Anno 7°

lunedì, 25 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Lucchese, da Tambellini un passo avanti e due indietro

sabato, 2 marzo 2019, 19:42

di aldo grandi

No, tranquilli, non vi ammorberemo con il famoso saggio di Vladimir Ulianov Lenin, scritto nel 1904 in ben altra epoca e a proposito di tematiche molto più interessanti. Il titolo del saggio leninista ci è venuto in mente pensando all'attuale comportamento dell'amministrazione comunale Tambellini a proposito della vicenda Lucchese Libertas 1905. Sappiamo tutti in quali condizioni di disagio e vergogna è stata abbandonata la squadra rossonera dai suoi dirigenti e comprendiamo anche, in vista di future consultazioni elettorali, quanto al sindaco Alessandro Tambellini interessi non fare la fine di colui che assiste, inerte, al terzo fallimento societario. Ciò nonostante a noi pare che la giunta abbia messo in atto un atteggiamento a dir poco schizofrenico. Ci sono o ci fanno? Questo è il punto. A nostro avviso ci sono e anche ci fanno. Proprio oggi l'assessore Ragghianti - quello che quando servirebbe non c'è vedi ultima riunione tra squadra, staff tecnico e commissione speciale - e il presidente della commissione Dinelli hanno lanciato l'ennesimo appello alle forze imprenditoriali lucchesi affinché mettano i soldi al portafoglio e aiutino i rossoneri. Questo perché, ovviamente, la lodevole iniziativa di Lucca United per salvare il salvabile raccogliendo fondi dai tifosi, rischia di essere una goccia nell'oceano.

La domanda, però, che a noi sorge spontanea è questa: ma come si fa a lanciare un appello perché imprenditori improvvisamente illuminati pardon, folgorati, sulla via di Damasco, caccino fuori decine di migliaia di euro così da restituire il polmone d'acciaio alla Lucchese e, allo stesso tempo, inviare a quest'ultima un decreto ingiuntivo per oltre 90 mila euro di affitti arretrati per il Porta Elisa. Facciamo a capirci: da un lato i privati che dovrebbero versare soldi e dall'altro l'amministrazione comunale che parte di questi soldi si infilerebbe, se così vogliamo semplificare, in tasca. A parte il fatto che una volta che il decreto ingiuntivo condurrà l'ufficiale giudiziario a riscuoterlo, la prima somma che verrà pignorata sarà quella dell'incasso delle partite casalinghe fino a concorrenza dell'importo complessivo del debito.

Non vi sembra, cari lettori, che ci sia una chiara, evidente, allucinante contraddizione tra ciò che il comune dice e ciò che lo stesso comune, poi, fa?


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 22 marzo 2019, 19:00

Eccone n'antro

Non erano bastati i Grassini e i Lucchesi. Non sono ancora sufficienti i Castelli, gli Ottaviani, i Ceniccola. Non hanno fatto il loro tempo i Moriconi e i Belardelli. Adesso ci si mette anche un certo Alessandro Nuccilli da Roma, imprenditore, dicono, dell'edilizia, un passato calcistico che definire burrascoso sarebbe...


martedì, 19 marzo 2019, 18:27

Obbedio: "E' iniziato il conto alla rovescia verso la morte"

"E' iniziato il conto alla rovescia verso la morte". Se questa frase la dicesse un tifoso qualsiasi avrebbe, sicuramente, ragione, ma il peso delle parole sarebbe senza dubbio diverso. Se a pronunciarle, però, è Antonio Obbedio, direttore sportivo e anima di questa Lucchese, allora cambia tutto e davvero, come scriveva...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 15 marzo 2019, 18:55

Centinaio? Troppi, ne bastano molti, ma molti di meno

Già da qualche giorno girava la notizia che il ministro delle politiche agricole e del turismo Gian Marco Centinaio sarebbe stato ad Altopascio per un incontro organizzato dalla Lega che avrebbe visto calare nel paese del Tau o anche del pane, i referenti principali della Lega in Toscana.


mercoledì, 13 marzo 2019, 12:00

Piattume o pattume?

Si ragionava, con una collega, una di quelle che hanno il cervello e che, soprattutto, lo fanno funzionare, sul presente del giornalismo locale. Ed eravamo concordi nel ritenere che il piattume la fa da padrone un po' ovunque.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 7 marzo 2019, 19:24

Chiude la tendopoli, ma il merito non è né del sindaco né della prefettura

La prefettura e il sindaco Alessandro Tambellini hanno comunicato oggi, giorno di grazia 7 marzo 2019, che la tendopoli di via delle Tagliate, che per tutti questi anni ha ospitato clandestini provenienti dal terzo, quarto e quinto mondo, chiude i battenti.


mercoledì, 6 marzo 2019, 20:26

Di Volponi ce n'è uno tutti gli altri son nessuno

Sono e saranno in molti, immaginiamo, coloro i quali si strapperanno, metaforicamente, le vesti e i capelli per dimostrare il dispiacere se non, addirittura, il dolore per la scomparsa di un imprenditore, Mauro Volponi, che ha fatto del commercio una ragione di vita e delle sue scarpe un valido motivo...