Anno 7°

lunedì, 13 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Giorgino Del Ghingaro e l'aspirazione nemmeno tanto nascosta di diventare presidente della Regione

sabato, 21 settembre 2019, 19:32

di aldo grandi

O Giorgino Giorgino che per la città del foco vivo ten vai così parlando onesto, piacciati di restare in questo loco. Giorgio Del Ghingaro, non c'è dubbio, ha deciso, invece, di non restare a Viareggio, di non candidarsi al secondo mandato nella ex Pirla pardon Perla della Versilia e di provare l'impossibile: ossia diventare presidente della Regione alle elezioni del prossimo anno in sostituzione dell'amico, da cui ha già ricevuto investitura e benedizione, Enrico Rossi, gauleiter rosso della Regione più a sinistra che c'è. O quasi. Avevamo saputo dei pellegrinaggi fiorentini del sindaco di Viareggio, in cerca di una approvazione che non fosse né una bocciatura né una sorta di commiserazione e, evidentemente, qualcosa si è mosso e qualcuno si è visto. Fatto sta che questo incontro voluto a tutti i costi con uno sparuto gruppo di amministratori pubblici della Toscana ha dimostrato, se ce ne fosse ancora bisogno, quali sono le reali aspirazioni del Nostro. Altro che Passeggiata e pinete, altro che spiaggia e Carnevale, altro che cantieri e Piazzone, vuoi mettere il Giglio fiorentino e il coronamento di una carriera politica spiccata tanti anni fa per merito di un certo Michele Martinelli che, a Capannori, fece la cazzata di farsi trovare con il sorcio in bocca fuori dal supermercato? Abbiamo notato, negli ultimi tempi, una tendenza a cercare di essere il più possibile gradito ai mezzi di informazione, a cominciare dalle televisioni - o dalla televisione, visto che ce n'è una sola - e dai quotidiani cartacei e on line.

Scomodare la Divina Commedia, addirittura, per celebrare i desiderata di Giorgione-Giorgino, probabilmente, è esagerato. Lo abbiamo visto un po' imbolsito col microfono in mano, con qualche chilo in più, ma, indubbiamente, sempre affascinante e, forse per coloro che lo sono andati ad ascoltare, anche convincente. A noi, onestamente, non ci convince più da un pezzo e, comunque, scorrendo le immagini del convegno ci sembra di aver scorto personaggi più adatti ad un Jurassic Park che non a una nuova formazione politica. Ognuno, tuttavia, è libero di scegliere ciò che vuole, quindi, piena e totale libertà per il primo cittadino di Viareggio di cercare fortuna altrove. Noi, al suo posto, ci saremmo accontentati da un pezzo e, tra l'altro, ogni fiducia l'abbiamo persa in occasione delle dimissioni avvenute e fatte rientrare del maestro Veronesi questa estate. Roba da Kgb o Stasi. Anche in quella circostanza grazie ai rapporti privilegiati si sono riusciti a evitare annunci fastidiosi e conferme sconvenienti. 

Il Giorgino, del resto, a infilarsi in qualche modo nel settore dell'informazione ci ha sempre pensato e ci è quasi sempre riuscito. In un modo o nell'altro. Attraverso entrate in diretta oppure attraverso promozioni indirette. E perdonateci l'ermetismo dettato dal buongusto ancor più che dalla prudenza.


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

bonito400

BF Cristiana Francesconi

tuscania

auditerigi

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


mercoledì, 8 luglio 2020, 09:18

Gioventù bruciata? No, maturità senza spina dorsale

Innanzitutto chiediamo scusa per questa prolungata assenza, ma anche Cecco a cena, a volte, sente il bisogno di mettersi a... dieta (si fa per dire) e riflettere. Torniamo, quindi, dopo aver guazzabugliato un po' in riva al mare ed aver fatto scorta di pazienza per non incazzarci ad ogni piè...


mercoledì, 24 giugno 2020, 19:17

I due coglioni

L'ultima volta che il sottoscritto ha usato e pubblicato questa parola, si è beccato un doppio sequestro preventivo e la chiusura di una intera sezione del giornale poiché qualcuno, pappa e ciccia, evidentemente, con la procura, non aveva compreso che quel termine era, al contrario, una evidente provocazione e una...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 12 giugno 2020, 10:31

Summer Festival, la Lucca dei lunghi coltelli: stop al linciaggio

Noi non abbiamo, per fortuna, l'abitudine di frequentare facebook se non, ogni tanto, per postare un nostro articolo o una nostra immagine. I social sono, a tutti gli effetti, un boomerang devastante e nel momento in cui diventano una schiavitù, assumono la forma di una dipendenza ossessiva.


martedì, 9 giugno 2020, 15:23

Gli arredi dell'ex profumeria Ristori devono tornare dov'erano: parola di Aldo Grandi

Chi conosce la Gazzetta di Lucca e, per sua sfortuna o fortuna, il sottoscritto che ne è il direttore (ir)responsabile, sa che quando prende una posizione non si cura di guardarsi le spalle. Se sono - e se siamo - convinti della giustezza di una battaglia, andiamo avanti a dispetto...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 4 giugno 2020, 22:15

Arredi antichi ex profumeria Ristori, un altro pezzo di Lucca che se ne va

Qualcuno potrebbe dire che, di fronte alla pandemia economica dovuta a questo Governo di impediti e ai morti causati da un virus che, adesso, a quanto sembra, ha scelto di abbandonarci, gli arredi della ex profumeria Ristori in via Fillungo, seppur antichi e originali, non contano nulla.


sabato, 30 maggio 2020, 10:15

Mascherine sul viso? No, mutande di latta

Non gli basta averci terrorizzato, ridotti alla fame, allontanati gli uni dagli altri, insinuato negli animi e nei cuori oltreché, purtroppo, nei cervelli la paura di un virus che agisce a mezzo servizio e uccide soltanto in determinate circostanze.