Anno 7°

martedì, 23 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Il sindaco Tambellini scrive a Colmar, imita Marcucci e fa una figura ridicola

domenica, 10 febbraio 2019, 12:37

di aldo grandi

Questo sindaco ci riserva delle sorprese incredibili, soprattutto, non si rende conto del ridicolo di cui si circonda facendo, a volte, quello che fa. Prendiamo, ad esempio, la lettera che ha sentito il bisogno di inviare, addirittura, al suo pari grado della città francese di Colmar, gemellata da sempre con Lucca. Da non crederci se non l'avessimo letta con i nostri occhi. Tambellini, che dei gemellaggi, nei suoi sette anni di mandato, si è occupato come noi di fisica quantistica, imita il suo referente politico, il senatore e capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci che, il giorno prima, aveva scritto una lettera di scuse all'ambasciatore di Francia richiamato da Macron per il comportamento del nostro Governo giudicato assolutamente negativo. Il sindaco di Lucca, evidentemente ansioso e ardente di prendere parte, come sostiene il Guercio, alla prossima eventuale tornata elettorale, non ci ha pensato due volte: ha preso carta e penna e ha fatto scrivere al suo addetto stampa. Ora, che cosa c'entri la posizione del Governo italiano con il gemellaggio di Lucca con Colmar è cosa che appare evidente anche a chi, di politica, ma, in particolare, di logica, comprende poco o niente. Utilizzare strumentalmente un gemellaggio per farsi notare dai sostenitori Pd e far vedere che a Lucca c'è una giunta che la pensa diametralmente opposta al Governo nazionale è davvero un non senso. 

E ci ha pensato bene Adolfo Berti di Villaggio Europa, che di gemellaggi, ormai, se ne intende e che più volte ha richiamato, inutilmente, l'attenzione delle amministrazioni di turno verso le città gemellate. Ecco cosa ha inviato ai giornali questa mattina: 

Il Sindaco ha scritto al sig. Gilbert Meyer Sidaco di Colmar (F). Benissimo!!!!!!

A me non interessa la polemica politica! Non mi interessa se abbia fatto bene o male! Mi interessano altre cose: che finalmente il Sindaco trovi un funzionario in comune che si occupi di gemellaggio: ad oggi non c'è!
Che dia disposizioni precise affinché venga risposto con sollecitudine alle mail che arrivano al suo gabinetto dalle città gemelle, giacciono nei computer senza risposta.
Che prepari un programma credibile per la riunione delle città gemelle il 28 marzo 2019 a Schongau.
Che si ricordi anche del 9 maggio Festa dell'Europa, il 9 maggio 2018 è finita nel dimenticatoio.
NON CI SI VENGA A RACCONTARE CHE NON CI SONO SOLDI. L'attività di gemellaggio, se interessa farla, può essere fatta anche senza soldi: basta qualche idea ed un po' di impegno, quello si.

Spera ultima dea, dicevano i latini!

Non serve la laurea per afferrare il vero motivo della lettera di Tambellini al primo cittadino di Colmar, mai filato per anni e ora, improvvisamente, così vicino sentimentalmente al punto da sentire il bisogno di manifestargli tutto il proprio disappunto. Ogni nostro ulteriore commento è, realmente, superfluo: un clamoroso errore e una dimostrazione di infantilismo politico mai viste prima a queste latitudini. 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 19 aprile 2019, 19:34

Caro Martinelli non hai indovinato: la fidejussione non andava bene

Non lo conoscevamo di persona e, a dirla tutta, quasi quasi nemmeno di nome. E' stato Arnaldo Moriconi, l'ex presidente della Lucchese Libertas 1905 a presentarcelo, rimanendo sorpreso per il fatto che non lo avevamo riconosciuto pur avendone, a volte scritto su queste pagine.


sabato, 13 aprile 2019, 14:59

Santini, un giorno lungo cinque anni

Si sono, ormai, spenti i riflettori sulle elezioni amministrative 2017 eppure qualcuno, ogni tanto spesso, continua a domandarsi, noi compresi, come sia stato possibile per il centrodestra lucchese, perdere la corsa alla guida della città. In realtà c'è ben poco da angustiarsi, i numeri dicono tutto e dimostrano che la...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 9 aprile 2019, 23:53

Il consiglio comunale perde una serata a litigare sul garante dei diritti dei detenuti

Pazzesco. Questa giunta di bradipi non finirà mai di stupirci. Viaggia a velocità degne di una lumaca quando si tratta di dare ragione al buonsenso e schizza via come un fulmine quando c'è da difendere i diritti delle minoranze, tutte, nessuna esclusa, salvo quella dei lucchesi che, ormai, di questa...


sabato, 6 aprile 2019, 15:10

Caccia alle streghe

Il padre del sottoscritto, nato nel 1914 a Iolanda di Savoia, crebbe durante il fascismo e nella balbiana Ferrara respirò quelli che Renzo De Felice chiamò gli anni del consenso. Non fece la guerra, né partecipò alla Repubblica sociale, in compenso fu epurato dal lavoro alla Ducati e nel 1947...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 28 marzo 2019, 13:02

A me mi vien da rece

Sono mesi, ormai, che ogniqualvolta capita di soffermarsi sulle vicende rossonere, a chi scrive vengono dei conati di vomito. Ma è in questi ultimi tempi che i conati si sono trasformati, perdonate il linguaggio non proprio oxfordiano, in emissioni-eruzioni sistematiche.


venerdì, 22 marzo 2019, 19:00

Eccone n'antro

Non erano bastati i Grassini e i Lucchesi. Non sono ancora sufficienti i Castelli, gli Ottaviani, i Ceniccola. Non hanno fatto il loro tempo i Moriconi e i Belardelli. Adesso ci si mette anche un certo Alessandro Nuccilli da Roma, imprenditore, dicono, dell'edilizia, un passato calcistico che definire burrascoso sarebbe...