Anno 7°

lunedì, 23 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Confcommercio

Lucca nel... Medioevo: esplode la rabbia di ristoratori e pubblici esercizi

lunedì, 3 giugno 2019, 12:52

C’è tanta rabbia fra gli operatori del settore pubblici esercizi del centro storico, per la decisione dell’amministrazione comunale di concedere agli organizzatori della manifestazione “Lucca Medievale” – andata in scena sabato e domenica nell’area di piazzale Verdi e soprastante tratto di Mura – spazi per cucinare e far mangiare i visitatori su panche e tavoli di legno.

“Niente da dire sulla manifestazione in sé – si legge in una nota di Fipe Lucca, federazione di Confcommercio che si occupa della tutela sindacale proprio dei pubblici esercizi -, certamente tipica e caratteristica, ma la decisione di trasformarla in una vera e propria sagra all’interno delle Mura è un atto inaccettabile per tutta una serie di motivi che investono suolo pubblico, arredo e decoro urbano, forme di concorrenza sleale e, ultimo ma non certo per importanza, la mancata connessione con il tessuto commerciale cittadino”.

“Ma andiamo con ordine – prosegue – come si ricorderà circa un anno e mezzo fa, correva l’autunno 2017, il Comune ha deciso di rincarare il costo del suolo pubblico per i pubblici esercizi, con incrementi anche del 120 per cento. Una decisione fortemente contestata dalla categoria: gli organizzatori di “Lucca Medievale” hanno pagato il suolo pubblico? E se sì, con quale tariffa?”. “In secondo luogo – insiste Fipe -, parliamo di arredo e decoro urbano: ad un imprenditore privato bastano una lavagnetta o una sedia non posizionate esattamente ed arriva puntuale la sanzione. Nei due giorni di “Lucca Medievale” dove era il rispetto delle regole? Per non parlare del rispetto delle norme igienico – sanitarie: abbiamo potuto osservare foto di persone al lavoro dove appare evidente il mancato utilizzo dei più elementari dispositivi di protezione per la somministrazione di cibo”.

“Il Sistema Confcommercio – aggiunge la nota – ha sempre sostenuto con forza manifestazione nate e pensate per interagire con il tessuto commerciale cittadino. Manifestazioni che hanno trovato e rafforzato il proprio successo anche grazie alla connessione con il tessuto commerciale cittadino: pensiamo a Verdemura, Murabilia e molte altre. Da tempo però, stiamo assistendo a una inversione di tendenza che contestiamo con forza: manifestazioni lontane dalla vita della città, fini a se stesse, trasformate in vere e proprie sagre e totalmente indipendenti dal resto della città, con le loro panche, le loro cucine e la loro gastronomia. Qualche settimana fa avevamo contestato duramente l’ultima edizione di Verdemura, piena zeppa di punti ristoro, ma non è il solo caso evidentemente”.

“Tutto questo – insiste Fipe – si chiama concorrenza sleale: ci sono operatori che stanno sul territorio tutto l’anno, pagano tariffe salatissime per la raccolta dei rifiuti e per il suolo pubblico e poi si trovano a fare i conti con manifestazione che non solo non interagiscono più con loro, ma addirittura fungono da concorrenti commerciali. Qua occorre una inversione di tendenza immediata”. “La nostra federazione – termina la nota – ha sempre combattuto con forza il fenomeno di crescita indiscriminata delle sagre, sia a livello nazionale che regionale, e oggi che questo fenomeno comincia a prendere piede sempre più anche in centro storico non può più starsene in silenzio”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone



lagazzetta_prenota


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Confcommercio


fotofiorenzo


mercoledì, 18 settembre 2019, 15:47

Parte la raccolta di firme contro il piano della mobilità e della sosta

Mercoledì 25 intanto incontro a Palazzo Orsetti fra l’assessore Bove e i rappresentanti della commissione Città di Lucca


martedì, 17 settembre 2019, 12:52

Ultimi posti disponibili per il corso di aspirante barman

Ultimi posti disponibili per il corso di barman di primo livello organizzato da So. Ge. Se. Ter. Cat, agenzia formativa di Confcommercio Imprese per l'Italia – Province di Lucca e Massa Carrara, che prenderà il via il prossimo 30 settembre e si svolgerà all'interno dell'Emotion Bar (via Nazario Sauro, 513...


lunedì, 16 settembre 2019, 12:40

Piano della mobilità e della sosta, presentate le osservazioni al comune

L'assessore Bove chiede un incontro informale al direttore di Confcommercio Pasquini, che gli ribadisce la necessità di ripartire da zero con un percorso di condivisione reale con gli imprenditori


giovedì, 12 settembre 2019, 10:56

Inizia la scuola, Pieroni: "Acquistare libri nelle nostre cartolibrerie"

L'ormai imminente avvio del nuovo anno scolastico offre lo spunto a Dante Pieroni, presidente di Federcartolai Confcommercio – province di Lucca e Massa Carrara, per alcune riflessioni sul ruolo di oggi della cartolibrerie


martedì, 10 settembre 2019, 23:56

Piano di sosta, dai commercianti bocciatura senza appello

Sonora bocciatura da parte dei commercianti del nuovo piano della mobilità e della sosta nel centro storico a cui sta lavorando l'amministrazione comunale di Lucca. Il malessere è emerso palese dall'assemblea che si è tenuta a Palazzo Sani, sede della Confcommercio


venerdì, 6 settembre 2019, 11:26

Illuminazione natalizia: parte il progetto "E lucevan... le note"

Prende ufficialmente il via il progetto di illuminazione natalizia "E lucevan...le note", promosso come sempre dal Centro commerciale naturale "Città di Lucca" di Confcommercio. E' infatti in partenza la distribuzione del modulo di adesione a tutte le attività del centro storico