Anno 7°

sabato, 25 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Radio Radicale, il problema principale dell'amministrazione comunale

mercoledì, 1 maggio 2019, 11:15

di aldo grandi

Tra le tante cose (sic!) di cui si occupa il consiglio comunale quando si riunisce a Palazzo Santini, apprendiamo anche che c'è il futuro di Radio Radicale, una emittente radiofonica che definire inutile è un eufemismo, che ascoltano solo, forse, i resocontisti parlamentari e qualche masochista i turno. Bene, ieri sera, durante la seduta, è stata approvata una risoluzione a favore del rinnovo della convenzione tra lo stato e Radio Radicale. L'unico a votare contro è stato Massimiliano Bindocci. Ora, poiché trattasi, comunque, di giornalismo e noi, poveri provincialotti senza arte né parte, ci sentiamo chiamati in causa, vorremmo far notare alla Sinistra che ha votato a favore e ai signori Buonriposi Donatella e Barsanti Fabio, che alla collettività, cioè a noi che lavoriamo e produciamo, si fa per dire, ricchezza, Radio Radicale costa otto milioni di euro all'anno. Ora c'è qualcuno che sa dirci quante volte al giorno si sintonizza su Radio Radicale per ascoltare trasmissioni e interventi che fanno venire il latte alle ginocchia per non dire peggio? Ecco un altro esempio non di pluralismo dell'informazione, ma di assistenzialismo all'informazione, perché siamo certi che se Radio Radicale non percepisse il contributo statale avrebbe già chiuso da un pezzo. Già, ma la solidarietà della categoria, quella dei giornalisti? Noi non conosciamo in questa categoria la parola solidarietà, poiché ci sono colleghi che si sciacquano la bocca con questa parola e con le istituzioni che si occupano del settore. Se voi pensate che la Gazzetta di Lucca con le sue consorelle va avanti con 120 mila euro all'anno di pubblicità, i conti sono presto fatti.

Qualcuno ha fatto notare che Radio Radicale non può trasmettere messaggi pubblicitari. E ci mancherebbe! Con otto milioni di euro hanno anche bisogno della pubblicità? Solo Massimiliano Bindocci si è opposto alla risoluzione del consiglio comunale proposta dalla maggioranza. Siamo convinti che in nome del pluralismo dell'informazione anche la giunta comunale tambelliniana sarebbe pronta a votare una risoluzione a favore di quei quotidiani on line che, veramente, fanno informazione e anche qualcosa di più, assumendosi la responsabilità di provare a far, comunque, pensare e criticare la gente. Tranquillo Tambi, non abbiamo nessuna intenzione di mettervi alla prova chiedendovi un sostegno anche morale, se si pensa che le notizie di cronaca bianca riguardanti il comune escono solamente su alcuni giornali schierati in maniera vomitevole con chi, al momento, detiene il potere a queste latitudini.

Ognuno fa quel che vuole, ma che non ci si venga a prendere per il culo: Radio Radicale è l'ennesima forma di parassitismo che la Prima Repubblica ha lasciato in eredità alle successive.

 


Questo articolo è stato letto volte.


vicopelago tennis club


bonito400


BF Cristiana Francesconi


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 22 maggio 2019, 19:38

Industriali ed imprenditori désengages

Una volta, alle origini del capitalismo italiano, notoriamente cresciuto non solo per meriti propri, ma anche grazie all'apporto di capitali stranieri, c'erano famiglie che, come nel resto del mondo occidentale, vivevano la propria condizione sociale non tanto come un diritto o un privilegio, ma come una sorta di compito assegnato...


sabato, 18 maggio 2019, 19:39

Barra dritta e avanti tutta

Chi, come il sottoscritto, fa questo lavoro di merda da trent'anni, ha, ormai, compreso quali sono i meccanismi in base ai quali funziona il sistema di quella che, pomposamente, viene definita libertà di informazione. Ci sono insegnanti, giornalisti, editori che si sciacquano la bocca cercando di spiegare ai ragazzi delle...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 13 maggio 2019, 14:56

Sinistra, Chiesa e poteri forti contro il popolo. Chi sente di essere italiano non può stare dalla loro parte

E' incredibile. Allucinante, terribilmente, maledettamente serio. Quello che sta accadendo in Italia a livello politico è un tentativo di colpo di stato strisciante messo insieme non dai fascisti, come suggeriscono e vorrebbero gli imbecilli verniciati di rosso, ma dalle élites intellettualoidi della sinistra radical chic choc.


giovedì, 9 maggio 2019, 22:12

Assi viari, altra inculata per l'unico soggetto che non può difendersi: l'ambiente

Sembra che tutta la campagna elettorale del comune di Capannori ruoti intorno alla nuova viabilità e ai cosiddetti assi viari, reputati, dai soloni della politica a un tanto al chilo, indispensabili per migliorare le condizioni di transito, di traffico e di vita della nostra già deturpata piana lucchese.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 6 maggio 2019, 16:58

La Gazzetta sta con gli ebrei

Questa sinistra peracottara si guarda bene dal manifestare la propria solidarietà a chi, veramente, lo merita, per limitarsi a farlo solo quando, politicamente, le torna comodo. Così capita che dia appoggio a cani e porci senza che si riesca a capire dove cominciano i cani e finiscono i porci.


mercoledì, 24 aprile 2019, 16:50

Il nemico alle porte

359 morti in Sri Lanka, ma, a quanto pare, la Chiesa di papa Francesco ha altre cose a cui pensare piuttosto che dedicare la propria attenzione e anche qualcosa di più a queste stragi. La verità è che questo pontefice ha gli occhi foderati di prosciutto, ma essendo un gesuita...