Anno XI

mercoledì, 22 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Avv Alberta Cagnacci Lucca


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

S. Croce con i led, numero chiuso e mascherine: così si uccidono il sacro e il senso di appartenenza di una comunità

mercoledì, 15 settembre 2021, 08:21

di aldo grandi

Beato monsignor Paolo Giorgetti. Lui ride e, in fondo, fa bene. E' un bergogliano convinto, aprirebbe le porte - non certo le sue - di questo sfasciato Stivale ai clandestini provenienti da tutti i mondi possibili e immaginari, accetterebbe tutte le decisioni e i diktat di un Governo laico fatto di gente che, al massimo, si interessa di mercati, indici di crescita e profitti e, infine, giocherebbe volentieri a carte seduto al tavolo con qualche imam che, a differenza di lui, a modificare la tradizione non ci pensa minimamente anzi. Perdonateci questa disgressione sicuramente provocatoria nei confronti di un arcivescovo che da quando è arrivato è andato sistematicamente a braccetto con questa giunta verniciata di rosso intenta ad aprire a Lgbtq e a tutto l'alfabeto possibile e immaginabile, ma con quello che è avvenuto l'altra sera a Lucca con una processione di S. Croce che definire ridicola e vergognosa non è certo blasfemia, si è davvero toccato il fondo. E badate bene che non ce ne siamo accorti solo noi che siamo, lo sapete, ormai, dei contestatori e bastian contrari per definizione, ma se ne sono rese conto tutte le persone normodotate che hanno a cuore questa città, questo Paese, la loro identità nazionale e locale, la loro storia. E dov'era, a proposito, la presidente dei lucchesi nel mondo Ilaria del Bianco che qualcuno vorrebbe, addirittura, candidata a sindaco? No, perché ci piacerebbe sapere da lei cosa ne pensa di quello che non si è visto durante la sfilata, una sorta di triste marcia senza alcun senso né spessore religiosi, umani, storici, di appartenenza...

 


Ce n'è anche per Cecco a cena

Confesso che non mi vaccinerò: risposta al sermone del professor Lingiardi

lunedì, 13 settembre 2021, 12:53

di aldo grandi

Abbiamo appena finito di leggere il resoconto dettagliato, a firma Francesca Vatteroni, della conferenza tenutasi alla manifestazione Con-vivere da parte del professor Vittorio Lingiardi e non ci saremmo dedicati a rispondergli se non fosse che il suo sermone anti-no vax e le sue oscure e nefaste previsioni sul futuro dell'umanità post Covid, ci hanno fatto capire ancora una volta di più che se non si scende in campo contro chi vorrebbe farci cambiare vita, allora è davvero finita. Noi rispettiamo la psicoanalisi e la psichiatria così come la psicologia sociale. Anzi, sin dalla post adolescenza ne siamo stati imbevuti e l'abbiamo sempre ritenuta una scienza tutt'altro che borghese come hanno sempre pensato i marxisti. Ma abbiamo anche sempre ritenuto lo psicologo e lo psicoanalista come persone dedite al tentativo di liberare i pazienti dalle proprie paure restituendo loro il coraggio di autodeterminarsi e di poter affrontare la vita con rinnovati e ritrovati vigore e fiducia. Ecco, dalle parole del professore, possiamo sbagliarci, ma, nel caso, lo sfidiamo ad un contraddittorio in pubblica presenza, ci è sembrato che il compito dello psicologo in questa allucinante ed esasperata farsa denominata pandemia sia più quello di adeguare le persone ad un nuovo sistema che far loro riscoprire quel che erano o che, magari, non sono mai state...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Se arrivano i talebani...

martedì, 31 agosto 2021, 21:48

di aldo grandi

Dal 16 al 22 agosto i numeri ufficiali segnalano in media, in Italia, 71 casi di contagio ogni 100 mila abitanti. Quindi, se ogni 100 mila abitanti la media è di 72 contagi, in un ristorante con, mettiamo, 60 posti a sedere, quante probabilità ci sono di restare contagiati? Per carità, siamo sempre stati molto, ma molto ignoranti sia in matematica sia in statistica, ma abbiamo sempre avuto il maledetto vizio di porci delle domande e di non accettare, supinamente , delle risposte. Cambiamo argomento e lasciamo perdere quelli come Eugenio Giani che se dicessimo ciò che pensiamo, scatterebbe, immediata, un'altra querela, l'ennesima. Veniamo, invece, ad un argomento a nostro avviso molto, ma molto più scottante e impegnativo del Covid, ossia l'avvento dei talebani in Afghanistan dopo l'ignominiosa figa degli Occidentali. A nostro modesto avviso il problema non è mai stato né dovrebbe essere quello di volere a tutti i costi esportare la democrazia, il femminismo, l'uguaglianza di genere e non solo nei paesi del Terzo, Quarto, ma anche primo e secondo mondo se si pensa ai ricchi emirati arabi. L'unico vero imperativo categorico dal quale dovremmo essere mossi deve essere, infatti, il fare di tutto per difendere i nostri valori a casa nostra contro tutte le contaminazioni, minacce, resistenze poste in essere da chi, sbarcato più o meno volontariamente, vorrebbe cambiarle radicalmente per far posto ad un altro stile, si fa per dire, di vita...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Mario Pardini, ora, se c'è tiri fuori i coglioni!

