Anno 7°

giovedì, 23 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Il sindaco Tambellini scrive a Colmar, imita Marcucci e fa una figura ridicola

domenica, 10 febbraio 2019, 12:37

di aldo grandi

Questo sindaco ci riserva delle sorprese incredibili, soprattutto, non si rende conto del ridicolo di cui si circonda facendo, a volte, quello che fa. Prendiamo, ad esempio, la lettera che ha sentito il bisogno di inviare, addirittura, al suo pari grado della città francese di Colmar, gemellata da sempre con Lucca. Da non crederci se non l'avessimo letta con i nostri occhi. Tambellini, che dei gemellaggi, nei suoi sette anni di mandato, si è occupato come noi di fisica quantistica, imita il suo referente politico, il senatore e capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci che, il giorno prima, aveva scritto una lettera di scuse all'ambasciatore di Francia richiamato da Macron per il comportamento del nostro Governo giudicato assolutamente negativo. Il sindaco di Lucca, evidentemente ansioso e ardente di prendere parte, come sostiene il Guercio, alla prossima eventuale tornata elettorale, non ci ha pensato due volte: ha preso carta e penna e ha fatto scrivere al suo addetto stampa. Ora, che cosa c'entri la posizione del Governo italiano con il gemellaggio di Lucca con Colmar è cosa che appare evidente anche a chi, di politica, ma, in particolare, di logica, comprende poco o niente. Utilizzare strumentalmente un gemellaggio per farsi notare dai sostenitori Pd e far vedere che a Lucca c'è una giunta che la pensa diametralmente opposta al Governo nazionale è davvero un non senso. 

E ci ha pensato bene Adolfo Berti di Villaggio Europa, che di gemellaggi, ormai, se ne intende e che più volte ha richiamato, inutilmente, l'attenzione delle amministrazioni di turno verso le città gemellate. Ecco cosa ha inviato ai giornali questa mattina: 

Il Sindaco ha scritto al sig. Gilbert Meyer Sidaco di Colmar (F). Benissimo!!!!!!

A me non interessa la polemica politica! Non mi interessa se abbia fatto bene o male! Mi interessano altre cose: che finalmente il Sindaco trovi un funzionario in comune che si occupi di gemellaggio: ad oggi non c'è!
Che dia disposizioni precise affinché venga risposto con sollecitudine alle mail che arrivano al suo gabinetto dalle città gemelle, giacciono nei computer senza risposta.
Che prepari un programma credibile per la riunione delle città gemelle il 28 marzo 2019 a Schongau.
Che si ricordi anche del 9 maggio Festa dell'Europa, il 9 maggio 2018 è finita nel dimenticatoio.
NON CI SI VENGA A RACCONTARE CHE NON CI SONO SOLDI. L'attività di gemellaggio, se interessa farla, può essere fatta anche senza soldi: basta qualche idea ed un po' di impegno, quello si.

Spera ultima dea, dicevano i latini!

Non serve la laurea per afferrare il vero motivo della lettera di Tambellini al primo cittadino di Colmar, mai filato per anni e ora, improvvisamente, così vicino sentimentalmente al punto da sentire il bisogno di manifestargli tutto il proprio disappunto. Ogni nostro ulteriore commento è, realmente, superfluo: un clamoroso errore e una dimostrazione di infantilismo politico mai viste prima a queste latitudini. 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


bonito400


BF Cristiana Francesconi


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


mercoledì, 22 gennaio 2020, 23:29

Dalla Cina con... i soldi ovvero l'Antico Caffè delle Mura e la solita ipocrisia

Una volta, erano i mitici anni Settanta, dalla Cina arrivava solamente Bruce Lee con furore mentre oggi arrivano migliaia di cinesi e tutti, regolarmente, privi di furore, ma provvisti e molto bene, di banconote. E' dell'altro ieri la notizia di due fermi di altrettanti cittadini cinesi all'aeroporto di Fiumicino trovati...


sabato, 18 gennaio 2020, 12:06

Il partito della Ztl 'lecca il culo' ai residenti

Ormai, ovunque, il partito democratico è diventato il partito della Ztl, ossia la formazione politica che tutela gli interessi delle classi abbienti che si sono conquistate il diritto, spesso a spese del contribuente, a vivere nei quartieri più in o nei centri storici avendo acquistato appartamenti più o meno di prestigio.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 13 gennaio 2020, 18:28

Sfrattato, dà fuoco alla casa e rischia una tragedia: per la Sinistra e i buonisti è colpa della società

Gente che il mondo vada alla rovescia e che, chi possiede, almeno, un po' di sale in zucca rischi veramente di non capirci più niente e desideri espatriare in un Paese dove il buonsenso e la logica siano dominanti, lo sapevamo.


giovedì, 9 gennaio 2020, 17:54

L'ultima tentazione di... Tambellini

Le sardine, soprattutto quelle più fresche e meno avariate, nemmeno se lo ricorderanno. Figuriamoci, poi, gli imbecilli che ruotano intorno all'universo antagonista che di antagonista, ormai, ha soltanto il lume della ragione. Nel lontano 1988 Martin Scorsese diede alla luce un film che sollevò un vespaio incredibile e, onestamente, ridicolo:...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 5 gennaio 2020, 20:24

Urla nel deserto: gli ebrei chiamano, nessuno risponde

Dopo averci ammorbato gli attributi al punto da farceli gonfiare indipendentemente dalla nostra, ormai, conclamata e risaputa alterazione del sistema immunitario, il presidente della Repubblica verniciato di rosso Sergio Mattarella è rientrato nel suo silenzio che non è mai abbastanza.


martedì, 31 dicembre 2020, 16:40

Dieci anni e un giorno: buon anno alla Gazzetta di Lucca, a noi, ai suoi lettori e a tutti quelli che ci permettono di andare avanti

Ogni anno è sempre la solita zuppa. Si guarda indietro per non guardare avanti e quando, alla fine, si decide di voltare lo sguardo al futuro, ecco il saluto e l'augurio ipocrita rivolto, tanto non costa nulla, a cani e porci: buon anno! Ma buon anno di che?, buon anno...