Anno 7°

giovedì, 20 settembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Entro il 19 i soldi sul conto di Arnaldo Moriconi o la Lucchese resta dov'è

domenica, 15 aprile 2018, 12:35

di aldo grandi

Mentre la Lucchese insegue i play-off e chissà che non ce la faccia a regalare questa sorpresa ai suoi tifosi, tiene banco la vicenda relativa all'ormai imminente acquisto della società rossonera da parte del sodalizio Grassini-Lucchesi. Arnaldo Moriconi, patron rossonero, ha concesso una ulteriore proroga di dieci giorni per cui, come tiene a precisare, non il 19, ma entro il 19 i soldi pattuiti dovranno essere versati con tanto di bonifico sul proprio conto. Siamo, quindi, agli sgoccioli di questa vicenda che sta tenendo con il fiato sospeso gli appassionati della Pantera. 750 mila euro o giù di lì non sono cifra da poco e fino a quando il nostro Paperon de Moriconi non li vedrà nero su bianco, ci penserà due volte prima di manifestare un giudizio. Noi vogliamo pensare che sia Lorenzo Grassini sia, soprattutto, Fabrizio Lucchesi non siano venuti a Lucca tanto per sfogliare la margherita, bensì con intenzioni serie di procedere in breve tempo a rinforzare la squadra per farle raggiungere traguardi prestigiosi. Si parla, addirittura, da Roma, di sponsor di spessore pronti a contribuire al rilancio dei colori rossoneri.

Se così sarà saremo i primi a rallegrarcene, ma prima di tutto occorre attendere questo fatidico 19 aprile. Intanto la squadra agli ordini di mister Lopez - che noi confermeremmo senza indugio - sta facendo il proprio dovere per cui c'è ben poco da rimproverarle. La telenovela, in sostanza, è agli sgoccioli, mancano solamente 750 mila euro all'alba.


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi


scopri la Q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 19 settembre 2018, 14:13

Il centrodestra esiste ancora?

Mentre infuria la telenovela Pd – scioglierlo o non scioglierlo, questo è il dilemma – il centrodestra come sta? Male, grazie. In stato comatoso. Lo si sta cercando di rianimare ad Arcore, a suon di incontri col vincente Salvini, che però al momento non sembra volersi lasciar incantare dalle sirene...


martedì, 18 settembre 2018, 09:00

La cena delle beffe

Niente cena dal sor Calenda. Il convito a quattro annunciato a reti unificate nella bella casa romana dell’ex ministro dello Sviluppo economico fra Renzi, Gentiloni, Minniti e Calenda, appunto, in veste di anfitrione, è saltato. L’ex ministro lo voleva fortissimamente per – non ci si crede, ma è così –...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 13 settembre 2018, 08:50

Di che sesso sei? X

“Oggi è un giorno storico per New York”, ha detto il portavoce del consiglio comunale. Che è successo? Sono state ricostruite tali e quali le Torri Gemelle? E’ scomparsa all’improvviso la criminalità? La metropoli è diventata un Eden? Figuriamoci.


lunedì, 10 settembre 2018, 16:27

Italia, no agli organismi sovranazionali

Non era prevedibile, ma ipotizzabile. A mano a mano che si diluiscono nel tempo i ricordi e le generazioni che hanno vissuto la tragedia della guerra, appare sempre più chiaro il desiderio dei popoli di ritrovare o di riaffermare una propria identità.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 5 settembre 2018, 21:59

Quello che la Rai (e non solo) non dice né mostra: a Viterbo bagno di folla per Matteo Salvini

Guardate queste immagini. Si tratta di un video girato in occasione della visita di Matteo Salvini, ministro dell'Interno e vice presidente del Consiglio, a Viterbo. Il clima è festoso oltre ogni limite e siamo sicuri che queste scene avverrebbero ovunque in questa Italia stanca dei soliti politicanti da strapazzo verniciati...


domenica, 2 settembre 2018, 15:44

Il giorno in cui l’Europa crollò

Il giorno in cui si sgretolò l’Unione europea l’ennesima agenzia di rating straniera aveva sentenziato che l’outlook italiano doveva passare da “stabile” a “negativo”, Salvini si fregiava di 5 medaglie al valore tante quanti gli avvisi di garanzia per la nave Diciotti, i 5 Stelle insistevano con le nazionalizzazioni e...