lagazzetta_prenota

prenota
prenota

Anno 7°

martedì, 14 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Comics

Vincenzo Lunardi a Lucca Comics 2018: il disegnatore Stefan Strasser lo immortalerà nei Chicken Wings al Real Collegio

martedì, 30 ottobre 2018, 22:08

L’aeronauta Vincenzo Lunardi, settecentesco genio dell’aria lucchese, sarà celebrato a “Lucca Comics 2018” in un apposito stand situato presso il Real Collegio di Lucca.

Lunardi, il 15 settembre 1784, fu il primo uomo a volare con un aerostato ad idrogeno su Londra e verrà ricordato per la fama raggiunta alla Corte d’Inghilterra e, successivamente in quelle di Spagna e Portogallo.

Una casa editrice pratese, la LoGisma (www.logisma.it) presenterà ai Comics la vita dello scienziato che, nato nel 1754 in un palazzotto posto alla confluenza fra via dei Borghi e Via dei Fossi, è stato per secoli dimenticato in Patria, scegliendo di concludere la propria esistenza a Lisbona.

Le imprese di Lunardi sono state scritte da Marco Majrani in testo che sarà in vendita presso lo stand LoGisma grazie ad uno speciale sconto.

Sempre allo stesso stand, Lunardi sarà presente grazie alla matita di Stefan Strasser, il disegnatore dei “Chicken Wings”, gli esilaranti fumetti aeronautici dei polli volanti, protagonisti di striscie conosciute soprattutto nel mondo del volo.

Al Real Collegio anche Massimo Raffanti, autore del libro “Volare in Mongolfiera, la storia dell’uomo che parlava al cielo” , un volume anch’esso in vendita a prezzo agevolato presso lo stand, documentante l’opera divulgativa portata avanti dal “Vincenzo Lunardi Balloon Club” (www.luccaballoonclub.it), prima associazione di volo in mongolfiera nata in città per promuovere la conoscenza dell’aeronauta.

Al Real Collegio sarà visibile anche il cortometraggio sulla vita dell’aeronauta, realizzato da Raffanti, grazie al patrocinio dal Rotary Club Montecarlo -Piana di Lucca ed alla voce dell’attore Sergio Forconi.

“Già dal 1984, iniziai a studiare il personaggio - spiega l’autore, decidendo di richiamare la cultura locale ad una maggiore attenzione verso l’ eroe azzurro.

Trovo quindi che l’iniziativa della “Logisma” sia ottimale non solo perché rilancia la necessità di far conoscere un figlio di Lucca ma, anche quella di pubblicizzare il nome Lunardi in un happening internazionale quale i Comics.

“Volare in Mongolfiera” è una sorta di diario aerostatico che, attraverso immagini e ripercorre un impegno culturale assunto” oltre vent’anni fa’, quando dopo 200 anni di assordante silenzio su pioniere, mi levai in volo dall’ex Campo Balilla con l’unico pallone a gas presente in Italia assieme al Cap. Enzo Cisaro ed alla Contessa Maria Fede Caproni del Museo Storico ed Aeronautico di Trento.

Da allora – spiega lo storico divulgatore locale - decisi nel corso degli anni di approfondire la tematica realizzando variegate iniziative; fra queste, nel 2005, l’ideazione del "Primo Trofeo Internazionale di Mongolfiera di Capannori che, non a caso, volli intitolato “Memorial Vincent Lunardi”.

La manifestazione, come da me suggerito, seppe allargarsi ad una serie di altre discipline dell’aria, radunando per vari anni migliaia di persone sulla Piana di Lucca e nelle belle Ville lucchesi: inserite appositi teatri di verzura le mongolfiere arrivarono così in Lucchesia, assieme a decine di blasonati campioni del ramo: inutile dire che fino ad allora nessuno, almeno dalle nostre parti, aveva mai visto un bruciatore a propano, ne’ tantomeno sentito parlare di Lunardi.

Avevo infatti intuito che, se la Lucca era stata per troppi anni matrigna con l’audace aeronauta, l’unico modo per procedere ad una sua, anche storica divulgazione, doveva necessariamente ripartire dal lancio di una nuova disciplina aeronautica sul territorio.

A questo scopo, fondai il primo club di mongolfiere lucchesi, l’omonimo “Lunardi Balloon Club” che, dal 2008, iniziò ad organizzare eventi culturali, tavole rotonde, mostre tematiche e presentazioni di libri sul volo, realizzando tanti emozionanti happening dell’aria con enti e privati.

Varie poi le attività svolte nel nome di Lunardi –continua Raffanti - fra queste l’organizzazione di voli con importanti televisioni mondiali - fra cui quella indiana e quella giapponese (quest’ultima per un “format” con 5 milioni di telespettatori di “share”).

Arrivarono così le prime interviste nazionali e l’ avventuroso primato di un decollo in pallone dall'ovale di Piazza Anfiteatro (2010) che, - ricorda Raffanti – compii con Antonio Lo Franco davanti a un migliaio di persone, poco prima di un’ emozionante trasvolata delle Alpi.

