Anno XI

domenica, 5 dicembre 2021 - Giornale non vaccinato

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

A Massarosa, comunque vadano le elezioni, c'è già un vincitore: Alberto Coluccini

venerdì, 1 ottobre 2021, 10:57

di aldo grandi

Comunque andranno a finire le elezioni amministrative nel comune di Massarosa, un vincitore morale e non solo c'è già: si chiama Alberto Coluccini e risponde al nome e cognome dell'ex sindaco costretto a decadere per via di una porcata posta in essere da esponenti della sua ex maggioranza che si sono 'alleati', nell'intento di far cadere la giunta, con una opposizione che ha saputo subito approfittare della situazione. La notizia che abbiamo pubblicato, da soli guarda caso, dell'imminente udienza preliminare a cui dovranno presenziare cinque persone tra cui tre ex consiglieri comunali di maggioranza - ex Lega ed ex Forza Italia - dimostra ancora una volta come Coluccini sia finito nel mirino ripetutamente della Sinistra, ma, addirittura e questo è incomprensibile e ingiustificabile, dei suoi stessi ex alleati o, almeno, di alcuni. Perché? Ce lo chiediamo e vorremmo che a rispondere fosse la stessa Elisa Montemagni che a Massarosa fa e disfa; e anche quel Massimo Mallegni, senatore di riferimento geografico, che mette bocca dappertutto salvo che quando ce ne sarebbe, davvero, il bisogno come in questo caso. Lega e Forza Italia si sono appattumate e si presentano con un candidato unico mentre Fratelli d'Italia, almeno coerente questa volta, è rimasto con chi aveva sempre appoggiato. Già, chissà perché questo dietrofront della Lega e di Forza Italia.

A noi pare che Coluccini sia finito in mezzo come si è soliti dire nella capitale. Messo in mezzo e crocifisso perché, forse, non ha mai accettato le vecchie regole del gioco. Lui dice che la sua candidatura è quella del nuovo verso il vecchio. Può essere se, soprattutto, il Gup dovesse rinviare a giudizio i tre ex consiglieri per istigazione alla corruzione. 

Tornando al voto, è chiaro che il centrodestra si è presentato spaccato e non si è mai capito perché. Il centrosinistra mira a riconquistare lo scettro perduto e, magari, cancellare ogni traccia del disseto provocato. Perché tutto è cominciato proprio da lì: da quel voler dichiarare il dissesto che la ex maggioranza non ha mai digerito anche se i buchi e i debiti non soltanto c'erano tutti, ma anche belli sostanziosi.

Noi, lo ripetiamo, non abbiamo dubbi: avrà, forse, anche un caratteraccio come ebbe a dire una volta la Montemagni, ma ci sembra che Coluccini, adesso, sia, in particolare, un uomo solo e nemmeno al comando. Proprio per questo, se noi abitassimo a Massarosa, non avremmo esitazioni a votarlo. Coluccini, in fondo, ha già vinto. Dopo quello che gli hanno fatto, al suo posto ci saremmo messi da parte e ce ne saremmo fregati di doverci sbattere  ancora per chi prima stava con noi e poi contro di noi. Invece è sceso in campo per la sua città e ci ha rimesso la faccia. Con coraggio e onestà intellettuale. Non sarà il top della simpatia, ma paragonato ad alcuni nani della sua ex coalizione e dell'opposizione, a noi pare quasi un gigante.


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

BF Cristiana Francesconi

tuscania

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


mercoledì, 24 novembre 2021, 19:10

Uomini o caporali?

Occhi di cernia, al secolo Mario Draghi, il Dragopardo, insieme alla sua truppa di aggrappa-poltrone ha deciso: dal 6 dicembre al 15 gennaio non basterà più avere il Green Pass per poter vivere, ma servirà, addirittura, il Super Green Pass o, come lo chiamano i tedeschi, popolo di nefasta e...


martedì, 23 novembre 2021, 01:39

Livia Maria Frati ha toccato quota 107: grazie di esistere

Avendo la grande fortuna di essere padroni del nostro tempo dopo tanti anni passati a essere dipendenti da quello degli altri, poco fa, a notte abbondantemente avviata, in attesa di andare a dormire ché, tanto, domattina possiamo svegliarci quando vogliamo, nel percorrere i sei indirizzi di posta elettronica corrispondenti alle...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 12 novembre 2021, 11:06

Ma adesso la casa abusiva al campo zingari cosa fanno: la demoliscono o la lasciano così?

Pazzesco. Ma avete letto le dichiarazioni del sindaco Alessandro Tambellini? Roba da mettersi le mani nei capelli - i nostri ovviamente ché lui, a quanto sembra, non saprebbe come fare - Ha detto che la polizia municipale di Lucca e, quindi, anche la giunta, stavano controllando da mesi la situazione...


martedì, 2 novembre 2021, 23:50

L'infettivologo Bassetti vuole distruggerci la vita e se diciamo che siamo come gli ebrei durante il fascismo ce ne dicono di tutti i colori

Basta accendere una televisione qualsiasi per essere colti da improvvisi e ripetuti conati di vomito. Ecco perché chiediamo a coloro che vogliono mantenersi lucidi e indipendenti, di non accendere mai la Tv o, se proprio non ce la fate, a tenerla accesa per massimo una decina di minuti a meno...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 24 ottobre 2021, 18:22

Meglio un Del Ghingaro in casa che una Vietina a Palazzo dei Bradipi

Ora, anche i muri sanno che la Ilaria Vietina non rientra, proprio, tra le nostre simpatie politiche e ideologiche. Ciònonostante nulla e nessuno potranno impedirci di pubblicare i suoi interventi perché e anche questo è certo e sacro, alla Gazzetta trovano spazio tutti meno gli imbecilli e i prepotenti.


martedì, 19 ottobre 2021, 14:19

La Lega fa capolino? No, fa Caporetto... Il tavolo del centrodestra può servire, al massimo, per un pic-nic

Da più parti ci giunge voce che Matteo Salvini abbia manifestato il desiderio per non dire l'ordine che Lucca torni al centrodestra a tutti i costi. Vista la figura di merda rimediata a questa tornata elettorale e visti anche i recenti movimenti in chiave elettorale nella nostra città, c'è da...