Anno 7°

giovedì, 16 agosto 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Avv Alberta Cagnacci Lucca


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Se 4 mila euro al mese vi sembran pochi

martedì, 14 agosto 2018, 16:51

di barbara pavarotti

Tremano tutti coloro che hanno più di 4000 euro netti al mese di pensione, più ovviamente tredicesima e quattordicesima. Pare siano tanti e molto molto arrabbiati: dirigenti, professionisti, intellettuali di vario genere e grado. In questi giorni sto ricevendo molte telefonate di colleghi giornalisti preoccupati, che inveiscono contro questo governo e mi chiedono: “Ma tu non sei angosciata?”. Risposta: “No, perché la mia pensione non arriva nemmeno alla metà di 4000. E se ci arrivasse, sarei ben contenta di privarmi di 200-300 euro a favore di un fondo che finanzi l’aumento delle pensioni minime, che sono oggettivamente troppo basse”. Replica dei giornalisti-colleghi: “Ma non ha senso! Chi prende la pensione minima non ha mai lavorato un giorno in vita sua, non se li merita nemmeno quei 500 euro”. E ancora: “Io non posso vivere con meno di 4000 al mese, non ce la faccio, ho troppe spese”. Ve le elenco, sempre in base al vissuto delle mie conoscenze: figli trentenni super viziati da mantenere perché – abituati ad avere tutto gratis da mamma e papà – ancora devono conquistare la fatidica laurea triennale; ville sparse un po’ dovunque; abitudine a cene da 70 euro a testa; viaggi in capo al mondo senza badare a spese. E tanto altro...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Espone nel bar una foto di Mussolini: una cliente chiama i carabinieri che denunciano il titolare. Questa l'Italia del Pensiero Unico Dominante

lunedì, 13 agosto 2018, 14:10

di loreno bertolacci

Quello che è accaduto pochi giorni fa a Modica, in Sicilia, ha del grottesco ed è la testimonianza di come, in Italia, ormai esiste una sorta di dittatura del Pensiero Unico Dominante a cui tutti, dai politici alle forze di polizia agli intellettuali, si sono regolarmente prostituiti. Una giovane cliente del locale si accorge che dietro il bancone è esposta una foto di Mussolini con scritta anche una citazione. Senza tanti complimenti chiama i carabinieri i quali, ovviamente per non trovarsi sbattuti in prima pagina dai soliti giornali e giornalisti politically correct, sequestrano l'immagine e denunciano il proprietario del bar per apologia del fascismo. Ma vi rendete conto in che razza di Paese viviamo, ormai? Siamo arrivati al punto in cui la Sinistra, che alle elezioni è stata soronamente sconfitta, riemerge grazie ai mass media che detiene in gran quantità e grazie a quel Pensiero Mondialista che tutto vuole uniformare ai propri diktat. Esporre una foto di Mussolini, quindi, è apologia di reato. E' questa la democrazia? A quasi cento anni di distanza dall'avvento del fascismo al potere c'è ancora chi ha paura dei fantasmi? Certo che no, si tratta soltanto dell'ultima e unica arma in possesso della Sinistra per tentare di arginare in qualche modo l'ondata populista, sovranista, in realtà Italiana, formata da tutti coloro che hanno aperto finalmente gli occhi e sono stanchi di essere irregimentati secondo i criteri di distinzione dei progressisti a un tanto al chilo... 


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il partito... dei lunghi coltelli

