Anno 7°

giovedì, 23 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Confcommercio

Federcarni: "Sempre più attività hanno avviato un percorso verso un modello di macelleria 4.0"

lunedì, 25 febbraio 2019, 10:42

Quale futuro per le botteghe di macelleria del nostro territorio?

Per rispondere alla domanda e capire meglio prospettive ed esigenze della categoria, la Federcarni- il sindacato della macelleria tradizionale aderente a Confcommercio Lucca e Massa Carrara- ha deciso di fare una profonda ricognizione con i suoi associati delle due province attraverso un sondaggio/intervista.

Avvalendosi dell'operato di un professionista del settore nella persona del consulente Enrico Fassone, l'associazione macellai ha così voluto effettuare una sorta di censimento, i cui risultati- oltre a dare un quadro esauriente sulla stato di salute della categoria– serviranno per mettere a punto un piano di comunicazione ad hoc per le attività del territorio.

Gli spunti emersi sono stati molti ma vale la pena soffermarsi su un paio di aspetti in particolare, che vanno in controtendenza con quanto finora associato comunemente all'idea di macelleria tradizionale.

«Innanzitutto- spiega il presidente interprovinciale di Federcarni Luca Di Giusto- il 44% degli intervistati ha almeno 3 collaboratori. Si tratta quindi di imprese, seppur di piccole dimensioni, comunque strutturate con un'organizzazione non certo minimale.

Inoltre il 20%, con tendenza all'aumento, ha ampliato i servizi offerti andando a ricomprendere la fornitura di piatti preparati, la gastronomia o addirittura affiancando una parte di ristorazione, la cosiddetta macelleria 4.0. In questi casi si tratta di investimenti anche ingenti, per stare al passo con un'evoluzione dei tempi che ci richiede questo tipo di servizi per soddisfare le mutate abitudini della clientela.»

Il dato che ha più sorpreso, all'esito del sondaggio è stato però che più di un terzo degli intervistati vorrebbe formare attraverso l'associazione un vero e proprio gruppo di acquisto dai fornitori, in modo da competere più efficacemente con la grande distribuzione e dettare condizioni sulla qualità dei prodotti.

«Questo è un elemento “rivoluzionario”- conferma Di Giusto- perché siamo passati dall'essere una categoria di individualisti, ognuno nella propria bottega, a sentire il bisogno di una maggiore unità per avere maggiore tutela e far sentire più forte le nostre istanze. E' un fatto importantissimo su cui ci stiamo impegnando molto, per aggregare tutti coloro che sentono di poterci dare una mano».

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone



lagazzetta_prenota


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Confcommercio


fotofiorenzo


mercoledì, 22 maggio 2019, 12:44

Tutti in Piazza Napoleone per la classicissima "Lucca on the road"

Da venerdì 24 a domenica 26 maggio il tradizionale evento dedicato all'esposizione di moto e auto


sabato, 18 maggio 2019, 09:19

A Sant'Anna torna "La festa della bancarella"

Torna domenica 19 maggio nel quartiere di Sant'Anna la Festa della Bancarella, uno degli eventi legati al settore dei venditori ambulanti più tradizionali e conosciuti della Lucchesia


venerdì, 17 maggio 2019, 14:19

“Le pensioni nel 2019: vecchie e nuove regole”, un convegno a Palazzo Sani

Appuntamento a cura di Confcommercio e 50 & Più associazione – a ingresso libero – il 29 maggio alle 10,30 a Palazzo Sani, con Gianni Tel relatore d’eccezione


venerdì, 17 maggio 2019, 14:16

Prosegue il confronto fra commissione e comune: la tappa di Borgo Giannotti

Prosegue il percorso di confronto sindacale fra la Commissione Città di Lucca di Confcommercio e l’amministrazione comunale: giovedì pomeriggio le parti si sono ritrovate nel quartiere di Borgo Giannotti


mercoledì, 15 maggio 2019, 11:49

In Piazza Napoleone tre giorni dedicati ai prodotti tipici francesi

Profumi, sapori e colori d'Oltralpe sono il piatto forte di una nuova edizione del Mercatino regionale francese in programma da venerdì a domenica a Lucca in pazza Napoleone. Tante le prelibatezze enogastronomiche presenti all'evento realizzato in collaborazione con Confcommercio e il patrocinio del comune, rigorosamente di qualità e tradizione francese


venerdì, 10 maggio 2019, 15:05

Oltre 40 commercianti per il nuovo confronto commissione - comune

Prosegue il percorso di confronto sindacale sul territorio fra la Commissione Città di Lucca e l'amministrazione comunale. Questa mattina (venerdì) l'assessore al traffico Celestino Marchini ha preso parte a un affollato incontro con un numerosissimo gruppo di commercianti della Zona Nord del centro storico