Nel 2010, organizzai una giornata celebrativa sul “Prato del Marchese”, luogo sul quale, anche grazie alla presenza territoriale del “Balloon Club”, ipotizzai la nascita di un definitivo “Porto Aerostatico”: qui Vincenzo Lunardi compiva i propri esperimenti sull’idrogeno, gas con cui riempire il suo aerostato.

Non sarebbero occorse infrastrutture fisse ma solo una targa e la possibilità offerta dal nostro Club di consentintire ai turisti, pagando ad Itinera un ticket, un volo sulla sola città italiana in cui storicamente fosse giustificato il volo turistico “col piu leggero dell’aria”.

Grazie ai ricercatori e storici Angelo Frati e Rita Dallan, nel 2011 - rferisce Raffanti - si giunse poi al ritrovamento della completa genealogia della famiglia Lunardi e perfino della sconosciuta casa natale dell’eroe che, ahimè risulta ancora fuori dai circuiti delle guide lucchesi, nonostante l’apposizione di una targa da parte del Comune (2013) che reca in calce le dizioni “Comune di Lucca, e Balloon Club”, in riconoscimento della nostra opera divulgativa.

“La nostra associazione ha avanzato diverse proposte alla città di Lucca, fra queste una possibile “Lucca-London-Expedition”.

Un grande evento anche mediatico, culturale, turistico e sportivo che, coinvolgendogli enti e le mongolfiere del “Balloon Club” in un commemorativo volo aerostatico sulla City (dove sorgono monumenti e musei in onore di Lunardi) potrebbe gettare le basi per un un prezioso “patto d’amicizia” con la comunità londinese, visto che Abingdon, città con cui è già gemellata Lucca, si troverebbe assai fuori dai luoghi del primato lunardiano.

A questo scopo sono già stati intrapresi contatti e realizzato un bozzetto per l’apposizione di una scultura in marmo, realizzata da un noto scultore d’oltralpe.

In proposito all’ipotizzata trasferta inglese è anche da riferire come , non molto tempo fa, il lucchese “Balloon Club” abbia ricevuto una lettera d’interessamento dalla segreteria del Principe di Wales per l’attività culturale svolta negli anni a favore di Vincent Lunardi, come lo chiamano loro”


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota

prenota

prenota

prenota

prenota

prenota

prenota


Altri articoli in Comics


prenota


venerdì, 10 luglio 2020, 09:51

I Comics ci sono, ma il pubblico ancora non si sa

Dopo mesi di analisi, ricerca, ascolto, sviluppo e duro lavoro, Lucca Comics & Games è pronto a rimettersi in gioco e rispondere alle avversità con resilienza e creatività: dal 29 ottobre al 1 novembre si rialzerà il sipario sulla città di Lucca per dare vita a una nuova edizione del...


martedì, 23 giugno 2020, 12:48

Lucca Crea racconta il suo ultimo anno alla città

Pubblicato e consultabile sul nuovo sito il rendiconto dell'attività 2019. Dal matrimonio con le rassegne del verde alla biglietteria online per tutti gli eventi


prenota


mercoledì, 10 giugno 2020, 16:45

Al via l'edizione 2020 del "Lucca Project Contest"

Torna il concorso promosso da Lucca Comics & Games che da sedici anni valorizza i nuovi talenti del fumetto italiano. Grazie alla collaborazione con Edizioni BD, i vincitori otterranno un contratto di pubblicazione e vedranno approdare la loro opera nelle librerie e fumetterie di tutta Italia: un'opportunità unica e concreta...


martedì, 9 giugno 2020, 16:10

"Se leggi colori la tua vita": pubblicate le storie vincitrici del concorso

Sono maturi i frutti del concorso 'Se leggi colori la tua vita' lanciato dalla Regione Toscana con il partenariato del Salone Internazionale del Libro di Torino e di Lucca Comics & Games rivolto ai giovani delle prime due classi delle scuole secondarie di secondo grado per scrivere il soggetto di...


prenota


sabato, 30 maggio 2020, 20:52

Lucca Comics, cordoglio per la scomparsa dell'illustratore Gnago

Lo staff di Lucca Crea e tutti i collaboratori di Lucca Comics & Games si uniscono al cordoglio per la scomparsa di Antonio Tregnaghi, in arte Gnago, e si stringono attorno ai suoi familiari


mercoledì, 8 aprile 2020, 15:35

Lucca Comics & Games si prepara ad affrontare molteplici scenari

Con il prolungamento della sospensione delle attività deciso dal Governo per contenere la diffusione del coronavirus è nato un intenso dibattito che sta coinvolgendo anche le attività culturali e i più importanti festival nazionali; così anche Lucca Comics & Games è stata sollecitata su molti fronti ad esprimersi in questa...


prenota