martedì, 7 agosto 2018, 18:35

di loreno bertolacci

Quando le cose non vanno, quando si avvertono, intorno, pressione e stress per una situazione politica oggettivamente difficile, la convivenza e la disponibilità diventano, anche tra amici e colleghi di più o meno lunga durata, un optional tutt'altro che scontato. L'intervento di Luca Menesini, sindaco di Capannori, presidente della Provincia, sul tema degli assi viari, è pesantissimo e non solo perché giunge a contestare una visione del progetto opposta alla sua o quasi, ma perché le sue parole vanno ad intaccare un presunto clima di assoluto idillio e compattezza che sin dalla batosta elettorale del 4 marzo i Baccelli e i Marcucci avevano cercato di far trasparire. Ebbene, non è così e, forse, non lo è mai stato. Il fatto, indiscusso, è che Menesini spara senza tanti complimenti all'indirizzo di un assessore regionale, di un consigliere regionale e di un sindaco, Alessandro Tambellini, utilizzando parole e toni tutt'altro che acquiescenti e pronti o proni al confronto. È inutile - scrive Menesini - c'è una fetta di Partito Democratico incapace di dialogare, di ascoltare, di comportarsi in modo corretto. Se non sei allineato cercano sempre di farti fuori...  La Piana di Lucca va rispettata nella sua totalità, Capannori non ha cittadini di seconda categoria. Ma di fatto oggi ci è stato detto questo, da questi 'potenti' della politica che si sono dimenticati che cosa sia la relazione con i cittadini. Io sono diverso, io non me la sono scordata e la pratico ogni giorno.  Per cui dico di nuovo che il sistema tangenziale ci vuole ma fatto bene, nella sua interezza e con le modifiche richieste negli atti. Se così non sarà, per passare da Capannori mi dovrete asfaltare...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Ci ha rovinati Berlinguer

lunedì, 6 agosto 2018, 00:24

di barbara pavarotti

Il partito democratico? Gira una definizione divertente: è il partito della ZTL, rinchiuso in un recinto fortemente arroccato al proprio interno e alimentato dalla convinzione della propria superiorità morale. Il partito che non ha più nessun rapporto con il popolo che definisce, anzi, populista. . Il partito della “casta” che disprezza i “barbari” che l’hanno bocciato alle elezioni. Elettori - la stragrande maggioranza degli italiani – che non hanno capito nulla e si sono affidati ad altri barbari moralmente inferiori. Il Pd è sorretto in questo giudizio dalla quasi totalità della stampa e tv che, non a caso, viene sempre più snobbata dai cittadini “barbari”. In questa melassa propagandistica gli articoli davvero interessanti, che dicono qualcosa di nuovo sono rari. Abbastanza clamoroso è dunque uno del direttore responsabile di “Libero”, Pietro Senaldi, che rovescia un mito fin qui intoccabile, a sinistra come a destra: quello di Enrico Berlinguer. Scrive Senaldi: “A rovinare la sinistra per le future generazioni fu Enrico Berlinguer, quasi quarant' anni fa. I compagni avevano ancora le mani e la testa sporche di sangue, i più vecchi per la guerra civile e i più giovani per il terrorismo rosso, e il segretario del Pci lanciò la questione della superiorità morale...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Aldo Grandi kaputt! Luigi Briganti e l'incoerenza dei pasdaran della rivoluzione

mercoledì, 1 agosto 2018, 17:52

di loreno bertolacci

Si chiama Luigi Briganti, di origini calabresi, ma abitante a Lucca, simpatizzante di Liberi ed Eguali, già vice direttore di una radio pesciatina nonché appassionato di Lucca Comics & Games, collaboratore di Fanpage.it e giornalista pubblicista fino a due anni fa quando scelse di cancellarsi dall'Albo. E' lui che, evidentemente, rimasto affezionato al vecchio ordine professionale, ha pensato bene di presentare un esposto contro Aldo Grandi - è già il secondo - già direttore della Gazzetta di Lucca e della Gazzetta di Viareggio, per l'articolo in cui questi se la prendeva con la ex presidente della Camera Laura Boldrini. Luigi Briganti si è recato fino a Roma per confermare quanto denunciato in precedenza ed è stato ascoltato dal collegio di disciplina che, successivamente, ha comminato la sanzione di tre mesi di sospensione al giornalista professionista lucchese. 
Aldo Grandi ha chiesto a Luigi Briganti il cui profilo è su facebook se era stato lui a denunciarlo e, ricevutane risposta affermativa, ha fatto notare che un ex giornalista pubblicista si è cancellato dall'ordine e due anni dopo si è rivolto allo stesso ordine abbandonato affinché giudicasse l'articolo di un giornalista regolarmente iscritto. A questo punto Luigi Briganti ha risposto di averlo fatto perché quel giornalista - Grandi - ha gettato discredito sull'intera categoria. Aggiungendo che esiste un codice deontologico che non è stato fatto per figura e che non autorizza nessuno ad augurare la morte agli avversari. Lodevole l'intento educativo del Briganti, peccato solo che sul proprio profilo, in un suo post datato 1 giugno, si leggono...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Largo ai giovani, gli 'anziani' hanno stufato

