Anno 7°

domenica, 18 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Caro Martinelli non hai indovinato: la fidejussione non andava bene

venerdì, 19 aprile 2019, 19:34

di aldo grandi

Non lo conoscevamo di persona e, a dirla tutta, quasi quasi nemmeno di nome. E' stato Arnaldo Moriconi, l'ex presidente della Lucchese Libertas 1905 a presentarcelo, rimanendo sorpreso per il fatto che non lo avevamo riconosciuto pur avendone, a volte scritto su queste pagine. Eravamo allo Spazio Salvetti per l'evento organizzato da Patrizia Groppi e Francesco Poggi presso l'ex cotonificio di Saltocchio acquistato, in tutto o in parte non sappiamo, dallo stesso Paperon de Moriconi. Con i due anche una terza persona, una rappresentante del gentil sesso e anche qui, lo ammettiamo, abbiamo, purtroppo, dovuto ammettere di non conoscerla personalmente, ma, quando ci è stato ricordato il suo nome e cognome, Anca Moldovan, improvvisamente la memoria ci è tornata e abbiamo rammentato il ruolo che questa signora ha ricoperto all'interno della Lucchese stessa. Non citeremmo questo episodio, se non fosse che una volta rivelatosi nella sua identità, Fabrizio Martinelli ci ha detto di ricordarci una data, quella di oggi, venerdì 19 aprile, nel corso della quale avremmo avuto una sorpresa e avremmo sicuramente dovuto ricrederci sulla persona di Moriconi e sulla validità della fidejussione Pannonia bocciata dalla Lega in prima istanza e, appunto, all'esame della Caf per il ricorso presentato dallo stesso Moriconi. Dopo i soliti convenevoli e il consiglio del sottoscritto rivolto a Moriconi di trovarsi un buon avvocato, ci siamo tutti salutati con un sorriso, una stretta di mano e la sensazione che non ci saremmo più rivisti. A onor del vero, prima di lasciarci abbiamo voluto chiedere il numero di telefono di Martinelli, proprio per poterlo chiamare ad ogni evenienza, ma ci ha risposto che lui, il suo numero di telefono, non lo dà a nessuno, figuriamoci a noi.

Bene, non c'è stato nemmeno bisogno di aspettare venerdì 19 aprile per conoscere quale sarebbe stata la decisione della corte d'appello federale: giovedì 18 aprile, ieri, infatti, con una puntualità incredibile, la corte ha deciso di confermare sia gli 8 punti di penalizzazione per i rossoneri, sia la non validità della fidejussione sottoscritta in seconda istanza da Moriconi. 350 mila euro, quindi, che qualcuno dovrà sborsare qualora intenda prendersi o riprendersi la società.

Caro Martinelli, come vede, la sua sicurezza per non dire certezza che noi giornalisti per primi, saremmo stati smentiti e sorpresi da una decisione positiva della Caf nei vostri confronti, è caduta miseramente di fronte alla realtà. La fidejussione, buona o cattiva che sia, non è stata accettata e, di conseguenza, multa e penalizzazione sono state confermate.

Allora, adesso, che cosa dovremmo dire? Cosa dovremmo pensare di ciò che è stato o non è stato fatto per salvare la barca rossonera? Lei ci ha rimproverato di non aver saputo apprezzare adeguatamente l'operato di Arnaldo Moriconi che aveva riportato il bilancio della Lucchese a posto e che aveva ripetutamente salvato la società. Noi le abbiamo risposto che tutto il buono fatto all'epoca era stato, poi, vanificato dagli ultimi incomprensibili comportamenti. Comunque sia, adesso, è inutile guardare al passato. Il presente, ve ne renderete conto, è ancora peggio di qualunque incubo notturno. 

Cosa si può fare, adesso, per salvare questa squadra e questi tifosi che stanno mostrando in tutti i modi di meritare una conferma nella categoria? Un problema, presumibilmente, che non vi riguarda più di tanto visto che è da un pezzo che avete abbandonato il timone. Ormai, lo sappiamo tutti, nemmeno un miracolo potrebbe aiutare la Lucchese, anche perché l'unico miracolo possibile potrebbe farlo proprio e soltanto Arnaldino che, a quanto sembra, ormai ha la testa altrove e non certo alle vicende calcistiche rossonere.

La Lucchese è morta, viva la Lucchese, ma non veniteci a dire che non è anche colpa vostra.

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 16 agosto 2019, 13:50

Lucchese, tempi duri per chi ama stare fuori dal coro

Il sottoscritto riceve, questa mattina, una telefonata da parte di Daniele Deoma, direttore sportivo rossonero, amico di lunga data. Oltre che a salutarmi, mi passa un altro grande amico, Toni Carruezzo, al quale il sottoscritto domanda se fosse possibile fare una chiacchierata ricordando i bei tempi andati così da fare...


giovedì, 8 agosto 2019, 20:51

Giornali stampati su carta da cesso: ultima trovata per frenare la perdita di copie

Pare che giri sul web o da qualche altra parte la notizia, clamorosa se vera, che alcuni Maestri della libertà di stampa e dell'ambientalismo estremo avrebbero trovato la soluzione al male che affligge, da anni, gli editori ossia l'emorragia inarrestabile di copie perdute.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 5 agosto 2019, 18:49

Daniele Deoma, i vecchi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano

Entri negli uffici dell'attuale Lucchese Libertas 1905 e ti sembra di tornare indietro nel tempo. Facce note, vecchi amici. Da Gabriele Baraldi a Toni Carruezzo, da Daniele Deoma a Bruno Russo, da Francesco Monaco a Mario Santoro.


venerdì, 2 agosto 2019, 23:39

Corse, blitz sur la plage: une provocation francaise

Dopo alcuni giorni trascorsi su l'Ile de beauté a prenderci un po' di sole, eccoci di ritorno per tenervi compagnia fino alla fine del mese di agosto. Ebbene sì, cari amici miei, staremo insieme, più incazzati che mai, anche durante questo mese nel corso del quale, generalmente, la gente preferisce...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 27 luglio 2019, 19:59

Carabiniere ammazzato, ma quali lavori forzati?, pena di morte e via...

Nemmeno il tempo di prenderci due giorni di riposo per celebrare il compleanno ed ecco che il colonnino del Cecco a cena rivendica i propri diritti. E la realtà, va detto, non ci pensa granché a fornire spunti per i nostri commenti. A Roma un carabiniere è stato ammazzato.


martedì, 23 luglio 2019, 13:34

Matteo Renzi al Ciocco per formare la nuova classe digerente

Incredibile, ma vero. Al Ciocco, regno più o meno incontrastato del feudatario targato Pd Andrea Marcucci, dal 21 al 24 agosto sarà di scena, nelle vesti di insegnante di politica e democrazia, nientepopodimeno che Matteo Renzi.