Anno XI

giovedì, 21 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Confcommercio

Via senza concertazione stalli per non residenti in piazza Santa Maria, metodo che preoccupa da parte dell'amministrazione

martedì, 28 luglio 2020, 13:33

Sconcerto e preoccupazione: è lo stato d'animo dei commercianti della zona nord del centro storico, dopo aver preso visione della avvenuta cancellazione – senza alcuna comunicazione preventiva da parte dell'amministrazione comunale – di alcuni posti auto destinati ai non residenti che si trovavano subito all'interno di Porta Santa Maria.

A farsi interprete di questa protesta e a spiegare i termini della questione sono Iliana Nutini, Simona Del Ry e Daniele Martone, rappresentanti della zona nord all'interno della Commissione Città di Lucca di Confcommercio e commercianti proprio della zona nord: "Com'è noto – affermano i tre rappresentanti – per tanti mesi uno dei temi caldi del dibattito cittadino è stato quello relativo al nuovo piano della sosta e della mobilità a cui l'amministrazione sta lavorando. Un tema, questo, che ha visto la nostra Commissione e in modo particolare il suo presidente Giovanni Martini organizzare diversi momenti di confronto con gli assessori di riferimento che hanno toccato tutte le zone della città. E un tema che ha visto la Commissione ribadire a più riprese enorme preoccupazione per le possibili ricadute di un piano che a nostro avviso renderebbe ancora più blindato e inaccessibile per i non residenti il centro storico. Ovvero sia, l'esatto contrario di quanto andiamo chiedendo da anni per risollevare la situazione del commercio cittadino".

"In questo quadro già di per sé molto problematico – proseguono i rappresentanti della Commissione –, reso drammatico dall'emergenza del coronavirus, pochi giorni fa si è verificato un fatto che ha creato grande sconcerto fra di noi. Entrando dentro Porta Santa Maria, subito sulla sinistra vi erano 5 stalli, 2 dei quali dedicati ai mezzi per il carico e scarico delle merci, 2 a striscia blu e 1 per le vetture dei disabili, ma senza un numero assegnato. Ovvero sia, a sosta libera per tutti i possessori di apposito tagliando, compresi dunque i non residenti".

"Ebbene – spiegano Nutini, Del Ry e Martone -, senza alcun preavviso da parte dell'amministrazione comunale, questi stalli sono stati ridipinti, ridotti da 5 a 4, tre dei quali assegnati al carico e scarico delle merci e 1 al bike sharing. Questo significa che sono andati perduti 2 stalli blu e 1 stallo dedicato alla sosta dei mezzi dei disabili anche dei non residenti. In totale, dunque, 3 stalli per i nostri potenziali clienti".

"Numeri che possono apparire minimi ai non addetti ai lavori – sottolineano i membri della Commissione -, ma che rappresentano invece l'ennesimo segnale di scarsa attenzione e sensibilità da parte dell'amministrazione comunale nei confronti di una categoria composta da donne e uomini che lavorano dalle 12 alle 15 ore al giorno per salvare le proprie aziende e i posti di lavoro che esse garantiscono".

"In una fase storica in cui il commercio necessita di aiuti e misure senza precedenti – concludono Nutini, Del Ry e Martone -, come la nostra associazione ripete da mesi, ci preoccupa molto un metodo che esclude noi addetti ai lavori da scelte decisive per il nostro futuro. Un metodo non condiviso che apre molti altri interrogativi, come se non bastassero quelli già esistenti: sulla riqualificazione di piazza Santa Maria nei mesi scorsi ci sono stati presentati dei progetti, oggi disattesi e che ci fanno tremare per quanto potrà essere fatto in futuro. E un metodo che preoccupa non solo per la zona nord, ma anche per altre zone della città dove sono stati presentati progetti che a questo punto, visto quanto accaduto in piazza Santa Maria, temiamo possano non esser rispettati".

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

lagazzetta_prenota

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Confcommercio


fotofiorenzo


mercoledì, 20 gennaio 2021, 14:33

Dolore e sgomento per la scomparsa di Simonetta Simonetti

Confcommercio annuncia con profondo dolore la notizia della scomparsa di Simonetta Simonetti, storica dipendente dell'associazione. Il funerale si svolgerà venerdi alle 15 nella chiesa di San Leonardo a Porta dei Borghi


martedì, 19 gennaio 2021, 11:51

"Regalo sospeso": grande successo per l'iniziativa natalizia

E' un bilancio largamente positivo quello stilato dal Centro commerciale Città di Lucca di Confcommercio e dalla Caritas diocesana Lucca, al termine dell'iniziativa "Regalo sospeso"


lunedì, 18 gennaio 2021, 16:35

Ultimo dpcm, durissima Confcommercio: "Contenuti e tempistiche sbagliate, altri gravissimi danni per il settore dei pubblici esercizi"

A seguito dell'uscita dell'ultimo Dpcm firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Confcommercio Imprese per l'Italia - Province di Lucca e Massa Carrara si è presa un paio di giorni per analizzare a fondo il suo contenuto ed esprime alcune considerazioni al riguardo


lunedì, 11 gennaio 2021, 17:30

Ipotesi di nuove restrizioni ai bar nel prossimo Dpcm, no di Fipe baristi

Sandra Bianchi: "Assembramenti da condannare, ma il caso di Porta dei Borghi dimostra la professionalità dei nostri imprenditori. Lo Stato deve vigilare e farli lavorare nelle giuste condizioni"


sabato, 9 gennaio 2021, 17:21

Porta dei Borghi, Confcommercio difende i gestori dei locali

"Un episodio – si legge in una nota - che sta facendo purtroppo parlare di sé, ma di conseguenza anche della città di Lucca, in tutta Italia. Nello stigmatizzare con forza l'accaduto, ringraziamo le forze dell'ordine che, stando a quanto diramato dal Comune, ha già individuato i giovani responsabili di...


lunedì, 4 gennaio 2021, 16:57

Locandina 'sessista', Confcommercio prende le distanze da Giuseppe Pieretti che si dimette da presidente provinciale

Giuseppe Pieretti ha rassegnato in forma scritta le sue dimissioni da presidente provinciale di Confcommercio Massa Carrara a seguito di alcuni commenti sui social in merito alla vicenda della locandina per il progetto di supporto psicologico per imprenditrici e imprenditori in difficoltà