Anno 7°

sabato, 6 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Confcommercio

Meteo pazzo, Federmoda chiede di spostare la data di inizio dei saldi estivi

venerdì, 24 maggio 2019, 13:18

Il mese di maggio contraddistinto da condizioni meteo a dir poco anomale porta il presidente interprovinciale di Federmoda Confcommercio Lucca e Massa Carrara Federico Lanza ad esprimere alcune considerazioni, condivise dal sindacato anche a livello nazionale, sul tema delle date dei saldi.

"Cosa ci abbia riservato il clima in queste ultime settimane è sotto gli occhi di tutti – dice Lanza -: ancora oggi quasi tutte le persone, uscendo per strada, si trovano costrette ad indossare un giubbetto. Crediamo che sia davvero un controsenso pensare di far partire il prossimo 5 luglio, ovvero sia fra soli 40 giorni, i saldi di fine stagione di una stagione che in realtà ancora non è cominciata".

"Per questa ragione – prosegue Lanza -, su sollecitazione di diversi colleghi e dopo essermi consultato anche con la presidente regionale e vicepresidente nazionale di Federmoda Federica Grassini, ritengo di poter dire che la nostra federazione si sta attivando per arrivare a discutere uno spostamento della data di inizio dei saldi estivi. Lo riteniamo un atto logico, auspicando che possa essere un primo passo per una revisione complessiva delle date dei saldi, non solo per quest'estate, ma anche per il futuro". Al fine di conoscere a fondo l'opinione della "base", ovvero sia degli addetti ai lavori, Federmoda Confcommercio Italia ha predisposto un questionario compilabile dal link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScpKwQ5HL-c2xykgMzPHP8hZByTl34CiqHJhRpqn3qMlIiyuw/viewform, che consentirà a tutti i negozianti interessati di esprimere le proprie valutazioni sul calendario dei saldi di fine stagione.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

lagazzetta_prenota

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Confcommercio


fotofiorenzo


domenica, 31 maggio 2020, 11:43

Città in lutto per la scomparsa di Claudio Guerrieri

Prima commerciante alla guida di uno storico negozio cittadino e poi personaggio di spicco delle principali realtà economiche cittadine, Guerrieri ha ricoperto nel corso della sua carriera, fra gli altri, i ruoli di presidente della Confcommercio, della Camera di Commercio e della Banca Del Monte di Lucca


giovedì, 28 maggio 2020, 14:52

Torna la chiusura volontaria a mezzanotte dei locali notturni nel week-end

Torna anche questo weekend, a partire da domani e fino a domenica, l'iniziativa lanciata lo scorso fine settimana da un gruppo di locali notturni del centro storico di Corso Garibaldi e dintorni, e piazza San Michele e dintorni, che prevede la chiusura anticipata volontaria dei locali stessi a mezzanotte, decisa...


mercoledì, 27 maggio 2020, 17:09

I commercianti chiedono le dimissioni di Marchini

Così Confcommercio e Commissione Città di Lucca commentano l'esito della videoconferenza di questa mattina, alla quale hanno preso parte lo stesso Marchini, il direttore di Confcommercio Rodolfo Pasquini e il presidente della Commissione Giovanni Martini


martedì, 26 maggio 2020, 12:42

Elezione nuovo presidente Confcommercio: le votazioni a Palazzo Sani

Le candidature ufficiali, unitamente alle firme di presentazione, dovranno essere depositate a cura degli stessi candidati presso l'ufficio del direttore dell'associazione


martedì, 26 maggio 2020, 12:23

Rincaro prezzi durante la Fase-2, Bianchi (Fipe Baristi): "A Lucca nessun aumento"

Fra le tante polemiche mediatiche e social che si leggono in questi primi giorni di ripresa della attività per le imprese commerciali, c'è quella relativa al presunto incremento dei prezzi. Sulla questione interviene la presidente di Fipe baristi e pasticceri Confcommercio Lucca Sandra Bianch


sabato, 23 maggio 2020, 16:26

I locali della movida di Corso Garibaldi, via Calderia e piazza S. Michele questo week-end chiudono volontariamente a mezzanotte

Gli imprenditori: "Decisione autonoma dettata dal principio di prudenza e tutela della salute nostra, dei nostri dipendenti e dei nostri clienti"