casalino e via Domenico Chelini...


venerdì, 19 aprile 2019, 14:15

Bullismo e blackout challenge, mozione Marchetti (FI) in Regione: "Stop ai cellulari in classe e percorsi di educazione digitale. Istituzioni in prima linea per proteggere i nostri ragazzi"

«Stop ai cellulari a scuola e avanti con percorsi formativi sull'educazione digitale condivisi anche con le famiglie: è l'ABC per contrastare fenomeni di bullismo e cyberbullismo e per sottrarre i nostri ragazzi alla rete di blackout challenge come la famigerata Blue Whale.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 19 aprile 2019, 14:05

Vittoria Apuana: inaugurazione della nuova strada cittadina intitolata al medico condotto Gino Guidoni

Domani, sabato 20 aprile, alle ore 11 sarà inaugurata, alla presenza dell’Amministrazione Comunale, nella frazione di Vittoria Apuana a Forte dei Marmi, una nuova strada cittadina dedicata alla memoria del medico condotto Gino Guidoni.


venerdì, 19 aprile 2019, 14:01

Capannori: elezioni del 26 maggio: come ritirare la nuova tessera elettorale per chi ha cambiato residenza o il duplicato per chi ha smarrito o esaurito il documento

In vista delle elezioni del prossimo 26 maggio, chi ha effettuato un cambio di residenza oppure un cambio di abitazione all'interno del territorio comunale, può ritirare la nuova tessera o l'adesivo da mettere su quella già in possesso, presso l'Ufficio Messi, possibilmente concordando un appuntamento ai numeri 0583/428347 o 428382.


venerdì, 19 aprile 2019, 10:38

Pasqua, l'allarme di Confagricoltura "In Toscana il 15 per cento in meno di agnello sulle nostre toscane"

A Pasqua, sempre meno agnelli sulle tavole toscane. Il calo è già stato stimato intorno al 15%.


venerdì, 19 aprile 2019, 09:20

Consiglio comunale aperto sulle prospettive future di Lucca del 6 maggio: fino al 3 maggio sarà possibile richiedere di intervenire

C'è tempo fino alle 12 del 3 maggio per segnalare la richiesta di eventuale intervento alla seduta di consiglio comunale dedicato al futuro di Lucca.


giovedì, 18 aprile 2019, 18:03

Domani verrà firmato il protocollo di intesa "Lucca per il lavoro"

Domani, venerdì 19 aprile, alle 11.30 in Sala degli Specchi (Palazzo Orsetti) verrà firmato il protocollo di intesa "Lucca per il lavoro".


giovedì, 18 aprile 2019, 17:22

Ricordando Francesco Giuntoli a cinque anni dalla scomparsa

Sono passati ormai cinque anni da quando Francesco Giuntoli è morto, e la Società Popolare di Mutuo Soccorso “G. Garibaldi” come ogni anno vuole ricordare quel giorno tragico in cui uno dei suoi soci fondatori è venuto improvvisamente a mancare, con un momento di convivialità alla Casa del Popolo di...