lunedì, 23 luglio 2018, 12:03

di barbara pavarotti

Ma cosa devono fare i giovani e i neolaureati per farsi rispettare in questa nostra società gerontofila e baronale? Come fanno a farsi un curriculum se nessuno dà loro un’opportunità? Esemplare il caso della nuova responsabile della segreteria al ministero del Lavoro e a quello dello Sviluppo Economico, Assia Montanino, 26 anni, voluta da Di Maio. Sua compaesana, di Pomigliano d’Arco, laureata in Economia e figlia di un commerciante che ha denunciato i suoi usurai. Contro questa scelta si è scatenato il mondo. Accuse di favoritismo, senza tener conto che per legge, come è accaduto in tutti i precedenti governi, il capo della segreteria particolare di un ministro è scelto sulla base di un rapporto fiduciario con il titolare del dicastero e la sua nomina spetta, appunto, come è sempre stato, al ministro. Polemiche anche sul suo stipendio che è regolato per legge, 72.000 euro lordi annui che, netti, fanno circa la metà. Assia ha replicato che si tratta di un impegno serio, sette giorni su sette, senza limiti di orario e quindi i 3.300 euro al mese sono più che giustificati. Ma la frase decisiva è un’altra: “E’ triste notare come un giovane in Italia debba costantemente difendersi dalle accuse di incompetenza solo per un fattore legato all’età anagrafica”. Cosa che i detrattori hanno puntualmente fatto: “Non ha alle spalle alcuna esperienza in ruoli apicali”. E citano ovviamente la più “illuminata” scelta fatta dall’ex ministro Calenda...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Un governo impuro

mercoledì, 18 luglio 2018, 14:12

di barbara pavarotti

Questo governo è contaminato. Qualsiasi cosa faccia o farà sarà sempre sbagliata. Potrà fare cose di sinistra, che in teoria quindi la sinistra (non i renziani) dovrebbe apprezzare. Potrà fare cose di destra, quelle che la destra di Berlusconi non si è mai sognata di fare. Nulla: sarà sempre contestato e visto come “impuro”. Il problema è proprio lì, nel suo essere un governo spurio, nato da un ibrido e che quindi spiazza perché racchiude in sé due anime apparentemente inconciliabili. Un po’ come quei matrimoni d’interesse che alla fine però, a dispetto di tutti, reggono benone. E quindi, a ogni mossa e ancora prima della sua nascita, giù col disprezzo: dei vertici europei, di tutte le autorità economiche e finanziarie possibili e immaginabili, di Inps, Confindustria, delle associazioni di ogni ordine e grado e chi più ne ha più ne metta. Dei media, quelli del club, ovvero tutti. E’ indifferente che siano schierati a destra o a sinistra. Perché tanto disprezzo, cosa ha in sé di pericoloso questo governo? E’ normale che i seguaci di altre fedi politiche lo contestino, ma qui siamo oltre. Siamo alla denigrazione generalizzata da parte di tutti coloro che hanno un ruolo di comando, accompagnata dall’auspicio vivissimo di una fine ingloriosa e prematura. L’antropologa Rosaria Impenna, ex allieva di Ida Magli, la studiosa morta nel 2016, analizza questo fenomeno con le lenti dell’antropologia culturale...