venerdì, 27 agosto 2021, 13:59

di aldo grandi

Mentre a Kabul è tornato l'Isis e i talebani si divertono a far saltare per aria civili e marines - per Biden e la sinistra che lo ha eletto una enorme figura di merda - e in Italia, invece, si pensa ancora al Covid e alla puttanata dei vaccini obbligatori, a Lucca c'è un certo senatore di Forza Italia, partito, ormai e si spera, vicino all'estinzione, che dimostra una intelligenza politica che definire mediocre sarebbe un eufemismo. Massimo Mallegni, abituato a fare quel che vuole, quando vuole e come vuole nel suo feudo pietrasantino, ha pensato, probabilmente, che a Lucca fosse la stessa cosa e, così, su due piedi e alla faccia di qualsiasi tavolo concordato o meno tra le forze del centrodestra, ha sentito la necessità di mandare tutto all'aria e silurare la candidatura di Mario Pardini. Nessuno tra le forze politiche di centrodestra ha risposto e protestato, nemmeno la Lega che ha in Pardini il suo candidato ideale. Nemmeno le liste civiche di Remo Santini che, con Mallegni, ha sempre avuto un corridoio umanitario aperto a prescindere. Neanche Fabio Barsanti il quale preferisce starsene in un cantuccio per non suscitare problemi e nemmeno Fratelli d'Italia che tutto sono fuorché fratelli. E' chiaro che Mallegni ha voluto far saltare il banco perché ha un disegno in testa che non solo lui, per fortuna, conosce. Ma è altrettanto evidente che, a questo punto, o Mario Pardini tira fuori i coglioni oppure è meglio che la sua Lucca 2032 la chiuda per assenza di coraggio. In tempi come questi non serve il fioretto, ma una sciabola bene affilata perché la politica è un covo di serpi...


bonito400

BF Cristiana Francesconi

tuscania

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Ultime notizie brevi


mercoledì, 22 settembre 2021, 22:41

Bruno Zappia (Lega): "A Capannori manca l'iiluminazione. Occorre attendere i fondi?"

Bruno Zappia attento alle problematiche del territorio, ha più volte segnalato il degrado nel comune di Capannori dopo aver presentato interpellanze e mozioni sulla sicurezza stradale dove manca l'illuminazione.


mercoledì, 22 settembre 2021, 22:35

A Lucca la manifestazione per il clima

Venerdì 24 settembre si svolgerà lo sciopero globale per il clima organizzato da Fridays For Future ed Earth Strike, i due movimenti ambientalisti studenteschi attivi già da due anni sul territorio lucchese.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 22 settembre 2021, 17:52

Il "tour" casa per casa del sindaco Sara D'Ambrosio non si ferma: domani di nuovo a Marginone

Con il sole e con la pioggia Sara D'Ambrosio non si ferma e continua il suo "tour" casa per casa per il territorio di Altopascio. Gli incontri tra Sindaco e cittadinanza sono ricchi di spunti e riflessioni: domani il sindaco sarà nuovamente nella frazione di Marginone; precisamente in via Mammianese,...


mercoledì, 22 settembre 2021, 16:43

Alberature: continuano le verifiche sullo stato di salute e i livelli di sicurezza

Vanno avanti le verifiche sullo stato di salute delle alberature urbane condotte dall'ufficio verde pubblico con la consulenza di tecnici specializzati nel settore.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 22 settembre 2021, 16:16

Un protocollo d'intesa fra comune e tribunale di Lucca per contribuire a velocizzare i tempi dei processi civili

Una nuova collaborazione fra comune e Tribunale di Lucca servirà a velocizzare gli accessi a tutta una serie di documenti che riguardano le materie dell'edilizia e dell'urbanistica, contribuendo così a ridurre i tempi dei processi civili, in particolare quelli di natura esecutiva immobiliare.


mercoledì, 22 settembre 2021, 16:08

Lavori Geal per la nuova conduttura dell'acquedotto del centro storico

Sono in corso i lavori di Geal necessari a garantire l’approvvigionamento idrico del centro storico che è ancora servito, nel tratto sotto viale Batoni, da una tubatura di ghisa del secolo scorso.


mercoledì, 22 settembre 2021, 14:35

Edizione speciale del “sabato dell’ambiente” del Consorzio: l’iniziativa si allea con 'Puliamo il mondo'

Sarà un “sabato dell’ambiente” speciale quello che il Consorzio 1 Toscana Nord organizza per sabato prossimo (25 settembre). La pulizia partecipata dei corsi d’acqua, da parte delle associazioni del territorio, si “allea” infatti questo mese con la rassegna di Legambiente “Puliamo il mondo 2021”, e cade per di più all’interno...


mercoledì, 22 settembre 2021, 13:37

Zan, Fantozzi-Martinelli (FdI): "La solita Sinistra che si dimentica dei problemi reali di famiglie e imprese"

"La solita Sinistra che si dimentica dei problemi reali di famiglie e imprese". Lo dichiarano il Consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Vittorio Fantozzi, ed i consiglieri comunali di Lucca Marco Martinelli e Simona Testaferrata, da sempre in prima linea nella battaglia a difesa dei valori e dei principi non negoziabili,...


mercoledì, 22 settembre 2021, 13:31

Diabetologia e cardiologia alleate nella gestione del paziente cronico: un convegno sabato 25 settembre a Lucca

Favorire e sviluppare un sempre più proficuo approccio multidisciplinare e multiprofessionale nella gestione della persona diabetica sia in prevenzione primaria che secondaria.


mercoledì, 22 settembre 2021, 11:34

Giorgio La Malfa al Rotary di Lucca, incontro aperto al pubblico

Il Rotary Club di Lucca informa che nella sala Assemblee (g.c.) di Confindustria Toscana Nord, in Palazzo Bernardini, giovedì 23 settembre alle ore 18 si svolgerà un incontro aperto al pubblico con il Professore Giorgio La Malfa, che terrà una relazione sule tema “L’economia italiana nel post Covid “.