Anno 7°

giovedì, 23 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Lucchese, da Tambellini un passo avanti e due indietro

sabato, 2 marzo 2019, 19:42

di aldo grandi

No, tranquilli, non vi ammorberemo con il famoso saggio di Vladimir Ulianov Lenin, scritto nel 1904 in ben altra epoca e a proposito di tematiche molto più interessanti. Il titolo del saggio leninista ci è venuto in mente pensando all'attuale comportamento dell'amministrazione comunale Tambellini a proposito della vicenda Lucchese Libertas 1905. Sappiamo tutti in quali condizioni di disagio e vergogna è stata abbandonata la squadra rossonera dai suoi dirigenti e comprendiamo anche, in vista di future consultazioni elettorali, quanto al sindaco Alessandro Tambellini interessi non fare la fine di colui che assiste, inerte, al terzo fallimento societario. Ciò nonostante a noi pare che la giunta abbia messo in atto un atteggiamento a dir poco schizofrenico. Ci sono o ci fanno? Questo è il punto. A nostro avviso ci sono e anche ci fanno. Proprio oggi l'assessore Ragghianti - quello che quando servirebbe non c'è vedi ultima riunione tra squadra, staff tecnico e commissione speciale - e il presidente della commissione Dinelli hanno lanciato l'ennesimo appello alle forze imprenditoriali lucchesi affinché mettano i soldi al portafoglio e aiutino i rossoneri. Questo perché, ovviamente, la lodevole iniziativa di Lucca United per salvare il salvabile raccogliendo fondi dai tifosi, rischia di essere una goccia nell'oceano.

La domanda, però, che a noi sorge spontanea è questa: ma come si fa a lanciare un appello perché imprenditori improvvisamente illuminati pardon, folgorati, sulla via di Damasco, caccino fuori decine di migliaia di euro così da restituire il polmone d'acciaio alla Lucchese e, allo stesso tempo, inviare a quest'ultima un decreto ingiuntivo per oltre 90 mila euro di affitti arretrati per il Porta Elisa. Facciamo a capirci: da un lato i privati che dovrebbero versare soldi e dall'altro l'amministrazione comunale che parte di questi soldi si infilerebbe, se così vogliamo semplificare, in tasca. A parte il fatto che una volta che il decreto ingiuntivo condurrà l'ufficiale giudiziario a riscuoterlo, la prima somma che verrà pignorata sarà quella dell'incasso delle partite casalinghe fino a concorrenza dell'importo complessivo del debito.

Non vi sembra, cari lettori, che ci sia una chiara, evidente, allucinante contraddizione tra ciò che il comune dice e ciò che lo stesso comune, poi, fa?


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 22 maggio 2019, 19:38

Industriali ed imprenditori désengages

Una volta, alle origini del capitalismo italiano, notoriamente cresciuto non solo per meriti propri, ma anche grazie all'apporto di capitali stranieri, c'erano famiglie che, come nel resto del mondo occidentale, vivevano la propria condizione sociale non tanto come un diritto o un privilegio, ma come una sorta di compito assegnato...


sabato, 18 maggio 2019, 19:39

Barra dritta e avanti tutta

Chi, come il sottoscritto, fa questo lavoro di merda da trent'anni, ha, ormai, compreso quali sono i meccanismi in base ai quali funziona il sistema di quella che, pomposamente, viene definita libertà di informazione. Ci sono insegnanti, giornalisti, editori che si sciacquano la bocca cercando di spiegare ai ragazzi delle...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 13 maggio 2019, 14:56

Sinistra, Chiesa e poteri forti contro il popolo. Chi sente di essere italiano non può stare dalla loro parte

E' incredibile. Allucinante, terribilmente, maledettamente serio. Quello che sta accadendo in Italia a livello politico è un tentativo di colpo di stato strisciante messo insieme non dai fascisti, come suggeriscono e vorrebbero gli imbecilli verniciati di rosso, ma dalle élites intellettualoidi della sinistra radical chic choc.


giovedì, 9 maggio 2019, 22:12

Assi viari, altra inculata per l'unico soggetto che non può difendersi: l'ambiente

Sembra che tutta la campagna elettorale del comune di Capannori ruoti intorno alla nuova viabilità e ai cosiddetti assi viari, reputati, dai soloni della politica a un tanto al chilo, indispensabili per migliorare le condizioni di transito, di traffico e di vita della nostra già deturpata piana lucchese.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 6 maggio 2019, 16:58

La Gazzetta sta con gli ebrei

Questa sinistra peracottara si guarda bene dal manifestare la propria solidarietà a chi, veramente, lo merita, per limitarsi a farlo solo quando, politicamente, le torna comodo. Così capita che dia appoggio a cani e porci senza che si riesca a capire dove cominciano i cani e finiscono i porci.


mercoledì, 1 maggio 2019, 11:15

Radio Radicale, il problema principale dell'amministrazione comunale

Tra le tante cose (sic!) di cui si occupa il consiglio comunale quando si riunisce a Palazzo Santini, apprendiamo anche che c'è il futuro di Radio Radicale, una emittente radiofonica che definire inutile è un eufemismo, che ascoltano solo, forse, i resocontisti parlamentari e qualche masochista i turno. Bene, ieri...