Anno 7°

domenica, 19 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Opposizione stanca, ma è difficile perdere sempre e non godere mai

giovedì, 14 novembre 2019, 19:29

di aldo grandi

Ormai anche i cani e i gatti sanno che a noi la Sinistra sta sulle scatole per i suoi principi ancor più che per le persone anche se, ricorderà chi ha visto quel bellissimo film di Sidney Pollack con Barbra Streisand e Robert Redford in cui lei dice che 'Gli uomini sono i loro principi'. A Lucca basta incontrare, incrociare i consiglieri comunali e gli assessori della giunta Tambellini per accorgersi della differenza che c'è tra chi, al potere, ci sta da anni e chi, al contrario, sta all'opposizione ingoiando rospi su rospi. Molto più facile, davvero, stare sui banchi della maggioranza piuttosto che su quelli dell'opposizione dove, ad ogni seduta, prendi un no dopo l'altro e partecipare al gioco delle regole democratiche è, almeno per noi, mortificante. Chapeau, quindi, per i Santini, i Barsanti, i Martinelli, i Buchignani, i Bindocci che, ad essere sinceri, fanno tanta tenerezza chi più chi meno. Fatta questa necessaria premessa occorre, però, essere onesti e sottolineare quelle che, a nostro modesto avviso, sono delle cadute di stile, politicamente parlando e non solo. Ci riferiamo, ad esempio, a uno degli ultimi comunicati diffusi dalla minoranza e relativo alla non illuminazione natalizia di via Fillungo.

Ora, appare chiaro a tutti, cani e porci compresi, due categorie, queste ultime, che a noi stanno particolarmente care e che ficchiamo un po' dappertutto un po' come, una volta, si citava la famosa casalinga di Voghera, che la mancata illuminazione, almeno fino ad oggi, della principale strada del centro storico non sia colpa che della mancata sottoscrizione della quota prevista da Confcommercio per contribuire alle spese di illuminazione. Il comune, quest'anno, ha stanziato 60 mila euro e che lo abbia fatto per lavarsi la coscienza e tenersi buoni i commercianti dopo averli, letteralmente, ignorati, poco importa. 60 mila euro sono tanti, più di ogni altro anno.

Bene, il centrodestra se ne esce fuori con una nota politica nella quale attribuisce la mancata partecipazione di numerosi commercianti di via Fillungo, via Nuova e via S. Lucia a una presunta posizione critica e ostile all'attuale amministrazione comunale. Per carità, sicuramente di motivi per avere sulle scatole la giunta Tambellini e l'assessore alle attività produttive Mercanti ce ne saranno e ce ne sono, ma niente luci in Fillungo è colpa solo e soltanto di un robusto numero di commercianti pidocchiosi e badate bene che non si tratta solamente di grandi catene. Fa bene Federico Lanza del Panda ad essere, giustamente, arrabbiato e a meditare una giusta presa di posizione per le prossime festività. 

Altro che amministrazione comunale, i negozianti del Fillungo, circa la metà, non hanno voluto pagare 120 euro. Come ebbe a dire il ragazzino con la erre moscia figlio viziato dell'Alberto Sordi commerciante di armi nel film Finché c'è guerra c'è speranza, 'Papà, non tlovo le palole anzi, ne tlovo una sola: vergogna'.

Dispiace vedere il Barsanti zittito da Chivas Regal Battistini presidente dell'assise comunale, uno che, quando lo incontriamo, per vederlo sorridere bisogna vincere un Gratta e Vinci da 1 milione di euro. Così come fa tenerezza la battaglia portata avanti, da un po' di tempo a questa parte, dal consigliere di Forza Italia Marco Martinelli sulle erbacce che riesce a trovare un po' ovunque, piazza San Michele compresa. Gli altri, Lega compresa, fanno quel che possono e il santini, quanta costanza, ammirevole, lì a tessere le file delle liste civiche nel tentativo di far capire a tutti, soprattutto, a chi vorrà candidarsi a sindaco per il centrodestra, che se pensa di scansarlo si sbaglia di grosso.

Ad essere sinceri e se non fosse che la politica, a noi, sta simpatica e familiare come la fisica quantistica, ci verrebbe di lanciare un macigno in uno stagno e sporcare di merda o altro liquame tutti quelli che stanno a guardare, come le stelle, aspettando Godot, attendendo, cioè, che qualcuno faccia il primo passo e scelga di scendere in campo per la destra.

Avanti di questo passo si rischia di arrivare a sei mesi prima del voto e fare un bel buco nell'acqua anche se, diciamolo pure, Pd, Sinistra e 5Palle stanno così sui coglioni alla maggioranza degli italiani che non vincere alle prossime tornate elettorali sarebbe come farsi prendere un infarto ad un metro dal traguardo.

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


bonito400


BF Cristiana Francesconi


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


sabato, 18 gennaio 2020, 12:06

Il partito della Ztl 'lecca il culo' ai residenti

Ormai, ovunque, il partito democratico è diventato il partito della Ztl, ossia la formazione politica che tutela gli interessi delle classi abbienti che si sono conquistate il diritto, spesso a spese del contribuente, a vivere nei quartieri più in o nei centri storici avendo acquistato appartamenti più o meno di prestigio.


lunedì, 13 gennaio 2020, 18:28

Sfrattato, dà fuoco alla casa e rischia una tragedia: per la Sinistra e i buonisti è colpa della società

Gente che il mondo vada alla rovescia e che, chi possiede, almeno, un po' di sale in zucca rischi veramente di non capirci più niente e desideri espatriare in un Paese dove il buonsenso e la logica siano dominanti, lo sapevamo.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 9 gennaio 2020, 17:54

L'ultima tentazione di... Tambellini

Le sardine, soprattutto quelle più fresche e meno avariate, nemmeno se lo ricorderanno. Figuriamoci, poi, gli imbecilli che ruotano intorno all'universo antagonista che di antagonista, ormai, ha soltanto il lume della ragione. Nel lontano 1988 Martin Scorsese diede alla luce un film che sollevò un vespaio incredibile e, onestamente, ridicolo:...


domenica, 5 gennaio 2020, 20:24

Urla nel deserto: gli ebrei chiamano, nessuno risponde

Dopo averci ammorbato gli attributi al punto da farceli gonfiare indipendentemente dalla nostra, ormai, conclamata e risaputa alterazione del sistema immunitario, il presidente della Repubblica verniciato di rosso Sergio Mattarella è rientrato nel suo silenzio che non è mai abbastanza.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 31 dicembre 2020, 16:40

Dieci anni e un giorno: buon anno alla Gazzetta di Lucca, a noi, ai suoi lettori e a tutti quelli che ci permettono di andare avanti

Ogni anno è sempre la solita zuppa. Si guarda indietro per non guardare avanti e quando, alla fine, si decide di voltare lo sguardo al futuro, ecco il saluto e l'augurio ipocrita rivolto, tanto non costa nulla, a cani e porci: buon anno! Ma buon anno di che?, buon anno...


martedì, 24 dicembre 2019, 12:10

Buon Natale anche al porco

Dissacranti lo siamo sempre stati. In un mondo di ipocriti e falsi buonisti, qualcuno che voglia provocare e scuotere il velo di convenienza, piattume e superficialità che, sempre più spesso, alimenta le nostre esistenze non solo è necessario, ma, diremmo, quasi obbligatorio. Dicono che a Natale siamo tutti più buoni.