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi



prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Ultime notizie brevi


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 16 agosto 2018, 20:12

Lutto per Genova, Sinistra con Tambellini rinvia il volantinaggio in programma a San Concordio

Sinistra con Tambellini ha rinviato la mobilitazione in programma oggi a San Concordio, per illustrare i contenuti del famigerato emendamento al decreto Milleproroghe: quello cioè che, al Senato, ha visto in un colpo volatilizzare i milioni di euro giù stanziati per la riqualificazione dei quartieri lucchesi, come di altre 95...


giovedì, 16 agosto 2018, 15:23

25 agosto Notte Bianca al Museo

Il Museo Via Francigena Entry Point organizza due visite guidate, alle ore 21 e 22, al Complesso monumentale e al museo, ingresso 2 euro.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 16 agosto 2018, 12:31

Monte Prado, escursione sul tetto della Toscana

Domenica 19 agosto Officina Natura salirà sulla montagna più alta della Toscana e terza cima dell'Appennino Settentrionale, il Monte Prado con i suoi 2054 m. Percorrendo un tratto del sentiero GEA, la grande escursione appenninica, sarà possibile godere di eccezionali panorami su Emilia e Toscana: l'Abetina Reale, il parco dell'Orecchiella,...


giovedì, 16 agosto 2018, 12:02

Eccedenze alimentari, dalla Regione 200 mila euro per progetti di raccolta e redistribuzione

La Regione mette a disposizione degli enti del terzo settore 200.000 euro per progetti di raccolta e redistribuzione di generi alimentari, con il duplice scopo di evitare sprechi e andare incontro all'emergenza della povertà alimentare. Lo stabilisce una delibera presentata dall'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 16 agosto 2018, 11:41

Tesserini di caccia in distribuzione all'Urp di via del Moro

Saranno in distribuzione da martedì 21 agosto all’Urp di via del Moro, i tesserini di caccia validi per la stagione venatoria 2018/19. Il tesserino autorizza l'attività di caccia per una stagione e va rinnovato annualmente. Il rilascio avverrà, dopo la verifica di tutta la documentazione necessaria, all’Ufficio per le Relazioni...


mercoledì, 15 agosto 2018, 13:16

Capezzoli (IdV): "Il sistema fiscale italiano è da sempre in contrasto con la Costituzione"

Il referente provinciale dell'Idv di Lucca Domenico Capezzoli interviene in merito al sistema fiscale italiano. "Le tasse - dichiara - colpiscono i redditi lordi, invece della capacità contributiva di cui al primo coma dell'articolo 53 della Costituzione.


martedì, 14 agosto 2018, 15:14

Giovedì 16 agosto si ricorda Carlo Del Prete a novanta anni dalla morte

Il prossimo 16 agosto ricorrono i 90 anni dalla morte di Carlo Del Prete, l'aviatore cui Lucca dette i natali nel 1897 e che nel 1928 compì, assieme ad Arturo Ferrarin, la celebre trasvolata da Monte Celio a Roma a Port Natal in Brasile, stabilendo il record mondiale di chilometri...


martedì, 14 agosto 2018, 14:02

Parcheggi in struttura gratuiti il 15 agosto

Per il giorno mercoledì 15 agosto i parcheggi in struttura, Mazzini e Stazione, saranno usufruibili a titolo gratuito. Rimarranno regolarmente a pagamento tutti i parcheggi a parcometro e il parcheggio Luporini per i camper. Si informa inoltre che il 15 agosto gli uffici amministrativi e l'ufficio permessi della società Metro...


martedì, 14 agosto 2018, 13:01

Senso unico in un tratto di via Ingrillini per lavori di Rfi

Sarà istituito il senso unico in via Ingrillini per una settimana (da lunedì 20 a domenica 26 agosto), per consentire a Rete Ferroviaria Italiana la posa in opera di barriere guard rail a bordo strada, lungo la linea ferroviaria.


martedì, 14 agosto 2018, 12:03

Rilascio tesserini di caccia a Marlia e S. Leonardo in Treponzio

A partire da lunedì 20 agosto e fino a venerdì 28 settembre presso i due Sportelli al cittadino di Marlia e San Leonardo in Treponzio saranno rilasciati i tesserini di caccia per la stagione venatoria 2018-2019 .