Anno 7°

mercoledì, 16 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Si Salvi... ni chi può

lunedì, 11 giugno 2018, 17:10

di aldo grandi

Dopo anni e anni di ministri e capi di Stato incapaci di riuscire a far valere i propri diritti e a rispettare il volere e la sovranità popolari, ecco che Matteo Salvini, attuale ministro dell'Interno di un governo apertamente antisistema, raggiunge un primo, clamoroso e inaspettato successo. La nave Aquarius non potrà attraccare nei porti italiani e con lei anche un'altra imbarcazione che aveva già raccolto centinaia di clandestini di fronte alle coste libiche. Allora è vero: si può negare l'attracco a chi sfrutta vergognosamente il traffico di esseri umani per ragioni umanitarie che di umanitario non hanno alcunché. Quello che nessun governo a guida Pd era riuscito a fare in anni di potere pressoché incondizionato anche se sotto tutela degli organismi sovranazionali, è stato in grado di fare, dopo appena una settimana, l'attuale esecutivo Lega-Cinque Stelle. Uno schiaffo in faccia ai sostenitori del PUD (Pensiero Unico Dominante), ai leccaculo ipocriti del Politically Correct. Il vento, evidentemente, sta cambiando e finalmente gli italiani cominciano a riconoscersi e a riconoscere qualche punto di contatto con chi li dovrebbe rappresentare.

Ovviamente il merito, in questo caso, è di Salvini, che non ha ceduto e di Conte che non ha delegittimato il proprio ministro degli Interni. Inutile dire che non si è trattato di una scelta razzista o xenofoba, ma di una giusta rivendicazione del proprio diritto a scegliere cosa fare senza farsi imporre volontà non concordate. Pensiamo che il governo Renzi aveva manifestato la propria disponibilità ad accogliere tutti i clandestini nei porti italiani se l'Unione Europea avesse chiuso un occhio sullo stato dei conti pubblici italiani. Il classico piatto di lenticchie in cambio di una bomba ad orologeria che, purtroppo, esploderà comunque prima o poi come è già avvenuto in alcuni paesi europei che hanno accolto indiscriminatamente immigrati con tradizioni, cultura e religione diverse rispetto alla propria.

Gli italiani, una volta tanto, hanno avuto il coraggio di tenere diritta la schiena e non è vero che lo hanno fatto giocando sulla pelle di bambini e donne in gravidanza. Quello che Salvini ha fatto oggi avrebbe dovuto essere fatto anni fa, per evitare che, adesso, milioni di disperati-disgraziati vivano senza fare alcunché mantenuti non si sa bene con quale scopo e quale futuro. 

Un po' come in Formula 1, come ebbe a dire un pilota, non vince chi va più veloce, ma colui che frena per ultimo e Matteo Salvini ha dimostrato che la fermezza dettata dal buonsenso può costringere l'Europa a aprire gli occhi o, quantomeno, a non tenerli costantemente chiusi. 

La Sinistra continua a comportarsi come un gattino cieco. Continua, cioè, a percorrere una strada che non paga, una strada sulla quale gli italiani non sono disposti a seguirla e prova ne sono state anche le elezioni amministrative. 

Il partito democratico si sta suicidando e non comprende che la politica di difesa a tutti i costi solo e soltanto delle minoranze, per di più manifestamente contraria al buonsenso, non paga. Il Pd è, ormai, lontano anni luce dalle esigenze, dai desiderata, dai bisogni e dalle convinzioni del popolo italiano. E la colpa è soltanto della sua classe dirigente che non ha capito una cosa: lasciare il monopolio della sicurezza pubblica e dell'ordine al centrodestra è un errore spaventoso, ma l'Ideologia è, per loro, troppo più importante della realtà e a quella vorrebbero piegare questa.

Sono anni che la Gazzetta di Lucca e le sue consorelle registrano questa situazione senza che qualcuno ne prenda atto e modifichi la propria politica. Vale anche per Lucca dove la città è diventata il rifugio di migliaia di richiedenti asilo i quali altro non fanno se non opera di accattonaggio spinto e molesto dalla mattina alla sera all'interno del centro storico. E l'assessore che vieta di fare a pallate di neve in città, poi non si accorge che in piazza San Francesco si gioca regolarmente a pallone nonostante il divieto del regolamento di polizia comunale. Già, ma in piazza San Francesco c'è una sede del Pd.

Il giorno che la Lega riuscirà a trovare, anche a queste latitudini, un candidato a sindaco in grado di fare, nel piccolo, quello che ha fatto, in grande, Salvini, non ci sarà possibilità di vittoria per la Sinistra. Gli italiani e con loro i lucchesi, non chiedono la luna, ma vorrebbero che coloro che li rappresentano fossero veramente in grado di comportarsi seguendo le loro indicazioni e i loro desiderata. Anche se gli intellettuali progressisti e i giornalisti verniciati di rosso continuano a pensare che si tratti di un voto con la pancia senza capire che la nostra pancia sarà sempre meglio della loro testa.

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 16 gennaio 2019, 18:18

Visita di Bolsonaro a Lucca, Tambellini ha perso il senso della misura

Quando abbiamo letto la dichiarazione del sindaco Alessandro Tambellini inviataci dal solerte addetto stampa Jacopo Lazzareschi Cervelli, non ci volevamo credere. Un capo di Stato di origini lucchesi manifesta il desiderio di tornare nella sua città per una visita e il primo cittadino, eletto soltanto dal 23 per cento o...


lunedì, 14 gennaio 2019, 11:23

Di Cesare Battisti, per noi, ce n'è solo uno e non è quello arrestato in Bolivia

Con quel nome e quel cognome c'è da domandarsi come abbia fatto, poi, a divenire quel che è stato. Cesare Battisti da Cisterna di Latina, nato nel 1954, è un ex terrorista accusato e condannato per vari reati e latitante dopo essere fuggito dal carcere in cui si trovava, a...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 10 gennaio 2019, 21:56

Se questa è l'opposizione, lunga vita a Tambellini

Dicono, noi compresi, che la sostanza, spesso, sia più importante dell'apparenza. Ed è senz'altro vero. Così come è certo che anche l'apparenza, a volte, se non supera, sicuramente eguaglia, almeno, la sostanza. Oggi pomeriggio abbiamo ricevuto un comunicato stampa da Nicola Buchignani firmato da tutti i consiglieri di opposizione i...


lunedì, 7 gennaio 2019, 18:12

Italiani e no

La Sinistra è votata al suicidio. Politico, ovviamente. Invece di cercare di capire perché gli elettori si sono allontanati, continua a rivolgersi e a prendere come punti di riferimento e di militanza gli extracomunitari. Così facendo, dimostra ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, ma è dai tempi delle...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 3 gennaio 2019, 22:04

Lucchese, non ci resta che ridere

Barba Game Over stava scritto, questa mattina, su uno striscione appeso a un cancello di fronte allo stadio. Non ci vuole la laurea per capire il riferimento all'ex presidente della Lucchese Libertas 1905 Arnaldo Moriconi. Oggi, a Lucca, è sbarcato, addirittura, il presidente di Lega Pro Francesco Ghirelli il quale,...


lunedì, 31 dicembre 2019, 16:45

Auguri di buon anno a tutti (fascisti compresi)

Noi non sappiamo se questa giunta possiede il dono del buonsenso, ma, a volte, ne dubitiamo. Il sindaco Alessandro Tambellini ha fatto approvare una delibera sugli spazi pubblici da assegnare solo a chi farà espressa manifestazione di fede antifascista, ma nei confronti di CasaPound come pensa di agire il primo...